Jeffrey Roden – Seeds Of Happiness Part 1 (The Big Tree, 2007)

Il cognome non vi risulta nuovo? …ma sarà parente di quel Roden? …esatto! Le sapete davvero tutte ed infatti Jeffrey Roden è lo zio del più conosciuto Steve, che trattandosi di “cosa loro” gli ha prodotto il lavoro. Ma con un parente più giovane così ingombrante il vecchio zietto si è tenuto alla larga dai campi più ostici del nipotino, quindi non proprio un progetto stile reunion famigliare come gli Arc di Aidan BakerSeeds Of Happiness Part 1 è un disco per solo basso e per di più volutamente semplice e sobrio, ripeto, lo zio Jeffrey sembra non pensare neppure con l’anticamera del cervello alla sperimentazione, anzi, direi che per quanto non proprio easy listening si tratti di un disco molto melodico. La natura stessa del disco mi ha chiaramente fatto pensare a quelli che spesso ci si dimentica esser stati fra gli ispiratori dei Tortoise (insieme agli Ex, a Steve Reich e ad una vagonata di altra gente) ovvero i Dos. Se il duo di bassi formato dagli allora coniugi Mike Watt (Minutemen) e da Kira (Black Flag) era molto più solare e diciamo “blues”, il signor Roden suona molto più lento, più notturno e anche più classico, a riconferma di ciò la parte seconda di questo lavoro è uscita nientepopodimeno che per la New Albion. Giusto per rimanere in casa della “Nuova Albione”, se conoscete il disco che stampo per questi ex-A Minor Forest, potremmo dire che velocità di esecuzione e gusto per la melodia sono simili, anche alcune delle atmosfere. Proprio in merito alle atmosfere parlerei di una forte influenza di musica classica per chitarra o per strumenti a corde in genere e per quanto ciò voglia dire tutto e nulla non si tratta né di musica barocca né di musica medievale, parlerei semmai di flamenco ma di quello più lento, quindi non velocità da capogiro stile Paco De Lucia. Il pizzicato (anche se credo che il termine in questo caso sia un altro) è morbido, le corde vengono fatte risuonare e Roden presta moltissima attenzione alla melodia e quando funziona riesce a salvarsi da un disco che potrebbe risultare un po’ piatto. Alcuni pezzi sono molto ispirati, mentre altri suonano bene ma finiscono per non essere incisivi, si tratta di un lavoro di “arte povera” più per scelta che per esigenza, se non ci fosserto alcune considerevoli differenze parlerei di un Mazzacane Connors del basso elettrico. Ad ogni modo a tratti risulta un disco molto piacevole.

Tagged under: , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Owun - 2.5 (Atypeek Music/Reafførests, 2017)

Tornano gli Owun e continuano questa loro seconda vita iniziata qualche anno fa con il precedente Le Fantôme De Gustav,…

14 Feb 2018 Reviews

Read more

La Morte – S/T (Corpoc/Anemic Dracula, 2012)

Dietro La Morte si celano Giovanni Succi dei Bachi Da Pietra (voce recitante) e Riccardo Gamondi degli Uochi Toki (elettronica…

05 Nov 2012 Reviews

Read more

Black Rainbows - Holy Moon (Heavy Psych Sounds, 2013)

Ancora una volta musica circolare: tanti infiniti vortici che rimpiccioliscono progressivamente senza mai riuscire ad annullarsi. Con i Black Rainbows…

18 Jun 2014 Reviews

Read more

Hype Williams - Rainbow Edition (Big Dada, 2017)

Nonostante pare che Dean Blunt e Inga Copeland non siano più coinvolti in Hype Williams, mi giocherei qualcosa che lo…

11 Sep 2017 Reviews

Read more

Stefano Ferrian - Lophophora (deNOIZE, 2012)

Stefano Ferrian (conosciuto ai più come chitarrista degli Psychofagist) ritorna con il seguito di quel primo capitolo in solo che…

28 Mar 2012 Reviews

Read more

Father Murphy - 19/12/08 Morya (Cellatica - BS)

Mancando pochi giorni al Natale sta a Father Murphy fare gli auguri di buone feste al pubblico intervenuto al Morya…

29 Dec 2008 Live

Read more

Andrea Bolzoni / Luca Pissavini - Duna Lacera (Bunch, 2013)

Bunch records è l'etichetta che Luca Pissavini ha creato per pubblicare la sua musica e Duna Lacera è il disco…

23 Oct 2014 Reviews

Read more

Gil Hockman - Dolorous (Self Released, 2015)

A volte la semplicità paga, come nel caso di questo disco fatto di niente, nato quasi per caso attraverso un…

28 Oct 2015 Reviews

Read more

Wand. And Princess - Locust 9 (Sincope, 2012)

La coppia di ragazzi greci che incide a nome Wand. And Princess è in giro già da qualche tempo, sempre…

23 Jul 2012 Reviews

Read more

Lava Lava Love - A Bunch Of Love Songs And…

Beh. Ecco qui. Per la serie paghi due e prendi tre, da Verona arriva un quintetto di musicisti che, sotto…

01 Dec 2011 Reviews

Read more

M'Ors – Anima Nera (Alka, 2009)

Il destino sorriderà alla carriera di Marco Orsini, in arte M'Ors. Per come si pone, cito testualmente le parole della…

19 May 2010 Reviews

Read more

Sex On Toast + Pivixki - 13/10/10 The Toff In…

Il locale scelto per stasera è centralissimo e fa parte di un complesso molto particolare: un intero edificio di cinque…

08 Sep 2010 Live

Read more

Piotr Kurek - World Speaks (LP/CD Ediçoes CN, 2022)

La mia conoscenza di musica polacca si ferma a tre nomi. Rope, Lutto Lento e Piotr Kurek. Ammetto di aver…

07 Jun 2022 Reviews

Read more

FLTY BRGR GRL - Love You Forever (autoprodotto/Diger Distro, 2021)

Abbiamo una certa età, sappiamo riconoscere i sintomi di un’infatuazione, di un colpo di fulmine, di un innamoramento. Eccoci, in…

01 Feb 2022 Reviews

Read more

Torche + Pelican - 04/10/08 Latte Più (Brescia)

Sperimentiamo oggi un nuovo genere di recensione: la recensione-Memento (se avete visto il film, capirete). Trattando di uno di quei…

02 Oct 2008 Live

Read more

King Suffy Generator – 60 Minutes Circle (Escape From Today,…

Se l’ascolto delle prime battute di 60 Minutes Circle potrebbe frettolosamente far pensare ad un classico gruppo post rock (e…

09 May 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top