Lourdes Rebels – Snuff Safari (Aagoo, 2015)

Un nuovo gruppo va ad unirsi al già nutrito contingente italiano che agisce sotto le insegne dell’Aagoo. Stavolta è il duo parmigiano dei Lourdes Rebels, gente già attiva negli ottimi Bonora e Lady Vallens e con l’etichetta Second Family, che esordisce direttamente sulla lunga distanza per la label americana.
In pochi casi come questo la grafica di copertina sembra rivelare il contenuto del disco, suggerendo l’idea di una musica salgariana, un’exotica postmoderna sviluppata viaggiando sulle reti telematiche anziché fra le pagine dei libri, inevitabilmente post-tutto e meticcia. Di primo acchito avevo associato i Lourdes Rebels al filone dell’etno-rock che, dagli incolpevoli Sun City Girls in poi, non ha mai smesso di essere praticato trasformandosi spesso in baracconata, ma un ascolto più approfondito mi fa propendere per una loro vicinanza sincera e sentita a certe sonorità e culture. Sembrano indicarlo i momenti che si collocano su un asse che va dall’Africa al Medio Oriente, con poco o punto inserti (passatemi il termine) moderni: musicalmente rappresentano forse i punti meno interessanti del lavoro, ma ne sono parte inscindibile e indispensabile a qualificarlo. Da questa base i materiali vengono presi e trattati senza quei riguardi pelosetti da terzomondisti salottieri, facendoli interagire in maniera sfacciata con la tecnologia e senza farsi troppi problemi di coesistenza: non si raggiunge mai una perfetta fusione, ma lo scontro produce perle come la doppietta Pharaoh Excuses/Skate Mecca, basso e battiti elefantiaci che supportano melodie orientali ossessive ed elettronica insinuante, la psichedelia prima dub e poi felicemente caotica di Apuro Liquido, o l’etno-jazz mantrico, impreziosito da splendidi inserti vocali, di Jungle Ghost. Oltre ogni sospetto di imperialismo culturale e oltre le secche del terzomondismo politicamente corretto, Snuff Safari va a parare dalle parti dei T.A.G.C. di Digitaria, dei quali trascura il lato ritualistico ma ne utilizza l’approccio libero alla materi: il suono del nostro tempo, o come dovrebbe essere.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Owls – The Night Stays (Rare Noise, 2011)

In genere il catalogo Rare Noise non incontra i miei gusti, anche in quei casi dove non posso che riconoscere…

14 Mar 2011 Reviews

Read more

Deflore - 2 Degrees Of Separation (Subsound, 2010)

Interessante calcio all'indietro verso le cupe, ma turgide sonorità power dark dei primi anni novanta che portarono (allora) alla ribalta…

12 Oct 2010 Reviews

Read more

Simon Balestrazzi - Ultrasonic Bathing Apparatus (Sincope, 2015)

Un rollio di basse frequenze capace di spaccarvi i woofers apre Ultrasonic Bathing Apparatus di Simon Balestrazzi, uno dei musicisti…

11 Jan 2016 Reviews

Read more

Cop Problem - Buried Beneath White Noise 7" (The…

Bello intenso, scuro e maligno questo 7 pollici che arriva dagli Stati Uniti e segna il ritorno dei Cop Problem…

25 Feb 2014 Reviews

Read more

Agatha – Goatness (Wallace/Basement City, 2011)

Evolutesi a power-duo dopo l'abbandono della chitarrista ormai a tempo pieno nei Verme, le Agatha si sono reinventate, allenandosi…

23 Feb 2011 Reviews

Read more

Sakee Sed – Alle Basi Della Roncola (Mousemen, 2010)

Quelle contenute in Alle Basi Della Roncola, esordio dei Sakee Sed, sono canzoni da balera, o da saloon, suonate con "sentimento…

24 May 2010 Reviews

Read more

Erdem Helvacioglu & Ros Bandt - Black Falcon (Doublemoon, 2011)

Riecco Erdem Helvacioglu, che abbiamo già recensito a più riprese dai tempi del suo lavoro su New Albion; come per…

15 Sep 2011 Reviews

Read more

Mombu - Niger (Subsound, 2013)

Sempre a metà strada tra il divertissement e il "safari senza fucile", proseguono le sperimentazioni etno (?) industriali del duo…

17 Dec 2013 Reviews

Read more

Dead Boomers + GNAUMGN + Undecisive God - 12/10/10 Bar…

Ogni martedì sera al Bar Open c'è la serata sperimentale/rumorista Mess+Noise curata da Sean Baxter, noto soprattutto come batterista free…

06 Sep 2010 Live

Read more

Maggot/Heifetz – Plays The Music Of Slobodan Kajkut (God, 2013)

Uno split LP in cui due formazioni chitarra-batteria interpretano composizioni di Slobodan Kajkut, dal tono evidentemente minimalista: il suono, nei…

20 May 2013 Reviews

Read more

Impossible Hair - What Is The Secret Of Impossible Hair…

Pop rock molto semplice e vintage per gli Impossible Hair, e quando dico pop rock non parlo di qualcosa che…

17 Mar 2009 Reviews

Read more

The Caretaker – Patience (After Sebald) (History Always Favours…

Album ambizioso a nome The Caretaker, ovvero Leyland James Kirby. In un attimo Patience ti conduce ti trasporta in…

27 Aug 2012 Reviews

Read more

Metroschifter + Lucertulas – 28/11/09 Interzona (Verona)

"Quando all'inferno non c'è più posto, i morti camminano sulla terra" diceva un personaggio in Zombi di Romero. Beh, l'inferno…

30 Nov 2009 Live

Read more

Anne-James Chaton + Andy Moor – Heretics: Tout Ce Que…

Di Andy Moor, storico chitarrista degli Ex, mi è sempre piaciuto il suo saper essere tremendamente efficace nelle collaborazioni, la…

23 Jun 2018 Reviews

Read more

Fabio Orsi - Endless Autumn (Backwards, 2013)

Così come la prima uscita in vinile di Backwards era di Fabio Orsi (il bel Von Zeit Zu Zeit), anche…

06 Dec 2013 Reviews

Read more

Callers - Fortune (Westernvinyl, 2008)

Qualche tempo fa avevo parlato positivamente dei Balmorea e rimanendo sullo strumentale-melodico credo che avessero fatto un buon lavoro, a…

07 Sep 2008 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top