Dead Meadow + Stigmata + Blarke Bayer/Black Widow – 14/10/10 The Forum (Melbourne)

La nostra seconda serata al Melbourne festival vede un menù interessante: come portata principale gli americani Dead Meadow con due band di supporto come contorno, gli Stigmata, metallari provenienti dallo Sri Lanka, e Blarke Bayer/Black Widow, duo che fa parte della foltissima schiera di gruppi locali dediti al noise; una commistione un po' particolare sulla carta, spiegabile col fatto che si sia riunita tutta la musica "pesante" in un'unica serata.
L'inizio puntualissimo ci lascia spiazzati: a differenza della serata con i Boredoms decidiamo di prendercela comoda e così arriviamo un minuto dopo la fine del set di Blarke Bayer/Black Widow… peccato perché sulla carta (un ascolto sul provvidenziale myspace) era molto interessante, dato che entrambi i personaggi sotto pseudonimo sono attivissimi nella scena locale con mille progetti diversi: il primo è Robert Macmanus, batteria nei francesi Monarch e tenutario dell'etichetta Heaten Skulls, e il secondo è Ben Andrews, mente assieme al fratello Liam della band My Disco. Siamo in tempo però per un cambio palco estenuante (come nella serata dei Boredoms), a questo punto la domanda sorge spontanea: ma perché non si fanno un bel sound check tutti insieme al pomeriggio? la risposta sta nel fatto che questo è un altro "festival della birra", dove il nome dello sponsor "alcolico" è inciso a caratteri cubitali dappertutto e ad ogni pausa i bar presenti nel locale vengono assaliti da orde di assetati… Quando gli Stigmata si presentano sul palco hanno da subito gli applausi di tutto il pubblico presente: forse perché cinque cingalesi in tenuta e sonorità aderenti al 100% ai canoni dell'heavy metal classico non si vedono tutti i giorni. A parte la simpatia dei ragazzi, la musica che suonano ha sofferto molto il passare degli anni e questo NWOBHM con qualche puntata più da "metal progressivo" alla tedesca dopo pochissimo mostra la corda. Altra pausa enorme e il trio dei Dead Meadow sale sul palco e dopo un paio di pezzi di riscaldamento la band mostra il meglio del suo suono attuale: più che uno stoner canonico, stasera solo accennato, si ascolta una versione rock psichedelica anni '70 dei Jesus And The Mary Chains. Strumentazione perfetta per questo suono nel basso rickenbacker, nella chitarra telecaster e nelle due belle coppie di ampli orange con doppia cassa, peccato per la batteria dal suono "moderno" che stona davvero con il resto, una bella Pearl avrebbe davvero fatto la differenza. Il concerto prosegue senza particolari spunti fino alla naturale conclusione prima dei bis, al punto che preferiamo andare a casa senza aspettare la fine delle danze, segno che non siamo proprio entusiasti: in effetti non tutte le canzoni sembrano avere lo stesso impatto, alcune sono senz'altro valide ma altre sono un po' tirate via; lasciamo quindi il cielo stellato di cartapesta del Forum ben sapendo che presto ritorneremo.

Tagged under: , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

7 Training Days – Wires (Autoprodotto, 2013)

Arrivano al secondo album i laziali 7 Training Days e parlare di maturità, quando già lo abbiamo fatto per la…

17 Mar 2014 Reviews

Read more

AA.VV. - Pera Ascognüda (Tera Salvaria, 2013)

Non è inutile parlare di un'opera già esaurita in fase di prenotazione (solo 53 gli esemplari prodotti) quando si sta…

25 Sep 2013 Reviews

Read more

Philippe Petit & Friends - Reciprocess: +/VS. (Bip_Hop, 2009)

DJ, giornalista musicale, discografico, prima con il rock estremista e di confine della Pandemonium, ora con la più elettronica,…

21 Sep 2009 Reviews

Read more

Ventura - Ultima Necat (Africantape/Vitesse, 2013)

Ennesimo mattoncino Africantape sul già alto e forte muro. A questo giro, trattasi di trio svizzero - di Losanna per…

06 May 2013 Reviews

Read more

Blastula – Lingue Di Fuoco (Aimusic/Ambria Jazz, 2012)

Ecco di nuovo il duo voce-batteria messo in piedi da Monica Demuru e Cristiano Calcagnile: fa piacere vedere che simili…

06 Mar 2013 Reviews

Read more

Gian Luigi Diana – Cristalli Sonori (Setola Di Maiale, 2011)

Se per alcune uscite del catalogo della Setola possiamo indubbiamente parlare di jazz, per dischi come quello di Gian Luigi…

10 Oct 2011 Reviews

Read more

Pussy Gillette -s/t (Autoprodotto, 2021)

Austin, Texas. Brent Prager, Masani Negloria, Nathan Calhoun. Lercio rock'n'roll, grasso e con una voce, quella femminile di Masani che non ti…

05 Jan 2022 Reviews

Read more

Boslide - Nazisti Da Operetta (Death First!, 2019)

Spiace dover registrare il primo passo falso nella carriera del diabolico ed ambiguo gruppo romano: dopo due uscite in due…

24 Feb 2020 Reviews

Read more

Trapcoustic - Rugiada (Tape, Union Editions 2022)

Registrare la prima parte di una trilogia dei fenomeni il giorno di natale, nel 2020, dà un tono al proprio…

06 Mar 2022 Reviews

Read more

Lucifer Big Band – Atto I (Bloody Sound Fucktory, 2012)

La big band di Lucifero – chi l'avrebbe mai detto? - è una one man band: lo sottolinea l'idolo di…

27 Dec 2012 Reviews

Read more

Dialvogue (Andrea Bolzoni/Daniele Frati) – Improvising Dialogues (Setola Di Maiale,…

Un duo su Setola Di Maiale mi predispone sempre bene all'ascolto: di tutti i lavori pubblicati, le formazione a due…

26 Feb 2013 Reviews

Read more

Nicolas J. Roncea - Eight (Part One), (Autoprodotto, 2014)

Abbiamo già avuto modo di conoscere ed apprezzare Nicolas J. Roncea in quanto membro degli eccellenti Io Monade Stanca e…

29 Jul 2014 Reviews

Read more

David Bazan - 06/02/10 La Casa 139 (Milano)

Entrando alla Casa l'atmosfera non è delle migliori, un paio di gorilla coi modi spicci ti chiedono se hai la…

24 Feb 2010 Live

Read more

The Star Pillow – Invisible Summer (Midira, 2017)

Mi chiedo come Paolo Monti trovi il tempo per combinare le mille uscite discografiche (proprie e in compagnia, ultima Daimon…

05 May 2017 Reviews

Read more

NOFest! 2011 - 17-19/06/11 Spazio 211 (Torino)

Ancora il No Fest, ancora un weekend di giugno in quel di Torino, stavolta assistiti da tempo favorevole, con gli…

31 May 2011 Live

Read more

Planet Brain - Forecasts EP (Function, 2011)

Dopo l'album d'esordio nel 2007 e uno split coi londinesi Lebatol due anni fa, l'etichetta inglese Function Record pubblica il…

11 Jan 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top