Andrea Belfi – Between Neck And Stomach (Hapna, 2006)

Andrea Belfi ormai inizia ad esser un nome conosciuto, ma per quelli di voi che non sapessero nulla dei suoi CDR solisti e di questo nuovo episodio in pompa magna su Hapna, stiamo parlando dell'uomo che siede e sedeva dietro le pelli di Rosolina Mar, 3/4 Had Been Eliminated (e i Gilda per quei pochi che che come me possiedono il 7"). A scanso di equivoci i dischi solisti di Belfi non hanno nulla a che fare con i gruppi rock da cui proviene, anzi, nel caso specifico di Between Neck And Stomach si può tranquillamente parlare di avant-psichedelia, morbida, depressa e in piuttosto minimale. La maggioranza delle tracce si sviluppa progressivamente ed in modo molto tranquillo: batterie, voci, fisarmoniche, armoniche, rumori acustici e/o concreti, tastiere, molte chitarre e malinconia senza troppa parsimonia. Sia per l'effetto globale che per il gusto nella produzione (non a caso affidata a Valerio Tricoli oltre che a Belfi), o vuoi per le melodie, mi vengono in mente alcune delle cose più morbide dei This Heat, dei Faust e dei Can. Citare questi tre gruppi è un po' come dire tutto e niente, però mi sento di aggiungere che i nostri fricchettoni quando volevano rendersi ascoltabili portavano in aree non così distanti da quelle di questo cd. Belfi non è che l'ultimo di una nutrita schiera di italiani atterrati in terra di Svezia e se la strada è stata aperta dai Sinistri (ex-Stafuckers), gli altri baldi incursori sono stati Giuseppe Ielasi ed i 3/4 Had Been Eliminated. Non tutte le tracce di Belfi vanno a colpo sicuro, nonostante ciò si tratta di un ascolto piacevole ma allo contempo interessante, credo che brilli di alcuni momenti incredibilmente ispirati di cui Footprints ne è un buon esempio. Si tratta di materiale che giustamente ha dignità di stare all'estero e su di un'etichetta di tutto rispetto: se vi stavate domandando se si trattava di un italiano qualunque? No, non è un italiano qualunque.

Tagged under: , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Eagle Twin/Pombagira - Split LP (Mordgrimm, 2010)

Pubblicato in occasione del tour che ha visto i due gruppi attraversare l'Europa, toccando anche l'Italia (se ve la siete…

30 Oct 2010 Reviews

Read more

St.Ride - Primitivo (Niente, 2011)

Gli St.Ride sulla loro Niente records continuano a sfornare dischi e arrivano con Primitivo, che altro non è se non…

30 Nov 2011 Reviews

Read more

The Enchanted Realm - Of The Pink Widower (Northpole, 2008)

Il giro della Northpole è in un certo senso fantastico, come quello dei Rollerball seppure i due non siano legati…

12 Sep 2008 Reviews

Read more

Skull Defekts - Skull Defekts (Thrill Jockey, 2018)

Non saprei sinceramente rispondere alla domanda se questo sia o meno l’album più bello degli Skull Defekts e credo che…

07 Jun 2018 Reviews

Read more

The Lodger + Je Suis Animal + Esiotrot + Mexican…

Colgo l'occasione di una recente visita nella capitale dell'impero, quello del bene, e cerco di orientarmi rispetto alle nuove coordinate…

07 Mar 2009 Live

Read more

Jane & The Magik Bananas - Inscrutable Intentions (Unrock, 2020)

Dopo un lungo periodo di silenzio ritornano i Jane & The Magik Bananas, impro trio dal nome rock’n’roll formato da Sam…

28 Apr 2020 Reviews

Read more

Simm - Too Late To Dream (Ohm Resistance, 2021)

Il bello arriva quando si perdono le speranze, rilasciando i propri gesti più intimi e personali senza più remore. Terza…

23 Nov 2021 Reviews

Read more

Orko Trio – S/T (Dobialabel, 2011)

Disco dalle complesse architetture progressive rock questo esordio dell'Orko Trio, composto da Michele Cuzziol, Enrico Giletti e Giorgio Pacorig, gode…

22 Feb 2012 Reviews

Read more

The Moo-Rays - S/T (Autoprodotto, 2015)

Garage rock 'n' roll completamente sardo. Se cercavate il fil rouge tra i mammuthones (le maschere tradizionali, non la band)…

12 Feb 2016 Reviews

Read more

Joanna Newsom - Have One On Me (Drag City, 2010)

Dopo quello Ys che tanto ha fatto parlare di sé qualche anno fa, ritorna  la principessina dell'indiefolk Joanna Newsom, ben…

02 Apr 2010 Reviews

Read more

Drink To Me - Don’t Panic, Go Organic (Midfinger, 2008)

Esordio ufficiale per i canavesani Drink To Me, dopo una serie di cd-r per la personale etichetta Stuprobrucio. Meno naif…

27 Apr 2008 Reviews

Read more

Built To Spill - 26/10/08 Interzona (Verona)

Nemmeno i Built To Spill sembrano sfuggire al triste rito del tour autocelebrativo, in cui gruppi più o meno…

02 Nov 2008 Live

Read more

Jon Rune Strøm Quintet - Fragments (Clean Feed, 2018)

Molto particolare la scelta del norvegese Jon Rune Strøm, già attivo negli interessanti Friends And Neighbors e Universal Indians, nonché…

19 May 2018 Reviews

Read more

The Tall Ships - Paint Lines On Your Glasses Look…

Nulla da dire, se non che questo disco è ben suonato e ben prodotto, il gruppo di San Diego è…

28 Nov 2006 Reviews

Read more

Jodis – Secret House (Hydrahead, 2009)

Diamo il bentornato a James Plotkin; era dai tempi dell'abisso lovecraftiano di Chaos Is My Name dei Khlyst che non…

31 Dec 2009 Reviews

Read more

Above The Tree – Into The Nature EP (Musica Per…

Ho già incontrato Above The Tree, nome dietro il quale si nasconde Marco Bernacchia, un paio di volte in passato,…

19 Sep 2011 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top