since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Dejligt – Feed The Dog (Matteite, 2007)

Non credo alle combinazioni, però ho appena comperato Tower/Microphone (bello e interessante, tralaltro) di Teho Teardo e contemporaneamente ho scoperto che è uscito per la Final Muzik, etichetta di Cristiano Deison dove tra poco uscirà un disco con Lee Ranaldo, quando mi trovo davanti il primo disco di Matteo Dainese. E tre, un Meathead dopo l’altro direi… E mentre in questi anni i soci si sono buttati più sulla sperimentazione, Matteo è andato verso il pop.
Dopo avere suonato la batteria con gli Ulan Bator per quattro dischi e avere girato in europa, Matteo è tornato a casa ed è nato questo disco basato su canzoni suonate con la chitarra acustica e poi infiocchettate con dell’elettronica. Dejligt è composto da Matteo e Enrico Molteni dei Tre Allegri Ragazzi Morti, più un bel numero di musicisti amici: nonostante per gusti io preferisca le scelte degli altri due Meathead, devo dire che Feed The Dog non mi è dispiaciuto, ben suonato e con dei bei pezzi. Le canzoni sono allegre ma con un retrogusto malinconico e scorrono via per bene: per essere un disco pop del tutto riuscito forse mancano un paio di pezzi trainanti in più, la graziosa Behind The Curtain non può fare tutto da sola… E due parole per la bella foto di copertina tratta da un’opera di Clara Crivellaro.

Tagged under: , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top