All Leather – When I Grow Up, I Wanna Fuck Like A Girl (Dimmak, 2010)

L'ironia ed il cattivo gusto ricordano qualcuno?…che poi sarà così ironico essendo Justin Locust gay? E il fatto che lo sia cambia qualcosa? Anche voi PRESUNTI etero che non avrete (avremo, mi ci metto pure io per par condicio) mai il coraggio di esplicitare a voi stessi il fatto che più che amarle le donne, le invidiate (invidi-amo) e/o le temiate… beh anche per loro (noi?… Oi?!) l'idea di "scopare come una ragazza" come esplicitato nel titolo, non è seducente? forse lo è più che crescere, tanto da fare del titolo stesso una contraddizione in termini… non avete capito un cazzo di quello che voglio dire… vero?!? Se comunque, fin dalle prime battute di questa recensione demente state pensando ai Locust, la risposta è esatta e non è un caso infatti alla voce c'è proprio Justin Pearson (che fra gli altri è ex-Some Girls, Swing Kids, etc).
Gli altri compagni di corsa in questo caso sono Nathan Joyner dei Some Girls e Justin Sing dei Maniqui Lazer. Se siete della scuola che a Bologna definirebbero tecno-maraglia e ai Crookers preferite i Bloody Beatroots e Steve Aoki (che non a caso della Dimmak è il boss), state pur certi che adorerete questo disco, perché è così cafone che i vostri vicini saranno indecisi sul pensare che siate andati ad un rave ed oltre a voi ci sia rimasto dentro anche il vostro stereo. Tempi quasi tutti in quarti ma con cadenze diverse e sempre dritte fra le gengive, la "locusta" urla di gusto come d'altronde in tutti i gruppi d'origine. Il cocktail riporta inevitabilmente a degli Atari Teenage Riot ripuliti e molto meno violenti e come mi fa notare un amico ai troppo dimenticati Ultraviolence di Johnny Violent, la produzione è fantastica e lascia sempre un po' indecisi se sia meglio ballare o pogare da soli come dementi (…qualcuno ricorda quel meraviglioso video dei Mudhoney?!), si tratta di cafoneria post-techno senza per questo essere techno hardcore alla D.O.A. (buffo pensare che genere e nome del gruppo potrebbero rimandare a qualcun altro…) e neppure gabber di quart'ordine. Il moderno ed il post-moderno si alternano e si confondono facendo recuperare del vecchiume dal bidone della monnezza di modo che nei cicli e nei ricicli, fra le scarpe alte e i diversi revival stagionali nulla sia nuovo, ma qualcosa lo è e così in questo gran casino senza senso di epoca, di periodo, di recensione… non resta che tenere i quarti, spegnere il cervello e seguire gli All Leather perchè mentre quei minus habens dei vostri amici del bar sport pensano che sia figo "fuck WITH a girl", quello che importa per davvero è "when I grow up, I wanna fuck like a girl". Dance till you drop… faster pussycat… kill, kill, kill!

Tagged under: , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Illachime Quartet - I’m Normal, My Heart Still Works (Fratto9…

Credo che pochi di voi lo ricordino o l’abbiano mai sentito, ma un bel po’ di tempo fa questi ragazzi…

26 Mar 2009 Reviews

Read more

Giacomo Papetti/Emanuele Maniscalco/Gabriele Rubino - Small Choices (Aut, 2013)

E pensare che ho conosciuto Davide solo due anni fa, ad un mini festival in quel di Bologna e…

20 Jun 2013 Reviews

Read more

Saffronkeira - A New Life (Denovali, 2012)

Saffronkeira è un disco che lambisce diversi territori sonori con gusto e ottime doti tecniche: questo A New Life è…

30 Nov 2012 Reviews

Read more

The Gitarren Der Liebe - Nietzsche In Love (Pumpkin, 2015)

A scanso di equivoci maliziosi non credo il nome dalla band  si riferisca all'organo sessuale femminile quanto piuttosto ad un…

24 Oct 2016 Reviews

Read more

St.ride - Microstorie (Torto Editions, 2021)

Sorprendente ritorno per i genovesi St.ride, arrivati a quello che potremmo definire l'album definitivo. Un disco accessibile (si fa per…

03 Jun 2021 Reviews

Read more

Gli Altri - Fondamenta, Strutture, Argini (Taxi Driver, 2013)

Crossover nel senso più nobile della parola sempre se oggi ha ancora una ragione utilizzarla. Il quintetto savonese ricorda…

26 Apr 2013 Reviews

Read more

Braconidae – Gaslighting (Luce Sia, 2018)

Viene da lontano la storia di Gaslighting, vinile dove Emiliana Voltarel, in arte Braconidae,  concretizza anni di vita e di…

12 Sep 2018 Reviews

Read more

Ronin – 14/02/10 Arci Dallò (Castiglione Delle Stiviere – MN)

Per pochi gruppi, credo, il suonare dal vivo è necessario come per i Ronin. Necessario per testare e sviluppare i…

26 Feb 2010 Live

Read more

Mamuthones - Sator (Boring Machines, 2010)

Con colpevole ritardo mi appresto a recensire quest'ultima uscita Boring Machines, trattasi di uscita stampata con copertina digipack in rilievo,…

22 Mar 2010 Reviews

Read more

3/4 Had Been Eliminated - Oblivion (Die Schachtel, 2011)

Ritorna quella che ormai può essere considerata a ragion veduta una delle glorie nazionali della musica "sperimentale", qualsiasi cosa significhi.…

20 May 2011 Reviews

Read more

Hexen & Wailing Of The Winds - S/T (Diazepam, 2014)

Dopo l'esordio in cassetta sulla sua Diazepam e il CD su Paradigms, Wailing Of The Winds arriva alla terza uscita…

16 Dec 2014 Reviews

Read more

Offlaga Disco Pax + Apash 2012 - 18/01/13 Circolone (Legnano…

E quindi si inaugura l'anno nuovo con un live dal sapore un pò - almeno per me - antico. Offlaga…

08 Feb 2013 Live

Read more

Rella The Woodcutter – I Know When It's Time To…

Secondo capitolo della trilogia di Rella The Woodcutter su Boring Machines (che comprende anche uno split 7" con My Dear…

11 Apr 2012 Reviews

Read more

Lucifer Big Band – Ugo (Autoprodotto, 2013)

Nonostante l'opera d'esordio, col titolo Atto I, desse ad intendere una volontà di proseguire, mi ero fatto l'idea della Lucifer…

30 Jul 2013 Reviews

Read more

Simon Balestrazzi / Uncodified - Tape Crash #10 (Old Bycicle/Under…

Cassetta in coproduzione per due etichette che spesso dragano i fondali della musica delle nostre parti scovando e valorizzando musica…

11 Dec 2014 Reviews

Read more

Stefan Fraunberger - Quellgeister #1 (Chmafu Nocords, 2014)

Questo disco parte dall'idea di Stefan Fraunberger di andare a suonare un vecchio organo in una vecchia chiesa al centro…

27 May 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top