Kubark – Ulysses (Autoprodotto, 2011)

Con questo secondo EP, che segue l'omonimo Kubark del 2009, il quartetto si spoglia degli influssi delle band che li avevano ispirati agli esordi, Tool e Isis in primis, e tentano una sintesi personale nel campo del post-core più rarefatto, con risultati decisamente buoni.
Ripulita la scrittura dalle scorie dei suddetti gruppi, i piacentini approdano a uno stile privo di asprezze, dove solo il basso rivela le rumorose origini, mentre la voce, (davvero ottima), i synth, le chitarre e la batteria si fanno interpreti di un suono cristallino ma non freddo, che può ricordare i Gathering del capolavoro How To Measure A Planet in versione ancor più rarefatta e traslucida; una sorta di pop psichedelico e retrofuturista, ideale colonna sonora di un remake di 2001: Odissea Nello Spazio. Non so si possa ritenere positivo giungere oggi in prossimità di un disco registrato 15 anni fa, ma è da considerare che le potenzialità di quel pop dilatato e pulito, quando ancora il post-rock era un genere non abusato, non sono mai state esplorate appieno. I Kubark vi arrivano tra l'altro da un percorso completamente diverso dal quello della band olandese, che proveniva dal gothic/doom, lasciando così spazio a sviluppi non ancora prevedibili. Il disco, cinque pezzi per mezz'ora di musica, soffre un po' dell'eccessiva omogeneità della scrittura, ma la cosa d'altro canto favorisce la fruizione delle tracce come un unico, lungo pezzo che, pur con qualche particolare da migliorare, veleggia lontano dalle secche del noise-shoegaze dove languono altri progetti partiti dal post-core/metal e che non hanno saputo trovare sbocchi degni di nota (mi vengono in mente i Jesu, ma ce ne sarebbero a decine).

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

My Disco - Little Joy (Shock/Temporary Residence, 2010)

I melbournians My Disco con questo Little Joy rispettano in pieno la regola aurea del rock and roll: infatti, come…

10 Jan 2011 Reviews

Read more

Loveless Whizzkid - We Were Only Trying To Sleep (Seahorse,…

Mi sarei aspettato dai Loveless Whizzkid, catanesi come gli Uzeda, l'ennesima riproposizione di quei suoni anni '90 immersi in un…

06 Aug 2013 Reviews

Read more

Dead Meadow + Stigmata + Blarke Bayer/Black Widow - 14/10/10…

La nostra seconda serata al Melbourne festival vede un menù interessante: come portata principale gli americani Dead Meadow con due…

10 Sep 2010 Live

Read more

Toilet Door n.7 - Siamo Uomini O Conigli?

Direttamente dal cortile di Sodapop ecco la compilation per allietare i vostri amichetti domestici: una manciata di pezzi per gli…

23 Jun 2012 Podcasts

Read more

Hector's Pets - Pet-O-Feelia (Oops Baby, 2014)

Prendete cinque individui a metà strada tra il geek, l'hipster e il punk-rocker, radici a Austin e ora una "carriera"…

13 Nov 2014 Reviews

Read more

Bachi Da Pietra – Necroide (La Tempesta/Wallace/Tannen, 2015)

Per il sesto album i Bachi Da Pietra abbandonano i giochi di parole numerici - che da Tarlo Terzo ci…

28 Sep 2015 Reviews

Read more

Squarcicatrici - s/t (Wallace-Burp-etc, 2009)

Ecco il ritorno di Jacopo Andreini, non che se ne fosse mai andato in verità, infatti ha sempre continuato a…

03 Nov 2009 Reviews

Read more

Mike Cooper - Tropical Gothic (Discrepant, 2018)

Nomen omen, titolo che rispecchia a pieno le intenzioni di Mike Cooper nella stesura di Tropical Gothic. Un lavoro che…

16 Oct 2018 Reviews

Read more

Burzum - Fallen (Byelobog, 2011)

 Quanto ci sarebbe da dire su ogni nuovo lavoro di Burzum. Nel 2011, dopo sedici anni di prigione ed un…

19 Feb 2011 Reviews

Read more

Joensuu 1685: psichedelia e dissonanze direttamente da Helsinki

Provenienti dall'affascinante Helsinki, i Joensuu 1685 sono, secondo il modesto parere di chi scrive, una delle più promettenti realtà in…

18 May 2010 Interviews

Read more

Arnoux - Cascades (Knifeville, 2008)

A celarsi dietro il nome di Arnoux è il friulano Fabio Arnosti, bassista di Ten Thousand Bees, qui al suo…

09 Sep 2008 Reviews

Read more

Low + Pikelet + Ponzu Island - 21/10/10 The Forum…

L'ultima delle tre serate che dedichiamo al Melbourne festival è quella dei Low ed è per me quella con le…

16 Sep 2010 Live

Read more

Delia Meshlir - Calling the Unknown (CD / LP Irascible,…

Partiamo da molto tempo fa, 2015 quando, durante una delle mie fallimentari esperienze come tour booking riesco a piazzare a…

21 Apr 2022 Reviews

Read more

Dans Les Arbres - Volatile (Sofa, 2019) / Mausoleum (Bandcamp…

Dans Les Arbres è un ensemble composto dal clarinettista francese Xavier Charles e i norvegesi Christian Wallumrød (piano), Ivar Grydeland…

10 Jan 2020 Reviews

Read more

Karma To Burn – Arch Stanton (FABA/deepdive Rec.)

Credo che il motivo per cui la rediviva band della West Virginia non stanchi mai nonostante il susseguirsi di album…

11 Sep 2014 Reviews

Read more

Growing - All The Way (Social Registry, 2008)

Mi ricordo ancora la prima volta che mi hanno imposto l'ascolto del Dream Syndicate con Tony Conrad e La Monte…

29 Sep 2008 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top