Zavoloka Vs. Kotra – To Kill The Tiny Groovy Cat EP (Nexound, 2006)

Non è bello dirlo, ma spesso leggendo titolo e nome di un gruppo dell’est verrebbe da pensare che sia arretrato di qualche anno ed è un ragionamento molto stupido (allora non lamentiamoci se poi all’estero pensano la stessa cosa leggendo un qualsiasi titolo in italiano). Non solo la Nexound è un’etichetta notevole, ma in un mondo più che mai globalizzato, nel bene e nel male le realtà dell’Europa dell’est che in diversi ambiti si sono fatte strada non sono poche, due nomi su tutti Fizzarum e in altro ambito la Minority records. Tornando a questo ep si tratta nuovamente di una confezione e di un disco sorprendenti, a differenza di Kiritchenko il duo Zavoloka Vs. Kotra è più che mai immerso nell’elettronica pura. Direi che è elettronica molto nord europea, in costante tensione fra sperimentazione e forma. Se nel corso della prima traccia sembra quasi di trovarsi di fronte a dei Pan Sonic più tranquilli che giocano con qualche vecchia melodia alla LFO, senza aspettare troppo ci si trova in un’accozzaglia di frequenze, glitch e suoni digitali frammentati in modo più o meno ritmico. Elettronica fredda, quasi glaciale, dove ho riconosciuto la mano di Kotra (di cui ho un disco a dir poco pesante ma molti interessante) soprattutto nelle frequenze acute e nelle suoni spinti al massimo di certe tracce, diciamo che spesso sembra di ascoltare il disco Bowindo di Martuscello masticato e ridotto in frattaglie. L’incipit melodico di questo ep è un po’ fuorviante visto che pur non essendo elettronica fisica come Kotra in solo ed anche quando è più organizzata in forma canzone (sempre parlando in termini di elettronica) rimane molto cerebrale. Qualcuno potrebbe dire che si tratti di un cd che suona come un registratore di cassa impazzito, se solo Martinetti e Russolo fossero ancora qui a rompere i coglioni si farebbero una gran pippa.

Tagged under: , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Daniele Brusaschetto - Fragranze Silenzio (Bosco/Sincope/Bar La Muerte/Chew-Z, 2010)

Uscita di fine anno per uno dei "best kept secret" italiani... ma si tratterà realmente di un segreto? Daniele Brusaschetto…

15 Jan 2011 Reviews

Read more

Le Mal d’Archive - La Chanson De Mai (Autoprodotto, 2009)

Gruppo napoletano di nascita ma francese d’adozione, non credo solo nella scelta del nome e nella suggestione della lingua utilizzata…

15 Sep 2009 Reviews

Read more

Zeno Gabaglio/Andrea Manzoni - Gadamer (Altrisuoni/Radiosvizzera, 2008)

Per fortuna invecchiando oltre a rincoglionirmi sono diventato due righe (non tanto, ma giusto due righe) meno affrettato, quel tanto…

26 Jan 2009 Reviews

Read more

Murmur Mori - La Morte Dell'Unicorno (Casetta, 2018)

La prima cosa che si nota del nuovo disco dei Murmur Mori è il suo essere un lavoro ormai maturo:…

05 Jul 2018 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 23 (02/04/15)

Puntata numero ventitre della terza stagione di The Sodapop Fizz: Maurizio Gusmerini  è ospite di Emiliano e Stefano con una serie…

08 Apr 2015 Podcasts

Read more

The Ladybug Transistor - Can't Wait One Minute More (Mondo…

Se solo fossi un giornalista (cosa che per fortuna non sono) alzerei il culo per andare a vedere se si…

17 Dec 2007 Reviews

Read more

The Martha’s Vineyard Ferries - Mass. Grave (Africantape, 2013)

Da una battuta tra amici nasce il nome di questo trio formatosi quasi per caso e composto per i due…

09 Jan 2014 Reviews

Read more

Pablo Montagne/Giacomo Mongelli - Crudités (Setola Di Maiale, 2011)

Nuovo disco per Pablo Montagne e Giacomo Mongelli, nuovamente su Setola Di Maiale e nuovamente gran bel lavoro anche se…

28 May 2011 Reviews

Read more

Buffalo Grillz - Manzo Criminale (Subsound, 2012)

Grind ad alzo zero, una linearità di esecuzione ed una fantasia negli arrangiamenti pari a quella di un gibbone chiuso…

20 Feb 2013 Reviews

Read more

Simon Balestrazzi - Ultrasonic Bathing Apparatus (Sincope, 2015)

Un rollio di basse frequenze capace di spaccarvi i woofers apre Ultrasonic Bathing Apparatus di Simon Balestrazzi, uno dei musicisti…

11 Jan 2016 Reviews

Read more

Enrico Ruggeri – As If (Autoprodotto, 2017)

Parte da un’idea folle questo disco di Enrico Ruggeri, anzi, di quell’idea è in qualche modo il punto d’arrivo, anche…

12 Apr 2018 Reviews

Read more

Orchestra Esteh – Abacinabradhydrakonirvm, Rebirth Of A Dead Volcano (L'Arca…

Inquieta un po’ ascoltare questa musica, con questo sottotitolo (col chilometrico titolo nemmeno mi cimento), dopo aver letto solo qualche…

13 Jan 2017 Reviews

Read more

Sutt - Elementer (Sincope, 2014)

Uscita perfettamente nelle corde dell'etichetta Sincope: i Sutt infatti sono un duo fuori dalla norma che tra improvvisazione radicale furente,…

17 Apr 2015 Reviews

Read more

Hexn - YY (Zen Hex, 2018)

Onestamente le primo uscite di Hexn, al secolo Alberto Brunello, non avevano destato in me particolare interesse: si accodavano al…

08 May 2018 Reviews

Read more

The Death Of Anna Karina - New Liberalistic Pleasures (Unhip,…

I The Death Of Anna Karina  sono dei provocatori. Basta vederli sul palco, basta ascoltare le dediche a M. Placanica.…

17 Jul 2006 Reviews

Read more

Roncea & The Money Tree - S/T ep (Electric Cave/Canalese…

Nicholas Roncea ha pubblicato un paio di anni fa Eight Part One, un album molto bello che, in teoria doveva…

14 Sep 2016 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top