Absinthe (Provisoire) – Alejandra (Distile, 2006)

C’era una volta il rock noise francese e a quanto pare c’è ancora e tutto sommato verrebbe da dire anche: “meno male sigggnooò!”. D’altra parte revival o no in quest’ambito la Francia più o meno ha sempre detto la sua e se vi servisse qualche nome ricordiamoci che i vari Cambuzant e gli Ulan Bator sono compatrioti di Chirac.
Anche per gli Absinthe le coordinate sono più o meno quelle, quindi chitarre melodiche ma pronte ad aprirsi a muro stile Sonic Youth, depressione e tragicità tutta francese (e cazzo questa passatemela!) che dagli X-Rated ai Deity Guns fino ai Kill The Thrill potevate e potete rinvenire senza spostare troppo “il cadavere”. Più retrò di un gruppo post-rock e proprio per questo più avanti? Magari sì, nel turbinio della memoria alla fine discostarsi dai propri contemporanei forse significa proprio attingere là dove la memoria altrui non arriva. Rock buio, forse più plumbeo e più che mai invernale costruito su chitarre e batteria, fra parti piene e vuote come all’interno di un cruciverba. Leggevo che i transalpini hanno fatto da spalla ai Godspeed e direi che gli sono anche piaciuti, tanto che a tratti sembrano quasi richiamarli in vita per fonderli con la loro tradizione da “noise rocker francese”, ma nulla di cameristico o morriconiano come per l’ “esercito della salvezza” canadese. Noise rock riportato in vita a colpi di defibrillatore, nella scala evolutiva forse è il gradino che precede il “post”, quando le chitarre si impennavano ancora in modo diverso da chi è venuto dopo. Strutture scarne, tanto semplici da risultare minimali, arpeggi che attraversano campi di confusione lasciati ad ambiente come l’avete già sentito spesso, ma non credo che gli Absinthe ambiscano di più a creare un bell’ambiente che discostarsi dagli stilemi. Se i “constellati” canadesi fossero stati qui vicino e un po’ più impolverati avrebbero avuto un retrogusto simile a questo tipo.

Tagged under: , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Spock’s Beard - Octane (SPV/InsideOut, 2005)

Per carità, non vi inganni la pompa di benzina! Non siamo dinnanzi agli ennesimi imitatori dei Kyuss né tanto meno…

15 Sep 2006 Reviews

Read more

Mondongo - Transparent Skin (Megaplomb, 2011)

Degna accoppiata di Megaplomb che assieme al ritorno dei Calomito fa uscire questi Mondongo, un gruppo nuovo solo nel nome…

25 Jul 2011 Reviews

Read more

Stefano Ferrian - Amphetamine (dE-NOIZE, 2011)

Un esordio? Non esattamente, visto che si tratta sì del primo disco solista di Stefano Ferrian, ma stiamo comunque parlando…

15 May 2011 Reviews

Read more

3eem - Matilda (White Label Music, 2008)

Dopo un CD ed un 7" su Small Voices, i 3eem pubblicano adesso in UK per la label di un…

15 Apr 2008 Reviews

Read more

Bogong In Action - And That If Piggod! (HysM/Lemmings, 2011)

Questo EP di otto minuti, seconda prova dei Bogong In Action dopo un limitatissimo split tape, inizia con una chitarra…

10 Jan 2012 Reviews

Read more

Giacomo Baldelli - New York City Tracks (Halidon, 2022)

Ricordate ancora quel momento di anni fa, il momento in cui per la prima volta vedeste New York? Pensateci…l’aeroporto, i taxi,…

14 Sep 2022 Reviews

Read more

Pretty Flowers - EP (Bananaseat, 2005)

Che poi a me queste cose piacciono pure... indierock che tende al punkrock con singalong a manetta e con armonie…

09 Sep 2006 Reviews

Read more

Drieu – La Distruzione (Autoprodotto, 2019)

Strano a dirsi, ma mettendo insieme esponenti del miglior post-HC (Burning Defeat), dello storico HC italico (Crash Box), dell’oi! più…

31 Mar 2020 Reviews

Read more

Scarnella/Fluorescent Pigs - Phonometak Series #8 (Phonometak/Wallace, 2010)

Nuovo vinile per la label di Iriondo coadiuvata dalla Wallace di Mirko Spino e ancora una volta si tratta di…

01 Oct 2010 Reviews

Read more

Heroin In Tahiti - Sun and Violence (Boring Machines, 2015)

Se con Death Surf c'era chiaro riferimento allo spaghetti western, qui, per mole e durata, già si parla di kolossal,…

30 Mar 2015 Reviews

Read more

Mike Cooper - Tropical Gothic (Discrepant, 2018)

Nomen omen, titolo che rispecchia a pieno le intenzioni di Mike Cooper nella stesura di Tropical Gothic. Un lavoro che…

16 Oct 2018 Reviews

Read more

Plakkaggio - C.D.G. 7'' (Hellnation, 2014)

Abbandonata l' HC  con cui li avevamo ascoltati fino a ieri ritorna il power trio di Colleferro: sempre combattivo, sempre…

03 Sep 2014 Reviews

Read more

Messa In Piaga - Undelicate Sound Of Powder (LR l'oretta…

Ritorna la piaga dai meandri del passato. Sempre  più free, uncompromising e nonsense, stavolta propugna cinque pezzi a metà strada…

10 Aug 2020 Reviews

Read more

Luca Majer - Matita Emostatica (Volo Libero edizioni)

Questo libro più CD edito da Volo Libero e mandatomi dallo stesso Majer, non raccoglie solo alcune memorie dell'autore relative…

16 Nov 2011 Reviews

Read more

Dylan Henner - Flues Of Forgotten Sands (Dauw, 2022)

L’amicizia è importante. Le connessioni sono importanti ed i consigli sono vitali. Non ho mai incontrato dal vivo Tiberio Faedi (voce dietro…

08 Aug 2022 Reviews

Read more

Yalda - Tavallodi Digar ( CD Taxi Driver, 2022)

A novembre dello scorso anno Massimo Perasso mi passa un live degli Yalda, conoscendo la mia passione per le voci…

23 Jun 2022 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top