Giulio Aldinucci – Tarsia (Nomadic Kids Republic, 2012)

Il nuovo lavoro di Giulio Aldinucci esce per una etichetta giapponese e questo mi conferma l’idea che mi ero fatto per il suo precedente disco Vicino a nome Obsil, ovvero che il sol levante sia un territorio “sonoro” molto adatto al nostro. Il senese si presenta al quarto album con il proprio nome, mantenendo però ferma la sua direzione musicale e la qualità della sua proposta.

Field recordings e parti suonate si intrecciano con un lavoro di composizione finissimo, veri e propri intarsi musicali melodici e mai scontati: atmosfere delicate di indubbia qualità che fanno uso di echi, riverberi e sovrapposizioni in modo eccelso a comporre un paesaggio limpido che mostra sempre nuovi particolari ascolto dopo ascolto; Tarsia è un disco sì di genere, ma così fresco e coinvolgente da rapire letteralmente l’ascoltatore. Se vi va di ascoltare e scaricare altra sua musica, nell’intervallo tra gli ultimi due dischi Giulio ha partecipato al progetto Cathedrals di Pietro Riparbelli e ha pubblicato un EP per la bella etichetta Laverna.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Robanera - Meco Discordia (Shove, 2013)

Pezzi avviluppanti quanto le spire di un pitone che ti si cementifica intorno alla gola fino a diventar pietra. E…

11 Feb 2014 Reviews

Read more

Stefano De Ponti – Apparizione #7 (Apparizione, 2015)

Capita che, al Blau Studio di Milano, vi siano delle apparizioni, apparizioni di artisti, che si prestano a session di…

26 Oct 2015 Reviews

Read more

Andrey Kiritchenko - Stuffed With/Out (Nexsound, 2006)

Immagino che molti di voi non conoscano Andrey Kiritchenko e chi di voi invece ne avesse già sentito parlare forse…

02 Dec 2006 Reviews

Read more

The Tall Ships - Paint Lines On Your Glasses Look…

Mi ha incuriosito il fatto che l'esordio dal titolo chilometrico di questo terzetto di S. Diego sia uscito per un'etichetta…

01 Dec 2006 Reviews

Read more

Olivier Brisson - Horizon Capiton (Nashazphone, 2018)

Olivier Brisson si definisce "musicista occasionale e manipolatore di percussioni e vari strumenti": Horizon Capiton è il suo primo disco,…

19 Feb 2018 Reviews

Read more

Lorenzo Abattoir's Noise Diary - West Coast 'N'More Tour 2014

Lorenzo Abattoir lo abbiamo conosciuto un paio di anni fa in un festival a Piacenza, nei panni di Nascitari (in…

12 Nov 2014 Articles

Read more

Nodolby - Deranged/Unlaced (Sincope, 2012)

Uscita interessante per Nodolby, moniker usato da Michele Scariot dell'etichetta Dokuro, già in passato presente su Sincope con uno split…

04 Mar 2013 Reviews

Read more

Mike Cooper - Tropical Gothic (Discrepant, 2018)

Nomen omen, titolo che rispecchia a pieno le intenzioni di Mike Cooper nella stesura di Tropical Gothic. Un lavoro che…

16 Oct 2018 Reviews

Read more

This time I won’t be late: un anno senza Mingle

È passato un anno dalla scomparsa di Andrea Gastaldello, alias Mingle, ed è stato un anno strano senza un disco…

11 Aug 2022 Articles

Read more

Simon Balestrazzi - Asymmetrical Warefare (Azoth, 2015)

Ultimamente più in forma che mai, Simon Balestrazzi decide anche di creare una propria etichetta per diffondere i suoi lavori…

10 Feb 2016 Reviews

Read more

Novellino / Rosi / Mazurek / Barnes - Object In…

Seconda uscita per la Discreetrecords di Attilio Novellino e Saverio Rosi: dopo il bell'EP Radicalisme Mècanique dove lo stesso Novellino…

25 Feb 2015 Reviews

Read more

Verme Robots - Crawling In The Rush Hour (I make…

La produzione è ottima, buoni musicisti, rock articolato, complesso e raffinato che si muove dai R.A.T.M. fino ai bastioni…

10 Dec 2009 Reviews

Read more

Arbdesastr - S/T (Marsiglia, 2007)

Segnali di gelo assoluto (C3), atmosfere placide, punteggiate da glockenspiel (Sky And Space You) aprono il nuovo mini album degli…

05 Jan 2008 Reviews

Read more

Rainer Maria - Catastrophe Keeps Us Together (Grunion, 2006)

Even if Rainer Maria are an emo band, Catastrophe Keeps Us Together is not an emo album. Con questa citazione…

24 Jul 2006 Reviews

Read more

Werner Durand/Victor Meertens - Hornbread (Solar Ipse, 2013)

Il duo formato da Werner Durand e Victor Meertens si esibisce in performance da venti anni e solo quest'anno arriva…

18 Mar 2014 Reviews

Read more

Barr - Summary (5 Rue Christine, 2007)

Batteria, e solo ogni tanto il basso e la tastiera accompagnano Brendan Fowler nel suo parlare da solo: Barr infatti…

29 Jan 2007 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top