Alberto Boccardi – 05/07/12 Il Revisionario (Brescia)

Chiude la stagione il Re Visionario con un altro musicista della scuderia Fratto Nove, quell’Alberto Boccardi di cui avete letto la recensione del disco qualche settimana fa. La serata è afosa anche nella solitamente ventilata Brescia, per cui scendere nel fresco seminterrato dove si tengono i concerti è cosa che, già di per sé, ben dispone all’ascolto.
La saletta, avevamo già avuto modo di dirlo in occasione del concerto di Luca Sigurtà, è minuscola, coi posti disposti lungo pareti, e stasera toccherà il massimo della capienza, una quindicina di presenti nei momenti di punta, visto che ci sarà un certo ricambio nel corso dell’esibizione (e purtroppo il viavai e il parlottare di alcuni non aiuteranno la concentrazione, né mia, né, presumibilmente, del musicista). La strumentazione, analogica e digitale, fra Mac e pedali vari, è sistemata nell’unico angolo in luce di una stanza altrimenti buia; dalla parte opposta un ventilatore contribuisce a rinfrescare ulteriormente l’ambiente. Avendo ascolto il disco di Boccardi, una delle cose migliori di questo primo scorcio dell’anno, non arrivavo impreparato all’appuntamento, ma l’inizio, con un livello di rumore inatteso, mi spiazza boccardi__Re_visioanriocomunque un po’. È però solo una folata, il volume si attenua presto e col comparire della chitarra, suonata, messa in loop, processata, l’esibizione prende una piega più rilassata, a tratti quasi shoegaze, pur con le macchine che continuano a macinare rumore, in sottofondo. Le sei corde saranno le protagonista della parte centrale della performance, prima sollecitate da piccoli tocchi quasi afoni, poi suonata nel senso più classico del termine, stendendo coltri che si sovrappongono all’elettronica, infine più distorte, a flirtare col rumore. Così si passa, senza soluzione di continuità, da momenti di quiete, dove fanno la loro comparsa anche angeliche voci femminili, ad altri più sostenuti, sempre comunque all’insegna di un’atmosfera da cui è facile lasciarsi trasportare, perdendosi nei propri pensieri. Insomma, pur non essendo musica facile, nemmeno si battono strade troppo impervie, dando la possibilità anche a chi è meno dentro a questi suoni di essere appagato. In altri momenti ci viene lasciata meno libertà: è quando sono i ritmi a scandire il tempo o gli improvvisi, prolungati intervalli di silenzio, che creano un clima di attesa e tensione, a cui tutti partecipiamo. Poi è il rumore che torna sulla scena, e come a chiusura di un cerchio, ci porta alla fine. Non so quantificare quanto duri il tutto, segno che il trasporto è stato totale, ma è un’impressione che mi dà anche l’ascolto del disco. Quelle sensazioni il live le rinnova e amplifica, cosa non sempre scontata per musica di questo tipo, che da vivo rischia troppo spesso di risolversi in un banale playback. E così, la stagione di questo avamposto della musica “difficile” nella Brescia dell’indie fighetto, si chiude in bellezza.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Cagna Schiumante - S/T (Tannen, 2014)

Scorticare fino a raggiungere l'essenza stessa. Le tracce di questo lavoro sono canti di muezzin ubriachi e storti declamati sbavando…

26 Sep 2014 Reviews

Read more

Liars – 28/05/13 Interzona (Verona)

Torna in Italia in gruppo newyorkese, per presentare l'ormai non recentissino WIXIW e immancabilmente fa tappa a Interzona, con cui…

21 Jun 2013 Live

Read more

Silvia Cignoli - The Wharmerall (Pitch The Noise, 2020)

Raffinata elettronica ascensionale per il debutto solista di questo enfant prodige milanese. A nostro insindacabile giudizio siamo al cospetto di…

05 May 2020 Reviews

Read more

Taras Bul’ba – Amur (Wallace/Lizard, 2012)

Dopo la buona impressione che avevano fatto su queste pagine con Secrets Chimiques nel 2008, torna il trio milanese dei…

26 Nov 2012 Reviews

Read more

AA.VV. – Crepe (VacuaMœnia, 2014)

La pratica di field recordings è sempre più diffusa, dalle nostre parti. Certo, non è una cosa originale, ma il…

28 Jul 2014 Reviews

Read more

Gastr Del Sol - Twenty Songs Less 7" (Minority, 2006)

Ebbene sì. Finalmente Jim O'Rourke ha capito che per lui non c'era davvero niente da fare di utile all'interno dei…

22 Jan 2007 Reviews

Read more

Collezionando Vuoti A Perdere – S/T (Under My Bed, 2014)

Chi si nasconda dietro questo nome curioso nelle note ci copertina non c’è scritto. Nemmeno sappiamo se si tratti di…

23 Apr 2014 Reviews

Read more

Jemh Circs - (Untitled) Kingdom (Cellule, 2018)

Marc Richter torna con il progetto Jemh Circs e subito ripiombiamo nella sua visione musicale di plagiarismo: pop music presa…

20 Apr 2018 Reviews

Read more

AfarOne - Lucen (Karlrecords, 2012)

Un disco da dopo calura estiva? Forse sì, AfarOne è un ragazzo italiano trasferitosi in Spagna, l'etichetta è quella Karlrecords…

27 Sep 2012 Reviews

Read more

Simon Grab & Francesco Giudici - [No] Surrender (LP OUS,…

Surrender è uno scontro. Uno scontro presuppone sempre una resistenza. Uno scontro presuppone due forze almeno che cozzino, combattano…

11 May 2022 Reviews

Read more

Manon-Liu Winter - Stones No. 2 (Chmafu Nocords, 2013)

L'etichetta austriaca Chmafu Nocords continua ad esplorare la viva e pulsante scena musicale contemporanea austriaca pubblicando il nuovo disco della…

24 Apr 2014 Reviews

Read more

Agamotto - S/T (Cosmic Swamp, 2012)

Esordio per il duo italico Agamotto (dal nome di un personaggio Marvel) sulla nostrana Cosmic Swamp, etichetta dedita a stoner,…

13 Feb 2013 Reviews

Read more

Geoff Farina - The Wishes Of The Dead (Damnably, 2012)

Ispirato dalla nuova vita rurale presso il fiume Kennebck nel freddo Maine, torna in punta di piedi Geoff Farina (ex…

05 Apr 2012 Reviews

Read more

Cherry Vanilla - Ziggy’s Papers. David Bowie: Lettere Ai Fan…

Il Duca Bianco non è mai stato uno sprovveduto. Dai primi anni Settanta ha dimostrato come - con la sapiente…

13 May 2007 Reviews

Read more

The Shipwreck Bag Show – S/T (Wallace, 2012)

Continua la navigazione la sgangherata nave (vichinga, si direbbe dalla copertina) capitanata da Xabier Iriondo alla chitarra e da Roberto…

13 Dec 2012 Reviews

Read more

Sodapop Fizz – Anno 3 Puntata 1 (09/10/14)

Prima puntata della terza stagione di The Sodapop Fizz: Emiliano e Stefano in diretta ogni giovedì dalle 21:00 alle 22:30…

20 Oct 2014 Podcasts

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top