The Great Saunites – Delay Jesus ’68 (Hypershape/Il Verso Del Cinghiale, 2011)

Vengono da Lodi i Great Saunites, sono in due, basso, batteria e niente voce, e se ne escono con un disco d’esordio il cui impegnativo titolo evoca i Can. Il confronto però si chiude qua, battendo il duo strade diverse rispetto alla formazione teutonica, sebbene un certo spirito di ricerca che rifugge l’osticità gratuita potrebbe essere un tratto che accomuna i due gruppi.
Infatti, contrariamente a molte band con assetto analogo, i nostri non si lasciano andare a gratuite evoluzioni, ma suonano sempre piuttosto rotondi e per quanto possibile, rock’n’roll: la musica fluisce attraverso i tre brani come in una jam session, senza che si riesca a stabilire un preciso immaginario di riferimento; potremmo forse parlare di post-stoner, se non fosse che al secondo termine si associano oggi gruppi assolutamente ignobili. Anche se qua e là qualche sovrincisione di tastiere torna utile come riempitivo, è per forza di cose il basso ad essere strumento melodico, sfornando con sorprendente facilità giri memorabili (si ascolti quello portante di Taint), mentre la batteria detta i tempi e scandisce i momenti, ora più lenti ora più veloci, senza che ci sia mai un calo di tensione. A volte sembra di ascoltare gli Om più pinkfloydiani e notturni, altre dei Lightning Bolt meno furiosi, ma il discorso resta comunque sempre personale, noise/groove scuro e sporco, dilatato ma con giri che tornano spesso e fanno da riferimento per l’ascoltatore, in perfetto equilibrio, lo dicevamo all’inizio, fra canzone e ricerca. Ed essendo il disco d’esordio, questo è solo l’inizio.

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Gianluca Becuzzi plays Limbo – Unholy Rituals Vol I/II/III (Silentes,…

Avevamo già parlato di Unholy Rituals dei Limbo nel 2010, in occasione della pubblicazione dei due volumi in vinile su…

15 Sep 2015 Reviews

Read more

Gianluca Becuzzi - Deeper (CD Luce Sia, 2022)

Deeper è la terza parte di una trilogia iniziata nel 2017 e comprendente i lavori RedruM e TheenD, in questo…

29 Mar 2022 Reviews

Read more

Arbdesastr - S/T (Marsiglia, 2007)

Segnali di gelo assoluto (C3), atmosfere placide, punteggiate da glockenspiel (Sky And Space You) aprono il nuovo mini album degli…

05 Jan 2008 Reviews

Read more

Rage Against The Sewing Machine Vs. Indch Libertine – S/T…

Del duo bolognese delle Rage Against The Sewing Machine avevamo già avuto occasione di parlare in occasione del Tago Fest:…

02 Sep 2011 Reviews

Read more

Plasma Expander - Kimidanzeigen (Wallace, 2009)

Ritornano i rocker sardi e lo fanno con un disco che li vede ancora più raffinati, non tanto nel suono…

22 Dec 2009 Reviews

Read more

Taras Bul’ba – Amur (Wallace/Lizard, 2012)

Dopo la buona impressione che avevano fatto su queste pagine con Secrets Chimiques nel 2008, torna il trio milanese dei…

26 Nov 2012 Reviews

Read more

Bastion - S/T (Interregnum, 2009)

Non ce li saremmo mai aspettati così scuri, l'emiliano Yukka Reverberi e il tarantino Valerio Cosi; ma la particolarità dell'incontro,…

10 Jul 2009 Reviews

Read more

Lyke Wake & Noise Cluster - Let The Universe Fall…

Ritroviamo due vecchie conoscenze della label elvetica questa volta coese per celebrare l'inesorabile declino del mondo attraverso traiettorie siderali tracciate…

30 Aug 2020 Reviews

Read more

VV.AA. - B6TCH6 (Solium/Light Item, 2020)

Ammetto che mi ha un po’ inquietato ricevere un’audiocassetta accompagnata solo da questo messaggio: This tape is NOT B6TCH6. B6TCH6 is digitally…

09 Sep 2020 Reviews

Read more

Swilson - Demonology (Cheap Satanism, 2011)

Cattivo. Brutto e Sporco non so, però secondo me il giro è quello e i suoni delle chitarre quasi garage…

01 Feb 2012 Reviews

Read more

Yeti Lane - The Echo Show (Clapping Music, 2012)

Secondo giro di boa per il duo parigino che torna con quello che viene definito il loro capolavoro. Tra atmosfere…

30 May 2012 Reviews

Read more

Olivier Brisson - Horizon Capiton (Nashazphone, 2018)

Olivier Brisson si definisce "musicista occasionale e manipolatore di percussioni e vari strumenti": Horizon Capiton è il suo primo disco,…

19 Feb 2018 Reviews

Read more

Ubik - Anything You Don't See Will Come Back To…

Marco Bonini è un chitarrista jazz con esperienze in ambito improvvisativo (ad esempio lo potete ascoltare negli Acre o nei…

20 Sep 2017 Reviews

Read more

The Haunting Green – Natural Extinctions (Hypnotic Dirge, 2019)

Al primo incontro con The Haunting Green, era l’epoca del single club della Final Muzik, il duo di Pordenone ci…

21 May 2019 Reviews

Read more

Dans Les Arbres - Volatile (Sofa, 2019) / Mausoleum (Bandcamp…

Dans Les Arbres è un ensemble composto dal clarinettista francese Xavier Charles e i norvegesi Christian Wallumrød (piano), Ivar Grydeland…

10 Jan 2020 Reviews

Read more

Petrolio - Di Cosa Si Nasce (Taxi Driver/Brigante/Dio Drone e…

Enfatico industrial primi anni novanta per la creatura di Enrico Cerrato (Infection Code) che rispolvera per l'appunto un genere a…

15 May 2017 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top