23RedAnts & Pablo Orza – Nothing Here Is What It Seems (Creative Sources, 2017)

Il sodalizio fra i 23RedAnts (Macarena Montesinos al violoncello e Niet F-n all’elettronica) e il chitarrista Pablo Orza ha funzionato talmente bene che i tre si ritrovano insieme anche per questo nuovo lavoro licenziato dalla prestigiosa Creative Sources (che per l’occasione sfodera una copertina davvero splendida). Probabilmente è proprio il voler saggiare questa coesione che spinge il gruppo a non accontentarsi di ripetere quanto di buono fatto in precedenza ed avventurarsi su terreni più impervi: quando l’improvvisazione non è semplicemente un modo di suonare ma un’attitudine. I ragazzi amano dunque il rischio e infatti Nothing Here Is What It Seems è un album piuttosto diverso e decisamente più difficile di Red Night: ne riprende i lati più ostici e spigolosi, i rumori e i suoni stridenti e li rimonta in un quadro espressionista e minimale dove l’ascoltatore non è più osservatore esterno (per quanto partecipe) ma viene a trovarsi al centro del flusso sonoro. Certi micro-suoni, certe basse frequenze che si espandono e contraggono nel silenzio suggerirebbero quasi l’ascolto in cuffia ma ciò farebbe torto alla fisicità che il gruppo esprime, all’idea qui evidente che il suono debba raggiungerci non solo attraverso le orecchie: è dunque un disco da ascoltare ad alto volume, accettando al limite che qualcosa dell’ambiente circostante possa interagire con esso. Se si esclude la conclusiva Manipulados, molto bella nel mettere in scena dramma e rabbia in un’atmosfera densa ma un po’ avulsa dal resto dei brani, Nothing Here… si caratterizza per una struttura minimale dove i rumori concreti hanno pari dignità dei suoni prodotti dagli strumenti (che raramente suonano…come dovrebbero) e insieme incidono nello spazio/silenzio dei segni/suoni che vanno letti e interpretati. Non è facile e – lo ammetto – nel momento in cui scrivo ancora non ne sono venuto completamente a capo, ma che sia così è evidente fin dal primo ascolto: nulla è lasciato al caso, ogni elemento è soppesato e inserito nel contesto non grazie alla semplice scrittura ma a un perfetto affiatamento fra i protagonisti. Quello che ne esce non è incasellabile in alcun genere e per certi versi anche il termine “musica” gli va stretto: i tre creano ambienti (non ambient, beninteso) apparentemente noti ma resi con tratto talvolta dal sapore ruvidamente meccanico, altre freddamente alieno come solo degli insetti saprebbero fare. Ecco, questa potrebbe essere una delle chiavi di lettura: come gli strumenti che sentiamo non assomigliano mai a loro stessi anche i musicisti, nel pieno dell’atto creativo, potrebbero diventare altro. Nulla qui è quello che sembra per l’appunto.

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Controlled Bleeding & Sparkle In Grey - Perversions Of The…

Metti una band storica che ha esplorato con risultati eccellenti davvero tanti generi musicali e una band che sta diventando…

03 Jul 2015 Reviews

Read more

Gurubanana – Karmasoda (Shyrec, 2011)

Se uno dice "pop rock", voi cosa pensate? Possono due paroline così generiche inquadrare la sostanza di un disco? Non…

11 Oct 2011 Reviews

Read more

?Alos/Xabier Iriondo - Endimione (Brigadisco, 2012)

Il sodalizio fra Stefania Pedretti/?Alos e Xabier Iriondo, che avevamo sperimentato con il 7” su Tarzan Records, esordisce sulla lunga…

23 Oct 2012 Reviews

Read more

Fabio Orsi/My Cat Is An Alien - For Alan Lomax…

Alan Lomax, ovunque ora si trovi, sarà felice di questo disco tributo dato che raggruppa una vera spremuta di buon…

02 Apr 2007 Reviews

Read more

Philippe Petit – Multicoloured Shadows (Aagoo, 2015)

Philippe Petit è sempre lui, multiforme - per quanto la cosa possa sembrare un ossimoro – e prolifico: per quanto…

18 Jan 2016 Reviews

Read more

Pulseprogramming - Charade Is Gold (Audraglint, 2011)

Ci eravamo lasciati otto anni fa con i Pulseprogramming: e chi si sarebbe immaginato fossero mai tornati. Sodapop nel suo…

29 Sep 2011 Reviews

Read more

At The Gates - At War With Reality (Century Media,…

Non faccia storcere il naso il ritorno degli svedesi At The Gates, perché trai solchi del nuovissimo At War With…

19 Nov 2014 Reviews

Read more

Noise Cluster – Planet Of The Lost Dolls (Luce Sia,…

Sono una nostra vecchia conoscenza i Noise Cluster, nome dietro cui si celano Flavio Derbekannte e Arianna Degni Lombardo, solitamente attivi…

25 Oct 2017 Reviews

Read more

Saffronkeira - A New Life (Denovali, 2012)

Saffronkeira è un disco che lambisce diversi territori sonori con gusto e ottime doti tecniche: questo A New Life è…

30 Nov 2012 Reviews

Read more

Henrik Munkeby Norstebo/Daniel Lercher - TH_X (Chmafu Nocords, 2014)

Cinque brani per trombone ed elettronica: descritto così brevemente questo TH_X di Henrik Munkeby Norstebo e Daniel Lercher può fare…

20 Jun 2014 Reviews

Read more

The Sinai Divers - Elders (A Lot Of Brians, 2012)

Philippe Henchoz, cantante e chitarrista dei Ventura, negli anni ha registrato canzoni in solitudine tenendole per sé, salvo poi decidere…

19 Dec 2012 Reviews

Read more

Dead Man - S/T (Crusher, 2006)

Da rimanere a bocca aperta come ragazzini di fronte alla nuova Playstation o come pornofili per la prima volta in…

31 Oct 2006 Reviews

Read more

Hellcowboys - Mondo Bastardo (Hellbones, 2019)

Pesantissimo thrash'n'roll per questi cowboys dell'inferno che, rimandandoci ai mai dimenticarti Pantera, ci fanno assaporare un genere che con ogni…

27 Sep 2020 Reviews

Read more

Sara Lunden, Björkås, Mjös - Dubious (Nexsound, 2007)

Questo trio scandinavo su etichetta ucraina non deve stupire per varie ragioni, la prima delle quali è che non si…

13 Jan 2008 Reviews

Read more

Israel Martinez – The Minutes (Aagoo, 2013)

Israel Martinez è al suo settimo lavoro e si è sempre interessato al mondo della musica ambient/elettronica e sperimentale anche…

23 May 2013 Reviews

Read more

Carlo Pastore - Se Fai Un Bel Respiro (Mondadori, 2009)

Basta, per giustificare la recensione di Se Fai Un Bel Respiro su queste pagine, i gruppi citati (dagli At The…

12 May 2009 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top