Arrington De Dionyso – Malaikat Dan Singa Tak Terbatas (Autoprodotto, 2010)

A cosa serve una recensione? Dal punto di vista del lettore, intendo. Può essere un consiglio (o uno… sconsiglio) per gli acquisti se non si ha il disco in questione, un momento di confronto se lo si ha già; addirittura, nei casi più felici, può offrire una chiave di lettura. Tutte possibilità che non riguardano questo disco, copia unica sorella di tante altre copie a loro volta uniche. La storia è questa: Arrington De Dionyso entra in possesso di un macchinario degli anni '40 che permette di incidere (nel vero senso della parola) flexy disc; invece di usarla per produzioni seriali la collega ad un microfono e per ogni disco incide una diversa improvvisazione. Poi ritaglia alla benemeglio il foglio di plastica rossa (nel caso della mia copia, ma ne ho visti di altri colori) e lo infila in una copertina da 7" illustrata a mano nel suo peculiare stile naif (lo stesso di tutte le copertine degli Old Time Relijun). Infine, nella confezione infila un CD-R (questa volta uguale per tutti) con la registrazione delle improvvisazioni migliori di tutta la session (alcuni temi appaiono in diverse versioni). Il materiale si presenta come un'estensione del recente album Malaikat Dan Singa in chiave più scarna, tanto che questa edizione ne riprende il titolo aggiungendo (se il traduttore di google non mi ha tradito) l'aggettivo "illimitato", non so se riferito alla produzione potenzialmente infinita e diversificata o al fatto che la canzone del flexy alla fine produca, per via di un solco ad anello, un suono senza fine. Passando alla musica, sia sul supporto analogico che su quello digitale troviamo basi di batteria senza cambi di tempo che arrington.d.d.7bsostengono a volte un clarone nervoso, altre la voce, qualche fruscio, in un caso anche un loop di chitarra. Il cantato, in indonesiano ad assecondare l'ultimo trip del nostro, opta per toni rauchi e urli spiritati; sarà la disabitudine all'ascolto di una lingua così insolita, ma in alcuni casi mi sembra di riascoltare Aldo Giovanni e Giacomo nei panni della famigliola sarda. Per la cronaca il pezzo sul flexy in mio possesso è una variazione delle tracce 1 e 14 de CD: all'inizio qualche rumore non meglio identificato, poi la batteria secca su cui si arrampica la voce che privilegia le intonazioni grottesche, clarone free che compare a metà e poi lascia nuovamente spazio alla voce, leggermente meno isterica. Finale, l'ho già detto, in loop. Com'è tipico di questa musica i momenti interessanti si alternano ad altri meno felici e visto la formula per forza di cose poco varia (De Dionyso suona tutto da solo, come nell'ultimo CD, ma qui registra anche in presa diretta), emergono i brani che si differenziano maggiormente: il quinto, solo sax e rumori di fondo e l'atmosfera notturna dell'ottavo, chitarra in loop, sax più rilassato, qualche fruscio. Inutile dire, infine, come l'interesse della cosa non risieda solo nel fatto musicale ma anche nella curiosità che l'oggetto suscita, in puro stile Arrington De Dionyso.

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Swims - Ep (Distile, 2007)

Altro ottimo esempio di come cambino i tempi e di come l’oceano sia sempre più piccolo, avvicinando i due continenti…

26 Mar 2007 Reviews

Read more

On Fillmore/Pupillo, Kazuhisa, Yasuhiro - Phonometak Series #7 (Phonometak/Wallace, 2010)

Era un da un po' di tempo che mi chiedevo che fine avessero fatto questi due geni, perché al di…

26 Mar 2010 Reviews

Read more

Nuno Moita/Matteo Uggeri - Bathala (Old Bicycle, 2013)

Provate a prendere il vostro registratore digitale o a cassette o minidisk che sia, e andare in giro a registrare…

07 Apr 2014 Reviews

Read more

Micah Gaugh Trio - The Blue Fairy Mermaid Princess (Africantape,…

 Jazz, free, songwriting... non vi basta? Bello, bello, bello. Potrei chiudere qui e dirvi di andare a recuperare questo disco,…

05 Apr 2013 Reviews

Read more

Audrey - The Fierce And The Longing (Tenderversion, 2008)

Le Audrey sono un gruppo femminile scandinavo e The Fierce And The Longing è il loro secondo disco; non avendole…

10 May 2008 Reviews

Read more

Giulio Aldinucci - Tarsia (Nomadic Kids Republic, 2012)

Il nuovo lavoro di Giulio Aldinucci esce per una etichetta giapponese e questo mi conferma l'idea che mi ero fatto…

13 Nov 2012 Reviews

Read more

Monsieur Gustavo Biscotti - S/T (6X6, 2008)

Era cosa impensabile, anche solo poco tempo fa, trovare a Mantova quattro musicisti interessati a sviluppare un progetto non banale…

12 Dec 2008 Reviews

Read more

Taub - The Wrong Path (Bearsuit, 2010)

Dietro alla sigla Taub, di cui avevamo già recensito un ottimo lavoro qualche tempo fa, si nascondono Harold Nono e…

13 Sep 2010 Reviews

Read more

Freshkills - Creeps And Lovers (Arclight, 2005)

Che cazzo gli ha preso al mondo? Se in questa recensione riuscissi a rispondere a questa domanda sarei probabilmente in…

06 Jan 2007 Reviews

Read more

My Dear Killer – The Electric Dragon Of Venus (Boring…

Sorprende vedere come un'etichetta nota per la musica di ricerca come la Boring Machines stia, col tempo, accogliendo sotto la…

13 Mar 2013 Reviews

Read more

Hermetic Brotherhood Of Lux-Or - Sex And Dead Cities (Boring…

In questi ultimi anni nessuno ha saputo raccontare la Sardegna, il suo spirito, la sua storia e il suo presente,…

27 Dec 2019 Reviews

Read more

Liars – 28/05/13 Interzona (Verona)

Torna in Italia in gruppo newyorkese, per presentare l'ormai non recentissino WIXIW e immancabilmente fa tappa a Interzona, con cui…

21 Jun 2013 Live

Read more

Little Black Dress - Dunes EP (Idol, 2013)

Gli EP sono creature strane. Benedetti se si deve parlare di qualcosa che è mediocre, terribilmente dolorosi se si tratta…

02 Aug 2013 Reviews

Read more

Toilet Door n.7 - Siamo Uomini O Conigli?

Direttamente dal cortile di Sodapop ecco la compilation per allietare i vostri amichetti domestici: una manciata di pezzi per gli…

23 Jun 2012 Podcasts

Read more

Giacomo Papetti/Emanuele Maniscalco/Gabriele Rubino - Small Choices (Aut, 2013)

E pensare che ho conosciuto Davide solo due anni fa, ad un mini festival in quel di Bologna e…

20 Jun 2013 Reviews

Read more

Mathians / Dot (.) - Split 7" (Dufresne, 2006)

In periodi di “downtuning, doom, sludge” e rallentamenti vari, nel mentre della quasi beatificazione di O'Malley (Sunno))), Khanate, etc.) in…

15 Oct 2006 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top