Uzi & Ari – It Is Freezing Out (Own, 2006)

Il "non-plus-ultra" (pronunciato alla Colle Der Fomento) del pop eccolo qui racchiuso in questo Uzi & Ari, mi sembrava strano che fossero europei ed effettivamente leggendo su qualche sito (tanto i fogli di accompagnamento dei dischi non li leggo…) ho scoperto che non lo sono, quindi ecco svelato l’arcano di un suono che dopotutto resta americano.
Ora per iniziare subito con qualche nome, la voce ricorda molto vagamente alcune cose dei Sunny Day Real Estate o forse del lavoro solista del loro "mostruoso" cantante e questo quando erano un gruppo notevole e prima che la loro sezione ritmica passasse in forza ai primi Foo Fighters. Nonostante quanto detto per la voce la musica non è molto rock, anzi semmai direi che è "indie-poppettino" con qualche gingillume elettronico a contorno anche se nulla di lontanamente paragonabile alla perizia tecnica e rifinitiva di gente come i Notwist. Batterie semplicissime, molte casse in quarti quasi soft-dance, chitarre acustiche, piano, melodie a presa rapida e verve quasi emo, del tipo che potrebbe quasi essere la risposta yenkee al disco solista di Tom York dei Radiohead in salsa lo-fi/Caulfield (Caul…chi?!). Bambini in copertina, tutto come da copione tanto come un cadavero su una copertina di un gruppo crust, finalmente potrete nuovamente rimorchiare delle ragazzine delle superiori masterizzando loro qualcosa che non hanno mai sentito e che non sia Otomo Yoshide. Piacevole raffinato e patinato (pure troppo per i miei gusti), non si può dire che sia un brutto disco, anzi l’unica cosa da appunta è che manchi ancora qualcosa per fare il salto di qualità, magari solo il coraggio di essere definitivamente pop… che ne dite? E se ciò che ho scritto fosse vero? E se quello che mancasse ad alcuni gruppi indie fosse la stessa cosa che qualche tempo fa permise a Billy Corgan di far crescere il conto in banca? Ma non è che poi certo indie sia una scusa per non sentirsi sfigati di fronte alla superiorità manifesta di molto pop (Madonna e Robbie Williams ad esempio)?

Tagged under: , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Heroin In Tahiti – Death Surf (Boring Machines, 2012)

Il lato oscuro di Tahiti su Boring Machines: non musica da spiaggia o surf rock come lo intendiamo noi, al…

19 Jan 2012 Reviews

Read more

Okkervil River - I Am Very Far (Jagjaguwar, 2011)

A costante scadenza, come un film di Woody Allen, tornano i talentuosi Okkervil River, sempre con la fedelissima Jagjaguwar. Il…

06 May 2011 Reviews

Read more

Wailing Of The Winds - S/T (Diazepam, 2011)

Continuano le uscite di Mauro Sciaccaluga (Shiver, Ur, Stalker, Downright) per la sua Diazepam, con una cassetta a nome Wailing…

23 Mar 2012 Reviews

Read more

Satan Is My Brother - A Forest Dark (Boring Machines,…

Seconda uscita per i milanesi Satan Is My Brother, progetto che trascende i generi e si presta fluidamente all'interazione tra…

03 Apr 2011 Reviews

Read more

Coconuts - S/T (No Quarter, 2010)

Alla terza nota di questo disco mi sono sorpreso a dire: "ma questi sono australiani!" ed in effetti ci ho…

02 May 2010 Reviews

Read more

Three Days Of Struggle - 22-24/04/11 Codalunga (Vittorio Veneto -…

Three Days Of Struggle, un nome che a qualcuno evocherà ricordi di gioventù: Two Days Of Struggle, Padova, il giro…

11 Apr 2011 Live

Read more

VV.AA. – III° Tagofest (Coproduzione, 2009)

Fa un po' tristezza pensare che questa, che doveva essere la celebrazione di uno dei festival indipendenti più rinomati della…

22 Nov 2009 Reviews

Read more

Kitchen Door - Sodapop Edition n.4

Ultima puntata dell’anno. Anche dalle parti di Kitchen Door, laggiù nella pianura, tira aria di buonismo natalizio, che si traduce…

30 Nov 2009 Podcasts

Read more

Elks - S/T (The Great Outdoors, 2008)

Dopo un mini tour di cinque date in terra d'Albione e uno split, i modenesi Three in One Gentleman…

06 Jan 2009 Reviews

Read more

The Go Find - Stars On The Wall (Morr Music,…

L'anno scorso c'erano gli Electric President, quest'anno ci pensa il belga Dieter Sermeus a confezionare il disco cioccolatino del…

16 Mar 2007 Reviews

Read more

Savage Republic – 27/01/10 Kroen (Villafranca – VR)

Non era vero niente, avevamo scherzato: il Kroen c'è ancora, gode di ottima salute e continua a proporre ottima musica.…

01 Feb 2010 Live

Read more

Weasel Walter - Skhiizm (Ugexplode, 2018)

Avvicinarmi a una nuova uscita solista di Weasel Walter mi riporta sempre alla personale atavica esperienza che fu l’ascolto di…

29 May 2018 Reviews

Read more

Hype Williams - Rainbow Edition (Big Dada, 2017)

Nonostante pare che Dean Blunt e Inga Copeland non siano più coinvolti in Hype Williams, mi giocherei qualcosa che lo…

11 Sep 2017 Reviews

Read more

Assumption - Absconditus (Everlasting Spew, 2018)

Potente death-doom corazzato tra i gloriosi Bolt Thrower e gli Oranssi Pazuzu più interplanetari. Equilibrato melange di generi una volta…

20 May 2018 Reviews

Read more

UT - δ γ ε β (Taxi Driver/Marsiglia, 2017)

Esplosioni di furore bianco per una delle migliori, forse addirittura il top, tra le uscite delle genovesi Taxi Driver e…

19 May 2017 Reviews

Read more

3eem – Third Segment (Chew-Z, 2009)

I 3eem...fanno tre. Ad oltre due anni da Matilda tornano con un album che apre scenari inediti e quanto mai…

22 Feb 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top