Bachi Da Pietra – Insect Tracks (Wallace/Boring Machines/Bronson, 2010)

Tempo di disco dal vivo per i Bachi Da Pietra dopo tre album in quattro anni e un'attenzione crescente da parte di pubblico e (alla buon'ora) media. Se è vero che ogni live è in qualche modo un'autocelebrarsi, questo ha il merito di mettersi in gioco attraverso una selezione di pezzi che esclude quelli di più facile presa e presentando versioni riviste, alcune anche di parecchio, rispetto agli originali. Non sempre la cura li rende migliori ma anche questo contribuisce a trasmettere il rischio insito nella performance dal vivo e comunque tutti vanno considerati nel contesto in cui sono inseriti, quello di una narrazione.
Disponibile solo in edizione vinilica  con allegato DVD, il disco testimonia due sessioni di registrazione presso il teatro Arboreto di Mondaino (RN): una durante il giorno, senza pubblico e una serale, davanti a una selezionata platea. Poiché un live è spesso un camminare a ritroso nella storia di un gruppo, troviamo per prima, sul lato A, la sessione notturna che si apre col pezzo che chiudeva l'ultimo album, La Scala Del Solaio, in un gioco di rimandi a cui chi segue i Bachi è probabilmente avvezzo. Sorprende Andata, con la voce che sfiora il bel canto come mai era accaduto prima d'ora, mentre Notte Delle Blatte, inevitabilmente scura, è il primo inedito, con coordinate musicali che proseguono quelle di Tarlo Terzo. All'estremo di questo viaggio al termine della notte troviamo la Casa Di Legno che col suo bruciare, come recita il testo, "apre altre strade" facendoci approdare alla seconda facciata. Il lato diurno si presenta con la dura presa di coscienza di Mestiere Che Paghi Per Fare per proseguire ne I Suoi Brillanti Anni Ottanta, suonata con un'urgenza che sacrifica la drammaticità originale. Ma appunto non c'è tempo e la nuova Strada Verso Incisa è un invito a partire, così come il medley finale Prostituisciti/Verme, entrambe dal primo disco, ci restituisce l'immagine d'un fuoco purificatore che brucia una stanza e costringe ad uscire. Che sia questo il significato, due facciate  complementari e speculari al tempo stesso? Il tagliare col passato? Quest'autunno, all'uscita del nuovo album, ne sapremo di più.
Nel DVD trovate le riprese del concerto serale (con l'aggiunta di Lina, che non trovate sul disco) ma il vero protagonista è, giustamente, l'eminenza grigia che sta dietro a tutta l'operazione: Francesco Donadello, batterista dei Gairdini Di Mirò che coi suoi macchinari anni '50 ha registrato tutto e ha poi seguito l'incisione del vinile a sua volta effettuata al tornio, con tecnica arcaica.

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

T.A.C. - Chaosphere (Old Europa Café, 2013)

Rispolverato fuori dal cassetto di Simon Balestrazzi, esce a quindici anni di distanza questo Chaosphere, registrato infatti nel 1997/1998 ma…

01 Jul 2013 Reviews

Read more

Furtherset - To Alter And Affect EP (-Ous, 2018)

Attivo già da qualche anno, Tommaso Pandolfi aka Furtherset ha pubblicato varie uscite e alcune presenze in contesti importanti dentro…

27 Apr 2018 Reviews

Read more

The Fresh & Onlys - S/T (Castle Face, 2008)

Ultimamente sono ossessionato dalla teoria dell'estinzione del rock entro e non oltre i prossimi trent'anni. E visti i prodromi…

17 May 2009 Reviews

Read more

Kitchen Door - Sodapop Edition n.1

Ecco il richiestissimo ritorno del funambolico duo del nord-est: i nostri diggei ci propoinano anche questa volta una degna scaletta…

20 May 2009 Podcasts

Read more

VV. AA. - Cinque pezzi facili 5 (Under My Bed,…

Capolinea per la serie Cinque Pezzi Facili: quinto capitolo, ultimi due gruppi. E finalmente, accostando le copertine, potrete riconoscere il…

20 Feb 2013 Reviews

Read more

Jonathan Inc. - Lost: Time (Arctic Rodeo, 2011)

'There's a word on my lips, which I could not explain' canta jonathan Anderson in Long Gone e fa il…

25 Nov 2011 Reviews

Read more

Andrea Tich - Una Cometa Di Sangue (Snowdonia, 2014)

In periodo sanremese casualmente ci capita tra le mani il lost album del veterano Andrea Tich che, nonostante sia pubblicato…

18 Feb 2015 Reviews

Read more

Merzbow/Gustafsson/Pandi – Cuts (Rare Noise, 2012)

Masami Akita, nell'ambito del noise massimalista di cui è maestro, ha probabilmente e da tempo già detto tutto e per…

08 Mar 2013 Reviews

Read more

Bachi Da Pietra - Festivalbug (Corpoc, 2013)

Non sono passate dodici lune dall’uscita di Quintale che già il baco torna a farsi sentire: il suo lavoro è…

20 Dec 2013 Reviews

Read more

Nole Plastique - Escaperhead (Nexsound, 2008)

Altra uscita per l'etichetta "pop" di Andrei Kiritchenko, la terza per essere precisi e la prima ad essere davvero interessante…

17 Jun 2008 Reviews

Read more

Petrolio - Di Cosa Si Nasce (Taxi Driver/Brigante/Dio Drone e…

Enfatico industrial primi anni novanta per la creatura di Enrico Cerrato (Infection Code) che rispolvera per l'appunto un genere a…

15 May 2017 Reviews

Read more

Kitchen Door - Sodapop Edition n.4

Ultima puntata dell’anno. Anche dalle parti di Kitchen Door, laggiù nella pianura, tira aria di buonismo natalizio, che si traduce…

30 Nov 2009 Podcasts

Read more

Enabler - All Hail The Void (Southern Lord, 2012)

Mi ero ripromesso di non cagare di striscio nessun disco della Southern Lord che presentasse una copertina nera e contenesse…

26 Nov 2012 Reviews

Read more

Maggot/Heifetz – Plays The Music Of Slobodan Kajkut (God, 2013)

Uno split LP in cui due formazioni chitarra-batteria interpretano composizioni di Slobodan Kajkut, dal tono evidentemente minimalista: il suono, nei…

20 May 2013 Reviews

Read more

Black Rainbows - Carmina Diabolo (Longfellow Deeds, 2010)

Ennesima clonazione della fuzzatissima formula, ormai nemmeno più tanto in voga, che a metà anni novanta ha portato Josh Homme…

01 Jul 2010 Reviews

Read more

dQtç – Nullachtfünfzehn (Invaders, 2011)

Si definiscono un trio di improvvisazione noise ma Antoine Läng, voce ed elettronica, Vincent Membrez, synth, e Lionel Friedli, batteria,…

07 Dec 2011 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top