Hector’s Pets – Pet-O-Feelia (Oops Baby, 2014)

Prendete cinque individui a metà strada tra il geek, l’hipster e il punk-rocker, radici a Austin e ora una “carriera” pronta a decollare con base di rifornimento in quel di New York. Metteteli insieme a suonare (uno addirittura chiamato a occuparsi solo di percussioni…) per un disco in uscita su un’etichetta che come logo ha un preservativo usato e mezzo pieno. Se il risultato non sarà il disco dell’anno, è comunque quello che si dice una bella bomba di disco che si muove, in maniera scafata pur essendo la prima uscita dei cari Hector’s Pets, tra power pop, melodie surf, suoni garage e tanta ironia. Quella dei testi ma anche quella che trasuda dall’attitudine “cazzara” dei cinque texani.

 
      Un cono gelato mangiato in copertina che farebbe impallidire lo squallido pseudo-giornalismo di Chi con protagonista il ministro Madia e che invece fa da apripista a undici brani trascinanti, super catchy e melodici, da appicicarsi alle orecchie in maniera morbosa ma gratificante. Prendete il secondo brano di Pet-O-Feelia (e già sul titolo si potrebbero aprire mille parentesi ai limiti del politicamente corretto) New Job: inizia con una boccaccia, uno sberleffo e si snoda accattivante tra melodie epidermiche e testi sempre simpatici e intelligenti. Il disco scorre molto bene, complice anche la sola mezzora totale, e dimostra quanto florida sia la scena power-pop attuale, capace di dare ossigeno a un suono senza tempo, che sacrifica la sperimentazione alla capacità di suonare, trovare melodie e armonie vocali immortali: Station Wagon e i suoi coretti sono solo un esempio del disco che sembra voler assemblare il meglio degli scarti della surf musica con il bubblegum pop rock, rititingeggiato dalla carica di cinque losers che si permettono di lasciare in fondo, vedi Year Of The Pets, uno dei brani migliori del disco. Un disco insulso e amorale per chi ama crogiolarsi con le ultime novità pompate dal magazine prezzolato di turno. Una boccata di aria fresca per chi avrà il coraggio di comprare un disco in vinile e metterlo sul piatto, senza intellettualismi di sorta.

Tagged under:

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Lava Lava Love - A Bunch Of Love Songs And…

Beh. Ecco qui. Per la serie paghi due e prendi tre, da Verona arriva un quintetto di musicisti che, sotto…

01 Dec 2011 Reviews

Read more

Graveyard - Lights Out (Nuclear Blast/Stranded, 2012)

Al culmine della ripresa delle sonorità tipiche degli anni settanta, la Svezia come sempre detta legge e i Graveyard hanno…

06 Dec 2012 Reviews

Read more

Zu – Axion/Chthonian Remix 7” (Public Guilt, 2011)

È questa l'ultima uscita della formazione classica degli Zu con Jacopo Battaglia dietro le pelli, un 7" in edizione…

28 Feb 2011 Reviews

Read more

Orla Wren - Soil Steps (Oak, 2014)

Orla Wren è il progetto dello scozzese Tui, che per lunghi periodi vive in un furgone andando in giro per…

12 Jun 2014 Reviews

Read more

Two Dead Bodies - Reflect (Afe/Bar La Muerte, 2006)

I due cadaveri nelle sacche nere sono quelli di Luca e Andrea al secolo chitarra e voce degli I/O e…

11 Sep 2006 Reviews

Read more

Masked Intruder - M.I. (Fat Wreck, 2014)

Grande conferma per i Masked Intruder, pop-punk band che dalle lande sperdute del Wisconsin approda al secondo disco (su Fat…

04 Jun 2014 Reviews

Read more

La Piramide di Sangue – Tebe (Sound Of Cobra/Boring Machines,…

Mi mancava ancora un disco per l'estate, uno di quelli buoni da ascoltare quando si scende a sud, che abbia…

13 Aug 2012 Reviews

Read more

Davide Cedolin - Embracing the Unknown (Torto, Marsiglia 2021)

Un sonaglino, la chitarra che si fa sentire, limpida, agra…poi parte la voce di Davide Cedolin e 70 anni di…

08 Feb 2022 Reviews

Read more

Micecars - I'm The Creature (Homesleep, 2006)

Gli elogi si sprecano per questa band romana, asso nella manica per Homesleep. Ne parlano un po' tutti, anche la…

06 Apr 2007 Reviews

Read more

Andrea Bolzoni – amI? (Bunch, 2015)

È enigmatico il titolo di questo lavoro di Andrea Bolzoni (Swedish Mobilia, Dialvogue, Three Trees e mille altri progetti): un’interrogativa…

12 Oct 2016 Reviews

Read more

Comaneci – 05/02/10 Morya (Cellatica - BS)

Finalmente i Comaneci. Dopo un album che nel mio personalissimo tabellino è nettamente superiore al precedete, ero ansioso di verificare…

10 Feb 2010 Live

Read more

Improvvirusoundexperience - Supercoclea For New Apes (Setola Di Maiale, 2008)

Grazie ad internet avevo già sentito qualcosa di questo mammut di tredici elementi a fiati, batterie, chitarra, basso elettrico e…

28 Apr 2008 Reviews

Read more

Die! Die! Die! - Form (Golden Antenna, 2011)

Con un nome che lascia pochi spazi alle interpretazioni e che ha fattto venire il sangue alla testa all'amico Emiliano…

30 May 2011 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 34 (18/06/15)

Puntata numero trentaquattro della terza stagione di The Sodapop Fizz, Emiliano e Massimo in un episodio con le ultime novità…

21 Jun 2015 Podcasts

Read more

Il Disagio – Il Prezzo Dell’Anima (Hanged Man, 2010)

Cosa si può ancora chiedere a un genere come l'hardcore, quello nudo e crudo, con al massimo qualche traccia di…

10 Oct 2010 Reviews

Read more

Built To Spill - 26/10/08 Interzona (Verona)

Nemmeno i Built To Spill sembrano sfuggire al triste rito del tour autocelebrativo, in cui gruppi più o meno…

02 Nov 2008 Live

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top