Antonello Cresti – Lucifer Over London (Aereostella, 2010)

Sarebbe ahimè troppo sostenere che questo libro, dall’eloquente sottotitolo di “Industrial, folk apocalittico e controculture radicali in Inghilterra”, vada a colmare una lacuna per quel che riguarda l’editoria di genere in Italia. Più corretto è dire che si tratta di uno dei primi tasselli, dopo una manciata di titolo usciti per Shake e Stampa Alternativa, che si preoccupa di analizzare uno dei fenomeni più interessanti della musica di fine XX secolo e che purtroppo rimane confinato, almeno per quel che riguarda la percezione comune, negli angusti ambiti della dark music.
In realtà qui si parla di cultura a tutto tondo ed è certamente il maggior pregio del libro quello di inserire la storia di alcuni gruppi significativi (Throbbing Gristle, Psychic TV e Coil per l’industrial e Current 93, Death In June e Sol Invictus per il folk apocalittico) nel solco della “tradizione eccentrica inglese” che Antonello Cresti, da italiano innamorato della terra d’Albione, osserva da una posizione privilegiata. Nelle prime 100 pagine, le più illuminanti, si parla poco di musica, concentrando l’attenzione su scrittori, occultisti, cineasti e movimenti che hanno portato avanti questo spirito nel corso dei secoli, fornendoci così un appoggio prezioso per rileggere le carriere dei sei gruppi trattati. Infatti se la parte successiva, dedicata alle biografie, sarà utile soprattutto a neofiti e curiosi, questa è fondamentale per chiunque voglia addentrarsi in profondità nella materia, poiché fornisce una trattazione strutturata e molto erudita su di una serie di temi che per il profano, seppur appassionato, sarebbe altrimenti difficile raccogliere e organizzare. Più in linea con un libro che tratta di musica è, come dicevo, la parte successiva, che dà comunque un quadro completo della carriera delle band, collegandole quando è il caso agli argomenti trattati ai capitoli precedenti. In appendice e sono nuovamente pagine molto interessanti, troviamo tre interviste: una a Steve Sylvester sul rock occulto inglese, una a Vittore Baroni su COUM Transmission/Trobbing Gristle (la cui trattazione nella parte biografica è piuttosto sintetica, ma trattandosi di un gruppo ampiamente storicizzato è certo più istruttivo questo sguardo critico da parte della più importante firma in campo nazionale) e una a Luca Lionello Rimbotti, intelligente e ricca di spunti, sull’inestricabile questione della fascinazione per le tematiche e il simbolismo di estrema destra. Lucifer Over London è un libro adatto sia a chi si avvicini per la prima volta a questi ambiti, trovando una serie di informazioni complete e ben contestualizzate, sia all’iniziato, che potrà servirsene come punto di partenza nell’approfondire i discorsi extramusicali.

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Paolo L. Bandera - Registrazioni Di Campi Tellurici E…

Ritorna il decano se non addirittura lo storico ed ideologo per antonomasia dell'area grigia italiana, con un proprio prodotto programmmatico…

13 Nov 2020 Reviews

Read more

L'Enfance Rouge – Bar-Bari (Wallace, 2010)

Riprende la navigazione il gruppo italo-francese a tre anni dal precedente Trapani - Halq Al Waady: siamo sempre all'interno del…

05 Feb 2011 Reviews

Read more

Silent Carnival - Drowning At Low Tide (Viceversa/Seltz, 2016)

Che ci fossero le basi per essere un disco eccezionalmente alto in qualità, visti i protagonisti coinvolti, era fuori ombra…

14 Nov 2016 Reviews

Read more

Il Cielo Di Bagdad - Manca Solo La Neve (Autoprodotto,…

Mi sa che c’ho una buona stella lassù che fa sì mi arrivino per posta dei demo che non mi…

20 Nov 2006 Reviews

Read more

Soft Black Star - La Mer, La Bataille, La Mort…

Ritorna un progetto molto home friendly e che mi era piaciuto qualche tempo fa con l'esordio Geneva In Neve, parliamo…

15 May 2012 Reviews

Read more

STROMBOLI - Exiles (digital ep, Depths, 2021)

Facendo qualche calcolo sono più di 10 anni che in qualche modo ascolto le opere di Nico Pasquini, prima coi…

30 Dec 2021 Reviews

Read more

MojaSfera - Equilibrio Infranto (Autoprodotto, 2008)

A volte è davvero difficile. L'incomprensione, la poca disposizione all'analisi e spesso una buona dose di convinzioni dure a morire.…

17 Nov 2008 Reviews

Read more

Carla Dal Forno - 25/04/2018 Monk (Roma)

Finalmente recuperate le date di presentazione dell’ep The Garden dopo la cancellazione del tour italiano dello scorso anno. La proposta…

02 May 2018 Live

Read more

Cafeteria Dance Fever - Danceology (Hovercraft, 2012)

Garage quasi tipo Cramps. Suoni sporchissimi che in confronto il tradizionale Lo-fi è una roba passata sotto l'engineering di Brian…

14 Jun 2012 Reviews

Read more

Mastodon - Blood Mountain (Warner Bros, 2006)

L’allontanamento dalla Relapse in virtù di una major non sembra aver intaccato particolarmente la creatività e la furia dell’eclettico quartetto…

01 Dec 2006 Reviews

Read more

Death In June + Fire+Ice + Vurgart – 28/10/11 Carlito’s…

Tour del trentennale, dopo lunga assenza dai palchi, per i Death In June: come non esserci? Sì, anche solo per…

11 Nov 2011 Live

Read more

Sakee Sed – Alle Basi Della Roncola (Mousemen, 2010)

Quelle contenute in Alle Basi Della Roncola, esordio dei Sakee Sed, sono canzoni da balera, o da saloon, suonate con "sentimento…

24 May 2010 Reviews

Read more

Smallgang - Trespasses (Damnably, 2011)

"Una delle band live più interessanti del panorama londinese!"...Non male direi come presentazione. Ma si sa che i comunicati stampa…

14 Dec 2011 Reviews

Read more

The Death Of Anna Karina - Lacrima/Pantera (Unhip, 2011)

Ricordo che quando mi dissero che The Death Of Anna Karina avevano svoltato in favore del cantato in italiano, subito…

20 Feb 2011 Reviews

Read more

Extra Life – Made Flesh (Africantape, 2010)

Sorprende trovare, in un catalogo così stilisticamente orientato come quello dell'Africantape, il disco di quello che alla fin fine è…

19 Feb 2010 Reviews

Read more

Deison - Quiet Rooms (Aagoo, 2012)

A questo giro ritorna Cristiano Deison, che vanta una carriera solista di tutto rispetto divisa fra dischi in proprio e…

27 Nov 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top