since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Zu – Axion/Chthonian Remix 7” (Public Guilt, 2011)

È questa l'ultima uscita della formazione classica degli Zu con Jacopo Battaglia dietro le pelli, un 7" in edizione limitata (vinili grigi e trasparenti) con due brani estratti dall'apprezzatissimo Carboniferous e rimiscelati dal sempre ottimo James Plotkin, più volte nominato su queste pagine e del quale spero sia superfluo riproporre il lungo curriculum nel campo della musica estrema.
L'americano tutto sommato non calca la mano e se vi aspettate degli Zu schizzati alla maniera di Atomsmasher (uno dei progetti migliori del nostro) rimarrete delusi: qui si procede sottraendo velocità e dinamica agli originali, riducendo le durate e aggiungendo rumore, ma i risultati sono tutt'altro che deludenti. Axion, remixata sotto lo pseudonimo Phantomsmasher, diventa un anomalo pezzo doom che incorpora incrostazioni noise e sonorità industriali che lo portano a un passo dal caos, ma che al contempo resuscita uno spirito free che negli ultimi tempi i romani avevano un po' perso in favore di una maggior quadratura. Sul secondo lato Chthonian viene quasi dimezzata in lunghezza e trasformata in un duetto per sax stridente (a volte doppiato da uno più melodico) e percussioni metalliche che ha davvero poco da spartire con il brando di partenza. Solo dopo la metà ritrova la disciplina originale, ma permane un'aria di psichedelia malata decisamente salutare. Dubito che questo lavoro influenzerà in qualche modo il futuro del gruppo, resta comunque un gustoso diversivo che gioca con gli Zu in modo equilibrato, fra rispetto e reinvenzione. Bel lavoro mister Plotkin, a quando un nuovo disco tutto suo?

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top