since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Green Beret – Part 1 & Part 2 (Sabbatical, 2008)

I tre berretti verdi sono stati assoldati per l'undicesima uscita Sabbatical probabilmente perché hanno le carte in regola per fare parte del loro squadrone: sono infatti australiani, devia(n)ti e rumorosi. Drones formati da colate di rumore, fischi e stridii sono infatti gli elementi base su cui i tre costruiscono la loro musica, ma non pensate a niente di troppo "improvvisato", infatti ad un ascolto attento il materiale non è poi così buttato lì: come spesso accade per le uscite di questa etichetta, anche nel caso dei Green Beret ci si trova davanti a dei cesellatori di caos sonoro.
Disco diviso come dice il titolo in due parti: nella prima un drone noise asfissiante permea i tre minuti iniziali, per poi lasciar spazio ad un minutino di fruscio crescente quasi salvifico, introduzione per il gelido inizio della seconda parte, in cui un crescendo lento lento viene affiancato dal rumore del vento e ci porta in una landa desolata che ci accompagna per un lungo crescendo on anto di sviluppo di "tema" a base di ronzii, droni e atmosfere malate. Sconsigliato ai facilmente suggestionabili.

Tagged under:

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top