Tongs – Jazz With The Megaphone? (Long Song, 2009)

Disco che suona parecchio intrigante alle mie orecchie questo Jazz With The Megaphone?, frutto della collaborazione tra Luca Serrapiglio, Antonio Bretoni e Carlo Garof. Si tratta in sostanza di jazz rock, o rock jazz, se così si può dire, che in funzione dei pezzi una o l’altra caratteristica si fa predominante, ottimamente arrangiato e suonato, sporcato di elettronica quando serve e all’occorrenza dotato di gran tiro. Tiro in gran parte derivante dalla fisicità della parte ritmica, interpretata con piglio molto solido e diretto, mentre a mantenere saldi i legami con gli aspetti più jazz del trio intervengono le linee armoniche dei fiati, suonati, nel caso del sax, con uno stile che deve sicuramente molto a certo free (Coleman, Mitchell…) ibridato con gli accenti duri del funk. Il meccanismo dei pezzi è incentrato su frasi musicali quasi "cantabili", potrei dire swinganti, molto accentate (non mi vengono altri termini) e alternate a momenti dove sembra esserci maggiore spazio per l’improvvisazione e per un calibrato uso dell’elettronica, sotto forma di distorsioni, rumori, frammenti ambientali. Certo, questa è una descrizione approssimativa, le influenze sono molteplici e i tre Tongs tendono ad una fusione di stili che rasenta la perfezione, giocando con temi e atmosfere assai diverse, arrivando addirittura a lambire territori apertamente noise (o, per contro, a giocare con suggestioni cameristiche), e riuscendo a mantenere ogni cosa in un equilibrio perfetto in cui nessuno degli ingredienti prevarica sull’altro. Certi momenti mi hanno fatto pensare ad alcune cose di Fred Frith, ma anche paralleli con gli Zu più morbidi e jazz, penso alla loro collaborazione con Spaceways Inc. e all’album Radiale, non li ritengo poi così azzardati. Un ottimo disco e un gruppo con una fortissima personalità, davvero una gran sorpresa. Consigliatissimo.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Matteo Uggeri: "music for those who want to live in…

Immagino che Hue (al secolo Matteo Uggeri) e gli Sparkle in Grey non risultino proprio una novità per molti nostri…

01 Mar 2007 Interviews

Read more

Antea - Trepverter (Taxi Driver Records, 2014)

Malinconico e ondulato il groove dei genovesi Antea ricorda sì i più ispirati Tool, ma al contempo, con l'incalzare degli…

01 Oct 2014 Reviews

Read more

Sean Carey - All We Grow (Jagjaguar, 2010)

Non sempre le cose sono come sembrano: Sean Carey è sì il batterista dei Bon Iver, ma per nostra fortuna…

22 Jul 2010 Reviews

Read more

Malagnino Marino Josè - 16-11-2008 (Produzioni Pezzente, 2008)

Altro lavoro che coinvolge Marino Josè Malagnino, deus ex machina dei Psss Psss Psss e boss della Produzioni Pezzente: si…

07 Jan 2009 Reviews

Read more

Lite - Phantasia (Transduction, 2008)

Prima una precisazione dovuta, visto che a questo punto, dopo aver ascoltato almeno tre uscite della Transduction, ho iniziato a…

09 May 2008 Reviews

Read more

Adriano Zanni - Soundtrack For Falling Trees (Bronson, 2017)

Adriano Zanni è l'uomo delle sorprese. Non ci aspettavamo il suo ritorno sulle scene col 7" Falling Apart e ora…

07 Aug 2017 Reviews

Read more

Snail Mail - Lush (Matador, 2018)

Quanti dischi indierock avete sentito in questi anni che avevano tutto al posto giusto ma non vi dicevano in realtà…

03 Jul 2018 Reviews

Read more

Le-Li - My Life On A Pear Tree (Unhip/Garrincha, 2010)

Parlavamo tempo fa di pop pandistelle, ed eccolo qua il regalo perfetto per Emiliano Zanotti, il debutto di Le-Li: qui…

24 Mar 2010 Reviews

Read more

The Star Pillow - All Is Quiet (Paradigms/Taverna, 2015)

Parziale cambio di rotta per The Star Pillow, che torna come agli esordi ad essere composto dal solo Paolo Monti:…

08 May 2015 Reviews

Read more

Ovo – Abisso (Supernatural Cat, 2013)

Nonostante le numeroso uscite discografiche, anche su etichette di nome come Load e l'attuale Supernatural Cat e i palchi calcati…

28 Oct 2013 Reviews

Read more

The Caretaker – Patience (After Sebald) (History Always Favours…

Album ambizioso a nome The Caretaker, ovvero Leyland James Kirby. In un attimo Patience ti conduce ti trasporta in…

27 Aug 2012 Reviews

Read more

Delius/Pellegrino/Giust/Thomas/Heenan - Three Nights In Berlin (Setola Di Maiale, 2010)

Altro lavoro che coinvolge Stefano Giust oltre a ad una serie assortita di improvvisatori di livello, come al solito si…

02 Mar 2011 Reviews

Read more

Josco - Kahn Tam-ngan Roum Kan (Somehow, 2012)

Quando la situazione scappa di mano: l'irlandese Gerard McDermott aka Josco era intenzionato a pubblicare qualche remix del suo EP…

14 Jan 2013 Reviews

Read more

Giulio Aldinucci - Archipelago EP (Other Electricities, 2013)

Secondo episodio della discografia di Giulio Aldinucci dopo l'abbandono del monicker Obsil e prima uscita su cassetta, questa volta per…

17 May 2013 Reviews

Read more

Blistrap - On Stage (Setola Di Maiale, 2009)

Avevamo già recensito i Blistrap qualche tempo fa, si tratta di un gruppo di nomi parecchio interessanti che comprende Stefano…

30 Jan 2011 Reviews

Read more

My Dear Killer – Collectable Items (Boring Machines, 2020)

Non è necessario leggere la dichiarazione all’interno del libretto – “This is My Dear Killer final long record and the…

21 Aug 2020 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top