since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Xp_Devices – Starrust & Ballast (DeVega, 2008)

E se come fermamente penso, Bobby Soul è il "Re Mida della Superba", nessuno meglio dei due giovani Xp_ Devices poteva valorizzarne di più la duttile e strisciante voce per questo entusiasmante debutto. Per inciso, questo non è un side project del Ragionier De Benedetti, ma al contrario, in una contesto di contaminazione ad ampio respiro (sempre e comunque in ambito elettronico) rappresenta solo un tassello di un colorato affresco dance iperenergetico ed evocativo. Schegge di Daft Punk (nel senso più metal della parola), coniugate alle turgide tastiere di vecchia scuola ZTT esplodono in una colonna sonora perfetta per uno 007 interpretato da Henry Rollins.
Immaginate i Wang-Chung di Vivere E Morire A Los Angeles innestati ai KMFDM più macho-gay e avrete una vaga idea del potenziale deflagrante del duo genovese. Tra le altre cose riuscitissimi apripista del primo volume Zenatron. Consigliato a chi non accetta che Jean Michelle Jarre non abbia più trent’anni, a chi la mattina si accende la prima sigaretta con Immortal e a chi pensa che slacciare gli ultimi tre bottoni della camicia non sia di cattivo gusto. "Because I’m in love with his wife".

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top