Zero Centigrade – Unknown Distance (Audio Tong, 2010)

Credo che non mi stancherò mai di ripetere quanti dischi rimangano sommersi nel mare di uscite che saturano un mercato in cui tralaltro a volte non si vende davvero nulla: entrambe le cose sono un peccato, tanto di più quando si tratta di lavori come questo. Gli Zero Centigrade per di più sono i napoletanissimi Tonino Taiuti alla chitarra elettrica e Vincenzo De Luce alla tromba, il che mi porta a diverse considerazioni: innanzitutto sullo splendido stato del giro impro partenopeo ed in secondo luogo sul fatto che per quanto le riviste non diano spazio (o quanto meno non quello meritato) alla gente che opera in quest'ambito in Italia, molti si stanno sparando delle collaborazioni di tutto rispetto o uscite per etichette di serie A come la Audio Tong di Krakovia che fra gli altri annovera anche dei dischi dei Faust… se vi sembra poco.
Passando al disco e a quello che contiene, per quanto mi aspettassi un lavoro interessante si tratta di materiali che sono andati ampiamente oltre alle mie più rosee aspettative e questo è dovuto al fatto che Taiuti e De Luce non si sono nascosti fra le dissonanze e i fraseggi zoppi, i suoni appena accennati, le strozzature e le storpiature che fanno tutti e che spesso riducono più di metà dei lavori improvvisativi e di elettro-acutica ad una fotocopia carta carbone. In un certo senso i due partenopei hanno dimostrato di avere quello che un loro concittadino illustre chiamava " 'o bblues". Certo, non immaginiate si tratti di un disco facile facile che potrebbe essere accessibile a tutti e men che meno roba veramente blues, resta che sentendo le frammentazioni e le dissonanze di Taiuti e De Luce ho avuto la stesa impressione che ebbi quando ascoltai Play di Derek Bailey: uno ad improvvisare in questo modo non ci arriva di colpo, ma per gradi e scusate se è poco. La chitarra acustica di Taiuti del buon Derek porta qualche traccia ma lavora in modo molto più morbido, anzi, il napoletano non ha paura di indugiare su quelle che sono realmente delle melodie, cosa che in quest'ambito è simile al fegato che ci vuole per bestemmiare in una moschea. De Luce pur soffiando nel suo strumento in modo molto radicale è degno compare del suo socio e crea ambientazioni quasi suggestive, il che ripeto non è per nulla scontato in un ambito del genere. Un disco bellissimo, tanto di più se molti dischi del genere vi avevano frantumato i coglioni. "Napule è nu sole amaro" diceva sempre quel tizio menzionato prima.

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Kleistwahr - Music For Zeitgeist Fighters (Nashazphone, 2017)

Questo è il quarto disco dal ritorno sulle scene di Gary "Ramleh" Mundy con uscite a nome Kleistwahr e devo…

15 Sep 2017 Reviews

Read more

A Place To Bury Strangers + Bambara - 26/10/13 Interzona…

Si annuncia un'altra serata di gran livello questa dell'Interzona, in linea con una programmazione che privilegia la messa in scena…

08 Nov 2013 Live

Read more

Wolf Eyes + Ghédalia Tazartès/Nico Vascellari – 23/05/12 Triennale (Milano)

Per la serata dedicata all'etichetta VON all'interno della rassegna Open, questa sera alla triennale ci sono i Wolf Eyes, reduci…

15 Jun 2012 Live

Read more

Ka Mate Ka Ora - Thick As The Summer Stars…

"We are a slowcore – shoegaze band!" Ci pensa già il gruppo di Pistoia a scrivere il succo della storia…

01 Oct 2009 Reviews

Read more

Body/Head – The Switch (Matador, 2018)

Il primo disco dei Body/Head ha riportato allo scoperto tutto lo spleen di una scena d’altri tempi, di quando a…

04 Sep 2018 Reviews

Read more

Gazebo Penguins - Legna (To Lose La Track, 2011)

Due anni fa al Tago Mago Fest ho avuto la fortuna di imbattermi in un live di un power trio…

21 May 2011 Reviews

Read more

Le-Li - My Life On A Pear Tree (Unhip/Garrincha, 2010)

Parlavamo tempo fa di pop pandistelle, ed eccolo qua il regalo perfetto per Emiliano Zanotti, il debutto di Le-Li: qui…

24 Mar 2010 Reviews

Read more

A Flower Kollapsed - S/T (Shove/MacinaDischi, 2012)

Ero curiosissimo di ascoltare questo nuovo A Flower Kollapsed, essendo rimasto molto favorevolmente colpito dal materiale vecchio (in particolare da…

07 Jun 2012 Reviews

Read more

Belorukov vs Marziano/Fulkanelli – Aggarbatoo! Vol.1 (Lemming/Hysm?, 2012)

Ancora l'attivissima Lemmings Records (era un po' che non ne parlavamo, ma non per inattività loro, bensì per ritardi nostri)…

27 Jun 2012 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 38 (16/07/15)

Puntata numero trentotto della terza stagione di The Sodapop Fizz, Emiliano e Massimo con una scaletta estiva ma non del…

19 Jul 2015 Podcasts

Read more

Giulio Aldinucci - Aer (Dronarium, 2014)

Con la cadenza di circa un disco solista all'anno Giulio Aldinucci continua il suo percorso musicale che lo sta portando…

20 Mar 2015 Reviews

Read more

Koji Asano – August Is Fall (Solstice, 2013)

Autoprodursi i dischi nel 2013 è ormai quasi consuetudine per molti, ma nel 1995, quando Koji Asano pubblica il suo…

10 Jul 2013 Reviews

Read more

Caso - La Linea Che Sta Al Centro (To Lose…

E ancora con la menata che a me i cantautori, soprattutto se cantano in italiano, non fanno impazzire. E ancora…

29 May 2013 Reviews

Read more

Claudio Lugo/Esther Lamneck - GenoaSoundCard (Amirani, 2007)

Buffo, ma parlando del bel disco degli EAQuartett avevo fatto menzione delle note interne redatte da Claudio Lugo e del…

09 Oct 2007 Reviews

Read more

Arrington De Dyoniso + Sabot – 20/03/10 C.S. Bruno (Trento)

Bella scoperta il Bruno, centro sociale anormalmente pulito e dagli orari di inizio e fine concerti insolitamente umani, sito in…

20 Mar 2010 Live

Read more

Shinkei - Binaural Beats (Koyuki, 2007)

Anno nuovo, vita nuova e nuove etichette, diciamo pure che questa copre un campo stranamente poco calcato nel Bel Paese.…

03 Jan 2008 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top