tiogs

Three In One Gentleman Suit – Some New Strategies (Black Candy, 2005)

Dopo il superbo Ep Battlefields In An Autumn Scenario le attese per questo nuovo album del trio modenese erano spasmodiche. Tanto che forse un pò troppo in fretta alcuni hanno accolto Some New Strategies (uscito stavolta per la fiorentina Black Candy) non proprio nel migliore dei modi, in sintesi: troppo astruso, freddino e difficile rispetto al suo predecessore. Anch'io inizialmente (nei primi due ascolti diciamo) ho avuto la stessa impressione: forse perchè tutti ci aspettavamo quel post rock dalle linee malinconiche di facile presa perfettamente amalgamato al suono dei Karate.

Three In One Gentleman Suit – Some New Strategies (Black Candy, 2005) Read More
votolato

Rocky Votolato – Makers (Barsuk, 2005)

Ecco una gatta da pelare. Rocky Votolato (myspace qui) – da Seattle – si può inquadrare in quella folta schiera di gente con un background emo (prima infatti militava nella band emo Waxwing) che, da qualche anno a questa parte, si diletta ad imbracciare una chitarra acustica spiegandoci come l'amore sia l'unica risposta. Pitchfork, a priori come sempre, stronca miseramente queste velleità folk dall'alto dosaggio emozionale che strizzano l'occhio all'easy listening e quindi – come già fece con New Amsterdams (veramente brutto l'ultimo Story Like a Scar a differenza dell'album liberamente scaricabile Killed Or Cured) e Dashboard Confessional (Chris Carabba dei Dashboard tra l'altro è pure un amico di Rocky)- non ha risparmiato neppure Votolato.

Rocky Votolato – Makers (Barsuk, 2005) Read More
agnostic_front

Agnostic Front – Another Voice (Nuclear Blast, 2004)

Disco inconsistente e insapore come uno yogurt greco, ma senza fermenti lattici né carattere. Non ho mai avuto nulla in contrario che la working class avesse la possibilità di “innalzarsi dalla gabbia metropolitana per poter urlare a gran voce il proprio disagio”. Ma questi vecchi debosciati, solo Vinnie Stigma e Roger Miret degli originali, sono in età da pensione: troppo vecchi per essere inseriti in una fabbrica metalmeccanica e troppo imbolsiti per una bolgia hardcore. Ecco allora che potrebbe emergere la funzione terapeutica del calcio: se avessero avuto il pallone sarebbero sicuramente finiti a far i commissari tecnici in un bar e non a produrre dischi come questo. Ma a Brooklyn, purtroppo, il calcio non c’è.

Agnostic Front – Another Voice (Nuclear Blast, 2004) Read More
bob-copertina2

Bob Corn – Songs From The Spiders House (Fooltribe, 2006)

Tiziano Sgarbi (Tizio per chi gli è amico, l'uomo dietro la label Fooltribe) è un nome che da anni sento girare in rete. Purtroppo solo quest'anno ho avuto modo di conoscerlo di persona. A Musica Nelle Valli ci siamo solo salutati, poi in un'altra occasione ci ha pure offerto del lambrusco. Tiziano vive a S. Martino Spino (Mo), un piccolissimo borgo sul confine tra la provincia di Mantova e il modenese. 

Bob Corn – Songs From The Spiders House (Fooltribe, 2006) Read More