Weasel Walter – Skhiizm (Ugexplode, 2018)

Avvicinarmi a una nuova uscita solista di Weasel Walter mi riporta sempre alla personale atavica esperienza che fu l’ascolto di Systems Emerge From Complete Disorder dei Flying Luttembachers, opera rumorosamente scostante ma dal fascino irresistibile, dove il nostro suonava tutti gli strumenti da solo, un recupero caldamente consigliato per gli amanti dei suoni obliqui senza compromessi. Ora, dopo essere tornato già diverse volte sul luogo del delitto della performance solitaria, da ricordare la sua indimenticabile versione di Bohemian Rapsody dei Queen, esce Skhiizm per la sua Ugexplode, dove suona chitarre, basso, batteria, elettronica e canta.
Copertina black metal dissacrante, foto dello stesso Walter a mezzo busto con calza nera sul volto, giubbotto di pelle e tanto di braccialoni chiodati, per una manciata di pezzi che sono una messa a punto di suono trasversale estremo. Mescolanze di noise, no wave e prog deviato: distorsioni assassine, partiture matematiche impetuose e velocizzazioni hardcore; pezzi che sfruttano al meglio taglienti cambi di tempo, fughe inaspettate, rallentamenti struggenti con tanto di storti assoli killer, feedback sovraesposti e stridenti sottolineature live electronics.
Il sapore che si respira per tutta la durata del disco è decisamente caotico e carico di decibel, pronto a prenderci per mano accompagnandoci verso la catarsi bruta, eppure il tutto è ben pianificato nella ricerca del giusto senso complessivo. Ridefinizioni di noise rock lancinante (Bad Designs Fail), martellamenti per spasmi vocali (Contagious Mass Idiocy), aggressioni hardcore sommerse dal delirio (Assured Self-Sabotage, They’re Even Dumber Than They Look), black metal apocalittico (Blasphemy Clones) e ovviamente now wave luttembachersiana (Turns Out Everything Is Pointless). Finale di frenetica visionarietà affidato alla cover di Hangover Heartattack dei Poison Idea, rifacimento spinto all’estremo sia delle potenzialità sonore che dell’espansione temporale, dove tutti gli ingredienti vengono frullati senza pietà nei venti minuti della traccia monstre The Hangover Heart Attack Variations, e sottolineerei la parola variations. Un ascolto eccitante e che lascia appagati.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Luca Sciarratta + Tiziano Milani - Spatial Impulse Response Rendering…

Gran bella collaborazione questa in cui sono coinvolti il boss della rudimentale con Milani, di cui abbiamo recensito l’ultimo lavoro…

26 Mar 2009 Reviews

Read more

Orchestra Esteh – Abacinabradhydrakonirvm, Rebirth Of A Dead Volcano (L'Arca…

Inquieta un po’ ascoltare questa musica, con questo sottotitolo (col chilometrico titolo nemmeno mi cimento), dopo aver letto solo qualche…

13 Jan 2017 Reviews

Read more

Magliocchi/Angeloni/Castanon/Lenoci - The Spell And The City (Setola Di Maiale,…

Credo che si tratti del più ostico dei tre cd che ho ascoltato e che coinvolgevano alle percussioni Marcello Magliocchi,…

07 Nov 2010 Reviews

Read more

Ovo – Abisso (Supernatural Cat, 2013)

Nonostante le numeroso uscite discografiche, anche su etichette di nome come Load e l'attuale Supernatural Cat e i palchi calcati…

28 Oct 2013 Reviews

Read more

Murcof & Philippe Petit - First Chapter (Aagoo/Rev Laboratories, 2013)

Un disco dal titolo First Chapter non può essere che l'inizio di un qualcosa e questa collaborazione tra Murcof e…

18 Nov 2013 Reviews

Read more

Maurizio Bianchi/Cria Cuervos - Azazel (Silentes, 2009)

Dopo la notizia dell'abbandono definitivo di Maurizio Bianchi alla "musica" (si fa per dire) in occasione del trentennale dai suoi…

23 Dec 2009 Reviews

Read more

AA.VV. – The Show Must Go Home, Season 2 (GRCC/Ozky/Spettro/Gatto…

Arriva anche quest'anno la compilation rappresentativa della rassegna di concerti gastro-musicali organizzati in quel di Roma da D.B.P.I.T. e Xeena.…

18 Jul 2012 Reviews

Read more

Chinese Restaurant/Macho Corporation - Split (Spina Bifida/Fucking Clinica, 2010)

Mettiamo tutte le carte sul tavolo dicendo che Spina Bifida è la neonata etichetta dei due Iron Molar e in…

27 Jul 2010 Reviews

Read more

Mabinuori Kayode Idowu - Fela Kuti. Lotta Continua! (Stampa Alternativa/Nuovi…

Come spesso accade in Italia, ci piace alterare i titoli originali dei film come quelli dei libri con nuovi significati…

31 Oct 2007 Articles

Read more

Daniele Santagiuliana – Doppelganger (Looney-Tick, 2015)

Sono diverse le cose che Daniele Santagiuliana produce sotto mentite spoglie e tutte meritevoli: The Anguish, Anatomy (con Cristiano Deison),…

31 Dec 2015 Reviews

Read more

Father Murphy + Lady Vallens – 25/01/2014 Arci Zerbini (Parma)

Il lungo tour che porterà i Father Murphy in giro per l’Italia e l’Europa a presentare il recente Pain Is…

31 Jan 2014 Live

Read more

Pulseprogramming - Charade Is Gold (Audraglint, 2011)

Ci eravamo lasciati otto anni fa con i Pulseprogramming: e chi si sarebbe immaginato fossero mai tornati. Sodapop nel suo…

29 Sep 2011 Reviews

Read more

Uochi Toki - Libro Audio (La Tempesta, 2009)

Dopo una serie di lavori su Burp Publications e Wallace Records, Libro Audio, quinto disco di Uochi Toki, inaugura la…

28 Jan 2009 Reviews

Read more

Roberto Fega – Daily Visions (Creative Sources, 2012)

Ottimo manipolatore di suoni, Roberto Fega intaglia il suono con sapienza artigianale attingendo dalle fonti più disparate, da una parte…

05 Mar 2013 Reviews

Read more

Mr. Milk – S/T (Casa Molloy, 2011)

Se qualcuno come me anni fa si era ritrovato il cuore stracciato dall'album di quello svedese di Josè Gonzales (come…

13 Mar 2011 Reviews

Read more

Tongs - Jazz With The Megaphone? (Long Song, 2009)

Disco che suona parecchio intrigante alle mie orecchie questo Jazz With The Megaphone?, frutto della collaborazione tra Luca Serrapiglio, Antonio…

02 Feb 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top