@c – Re: Barsento (Galaverna, 2014)

Galaverna è un progetto di radicalismo gentile. Label digitale devota all’arte del field recordings, lega pratica ed estetica in maniera indissolubile: pubblica un solo disco a stagione (salvo rare eccezioni) invita a non masterizzare le proprie produzioni per non diffondere plastica inutile, rende disponibile ogni lavoro gratuitamente, mantenendosi  fuori dal mercato. In catalogo trovate una decina di titoli (lavori di Yasuhiro Morinaga, Alessio Ballerini e Pietro Riparbelli fra gli altri) che vi suggeriamo di recuperare; oggi ci concentriamo sull’uscita estiva, opera del duo portoghese @c, alla seconda uscita per l’etichetta.
Re:Barsento è stato composto nel giugno del 2013 durante la residenza artistica Barsento Mediascape promossa nell’ambito della decima edizione dell’Interferenze New Art Festival,  a cui Miguel Carvalhais e Pedro Tudela hanno partecipato. Ne è scaturito un unico brano di mezz’ora che, in tre movimenti, parte dalla superficie e si inoltra nelle profondità della terra, fra pozzi e grotte, organizzando suoni rubati a pietre, erbe ed acqua, insieme ad altri incontrati durante la ricerca. Ma quello che suggerisce il disco va ovviamente ben oltre la semplice valorizzazione sonora degli elementi: l’ascolto fa emergere l’antica laboriosità nei ritmi e poliritmi sassosi della prima tranche, rileva gli spazi sconfinati compresi fra il fruscio dell’erba tagliata e il rumore dei jet ad alta quota, cattura l’anima di questa terra, che si infiamma di clangori industriali (la parte centrale) e filtra poi nelle viscere, scorrendo con le acque sotterranee. C’è, infine, tutto quello che ogni ascoltatore saprà cogliere, magari incrociandolo con la propria esperienza e che rende Re:Barsento un discorso sempre aperto a nuove interpretazioni.  Quello che si può dire con una certa sicurezza, la caratteristica migliore del lavoro, è il suo essere un percorso fra natura e cultura capace di coglie la musicalità più profonda e meno scontata di questi luoghi: non una semplice cartolina sonora, ma un frammento, piccolo ma capace di testimoniare lo spirito dei luoghi.

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Stop The Wheel - Morning (Madcap, 2006)

Amo passare il mio tempo, qualcuno direbbe sprecare, il mio tempo nei negozi dell'usato. E non parlo di dischi. I…

14 Jul 2006 Reviews

Read more

De Curtis – Baciami Alfredo (Tannen, 2010)

Uno dei rari casi in cui la stupida frase di Frank Zappa "parlare di musica è come ballare di architettura"…

25 Jul 2010 Reviews

Read more

Nekrasov/Humiliation – Split CD (New Scream Industry, 2009)

Con un po' di ritardo, ma anche questo CD viene dagli antipodi portato a mano dal nostro boss, mi appresto…

18 Jan 2011 Reviews

Read more

Cruel Experience - Lives Of Ugly Demons (Brigante/Hopetone/Edison Box e…

Rock a 360° di chiaro stampo americano per questo quartetto di Lucca che riesce a coinvolgere con un freschissimo mélange…

31 Mar 2017 Reviews

Read more

Mattia Coletti – The Land (Bloody Sound Fucktory/Town Tone/Wallace, 2011)

Verso l'opera di Mattia Coletti nutro sentimenti contrastanti: ho amato incondizionatamente ogni suo lavoro in duo, dai Polvere (con Xabier…

14 May 2012 Reviews

Read more

Hibagon - Polyposmic (Taxi Driver, 2019)

Matematica impossibile, cosmica e con derive metalliche neanche troppo mascherate. Album totalmente strumentale per questo duo bergamasco interamente dedito ai…

04 Feb 2020 Reviews

Read more

Chapter - Two (The Biographer) (Saiko, 2007)

Copertina extralusso stile piccolo libro "di una volta" con tanto di booklet strafigo per questo duo svizzero, in fin dei…

17 Oct 2007 Reviews

Read more

Maria Jikuuuuuuuuu – Level 7 (Spettro, 2012)

Dietro al nome d'arte di Maria Jikuuuuuuuuu si nasconde, chi l'avrebbe mai detto, Maria Jiku, ma il numero della vocale…

30 Oct 2012 Reviews

Read more

Spread - Anche I Cinghiali Hanno La Testa (Il Verso…

Intitolare ai cinghiali il proprio CD mi appare come il segnale di un atteggiamento genuino, un approccio spontaneo e senza…

14 Oct 2009 Reviews

Read more

Punk 'n' Rai (prima parte)

Il punk? Musica paranoide e sgradevole. I punk? Una rimasticatura di James Dean e dei Teddy Boys. Così la Televisione…

21 Apr 2013 Articles

Read more

Luther Blissett – Bloody Sound (Bloody Sound Fucktory/Eclectic Polpo/Brigadisco et…

Secondo lavoro per la interessante formazione bolognese dei Luther Blissett che ritorna dopo qualche rimaneggiamento tra le sue fila: perso…

18 Oct 2011 Reviews

Read more

Johnny Mox - Lord Only Knows How Many Times I…

The other side of Johnny Mox è sorprendente solo per chi ha conosciuto il musicista di recente: gli altri ricorderanno,…

06 Dec 2012 Reviews

Read more

Mingle &The Land Of The Snow -Vuoto/Leere (Luce Sia, 2016)

C’è in rete un video di Giovanni Lindo Ferretti girato sulle sue montagne, pochi secondi di ripresa e una breve…

20 Jan 2017 Reviews

Read more

AA.VV. - Treatment Effects (Chew-Z, 2007)

Treatment Effects, che arriva ad un anno esatto dalla nascita della net label torinese Chew-Z, è la seconda compilation nel…

10 Jun 2008 Reviews

Read more

The Tall Ships - Paint Lines On Your Glasses Look…

Mi ha incuriosito il fatto che l'esordio dal titolo chilometrico di questo terzetto di S. Diego sia uscito per un'etichetta…

01 Dec 2006 Reviews

Read more

Claudio Lugo/Esther Lamneck - GenoaSoundCard (Amirani, 2007)

Buffo, ma parlando del bel disco degli EAQuartett avevo fatto menzione delle note interne redatte da Claudio Lugo e del…

09 Oct 2007 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top