Boredoms + Kes Band + Bum Creek – 09/10/10 The Forum (Melbourne)

Arriviamo perfettamente in orario alla serata più "in" del mese al Melbourne festival: alla mezzanotte sarà il 10/10/10 e il mitico show dei Boredoms con 10 batteristi sta per iniziare; scopriamo subito che in effetti non solo in Italia si va un po' lunghi coi tempi, ma per fortuna The Forum è un posto tanto kitsch quanto gradevole e i divanetti ci aiutano nella lunga attesa delle band di supporto, mentre siamo sotto ad un cielo stellato di cartapesta, circondati da statue neoclassiche in gesso dorato.
Molto più divertente l'attesa che l'ascolto dei Bum Creek: purtroppo gli Animal Collective hanno mietuto vittime anche qui e i tre indierockers locali credendosi ancor più "sperimentali" si dilettano in una serie di suoni strampalati senza capo né coda, come delle intro sgangherate una dietro l'altra… e dire che sono davvero in evidenza da queste parti. Va appena meglio per Kes Band, anche se questo folto gruppo riformato per l'occasione si produce solamente in una serie di canzonette indie anonime, con la classica formazione rock e in aggiunta tre coristi tra cui una giapponesina urlante: che sia stato il motivo per aggregarli alla serata? Alla fine il tempo scorre lento e i preparativi per il concerto principale si dilatano aspettando la mezzanotte: finalmente si piazzano sul palco Eye con pedaliere varie e il suo muro di chitarre incollate tra di loro, il chitarrista, Yoshimi a tastiere e batteria e otto batteristi di varie formazioni locali e non; i conti da subito non tornano percboredomslive2hé manca ancora all'appello una batteria e infatti all'inizio del primo brano il batterista dei Boredoms Yojiro viene portato su una lettiga sul palco mentre sta suonando: con questa mossa di teatro la formazione è finalmente al completo. Veniamo quindi alla musica: purtroppo in questa serata non se ne è vista molta neanche durante il concerto degli headliners, dato che alla fine avere uno, dieci, cento batteristi che fanno tutti lo stesso tempo con gli stessi giri esatti non è molto divertente e per il resto i Boredoms stessi sembrano semplici semplici, qualche campione qui e là, un paio di giri di chitarra (in totale per tutto il concerto! Uno dei due era quello di Acid Police) e qualche colpo di bastone sul muro di chitarre (tutte con accordature standard)… resta solo Eye urlante con i suoi microfoni effettati che corre qua e là come un folletto: troppo poco, forse anche a causa delle grandi aspettative. L'unica soluzione è farsi trasportare dal mantra dei giri di batteria anche grazie al volume altissimo: questo gioco pare funzionare per più di venti minuti per gli scenesters presenti in massa stasera, anche se sono stati aiutati parecchio dai fiumi di birra che si sono bevuti, ma per gli astemi non è purtroppo stato esattamente così; a parte l'effetto particolare di avere dieci batterie sul palco per ben due ore (due ore!) si è suonata una sola canzone, con l'eccezione della già citata Acid Police e del bis in cui qualcuno ha timidamente accennato variazioni nei giri delle batterie: un po' troppo poco, forse più che Boadrum si potrebbe chiamare Boringdrum.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Gianluca Becuzzi – Trax To Trax (Silentes, 2012)

Per uno stakanovista della musica come Gianluca Becuzzi operazioni come Trax To Trax sono quantomai benvenute, permettendo all'appassionato di trovare…

08 Jan 2013 Reviews

Read more

Eagle Twin/Pombagira - Split LP (Mordgrimm, 2010)

Pubblicato in occasione del tour che ha visto i due gruppi attraversare l'Europa, toccando anche l'Italia (se ve la siete…

30 Oct 2010 Reviews

Read more

Mastodon - Blood Mountain (Warner Bros, 2006)

L’allontanamento dalla Relapse in virtù di una major non sembra aver intaccato particolarmente la creatività e la furia dell’eclettico quartetto…

01 Dec 2006 Reviews

Read more

Gnaw Their Tongues - Eschatological Scatology (Autoprodotto, 2012)

Seguire tutte le uscite del prolifico Maurice De Jong non è facile: fra album, split e singoli siamo già oltre…

25 Sep 2012 Reviews

Read more

Cleisure - Hidrogen Box (Overdub, 2019)

Sempre dal calderone Overdub sbucano anche questi Cleisure, giovane trio innamorato delle chitarrine di Jay Reatard seppure senza essere di…

21 Oct 2019 Reviews

Read more

Kiwibalboa - Natale In Argentina (Overdub, 2019)

Da Genova un gradevole indie pop caramelloso per amanti dei dolciumi delle fiere stagionali. Leggero e disimpegnato, Natale In Argentina,…

11 Feb 2020 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 27 (30/04/15)

Puntata numero ventisette della terza stagione di The Sodapop Fizz, ospite Loris Zecchin deus ex machina della fanzine Solar Ipse:…

04 May 2015 Podcasts

Read more

Giovanni Dal Monte – Visible Music For Unheard Visions…

Non so se avete ascoltato la puntata di Sodapop Fizz che aveva per ospite Alberto Boccardi (se ve la siete…

04 Aug 2015 Reviews

Read more

Micah P. Hinson – 16/07/10 Verona Folk Festival (Bovolone -…

Nel cartellone di quello che è certamente il festival peggio pubblicizzato della storia si poteva scorgere, fra i nomi della…

12 Jun 2010 Live

Read more

Hidden Reverse - Six Cases Of Sleep Disorder (Azoth, 2017)

Gli Hidden Reverse sono Simon Balestrazzi e Massimo Olla, che qui danno seguito alla notevole cassetta edita qualche anno fa…

18 Dec 2017 Reviews

Read more

Luca Santini & Paolo Sanna - Elementi (Setola di…

È un piacere ritrovare il percussionista Paolo Sanna, stavolta in coppia con Luca Santini, su un’etichetta che per una certa…

18 Sep 2014 Reviews

Read more

Crisis - Holocaust Hymns (Apop, 2006)

Finalmente dopo quasi trent’anni qualcuno si è deciso di a farlo. Stiamo parlando di una raccolta riassuntiva della miglior produzione…

15 Nov 2006 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 33 (11/06/15)

Puntata numero trentatre della terza stagione di The Sodapop Fizz, Emiliano e Massimo in un episodio dedicato ai loro chitarristi…

14 Jun 2015 Podcasts

Read more

Appleyard College - Look at Me (Cold Current, 2007)

Tanto per cominciare, parlando di nuove "indie che crescono" direi che la Cold Current per gusto, eterogenia e fegato si…

20 Jun 2007 Reviews

Read more

Dead Elephant, da Pasolini al grande mietitore

Nuova uscita, ancor nel 2011, per gli italianissimi Dead Elephant che con questo Thanatology confermano appieno di aver raggiunto la…

28 Jan 2012 Interviews

Read more

?Alos - Yomi, L'Oscura Terra Dei Morti (Bar La Muerte,…

Per questo 10", che fa da ponte tra Ricamatrici e un nuovo disco già in preparazione, Stefania Pedretti sceglie di…

14 Feb 2011 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top