The Great Saunites & Attilio Novellino – Radicalisme Mècanique (Manza Nera/Discreetrecords, 2014)

One side strikes back. Torna il formato vinilico più gettonato degli ultimi tempi, una volta tanto giustificato non da mere ragioni estetiche ma dal fatto che i dodici minuti di Radicalisme Mècanique non avrebbero potuto stare su un semplice 7” bifronte senza essere divisi. Sull’altro lato del giallo vinile capeggia invece la serigrafia di un oscuro macchinario dall’aspetto vagamente leonardesco, opera di Vivaultra stampa dall’immancabile gang di Corpoc.
Attilio Novellino l’abbiamo conosciuto in tante vesti e associato ai più disparati progetti, ma vederlo accompagnarsi a un gruppo di ambito rock come The Great Saunites mi ha onestamente sorpreso; limite mio evidentemente, dato che lui appare perfettamente a suo agio anche in questo contesto. È sempre un buon segno l’assenza di preconcetti e la ricerca di affinità che vadano al di là degli steccati di genere: in questo caso il punto di contatto è rappresentato dall’improvvisazione, che tutti gli interessati praticano pur nei rispettivi ambiti di competenza. In Radicalisme Mècanique l’incontro non avviene perfettamente a metà strada, è più Novellino a spostarsi verso i territori rock o quantomeno è questo il genere che risulta prevalente: l’intervento del musicista barese non stravolge il suono del duo lodigiano, che continua a macinare imperterrito il proprio noise strumentale, ma ne muta lentamente il DNA ed offre al contempo nuove direttrici di sviluppo. Voci, rumori e melodie ondivaghe che si insinuano fra le trame ritmiche provocando sensazioni di vero straniamento, il sax che interviene verso la metà del pezzo spostando il discorso su territori limitrofi al jazz e sul finale l’elettronica che arriva a prevalere dissolvendo ogni idea di ritmo, danno vita a una musica che stimola in ugual misura e contemporaneamente corpo e mente, psichedelia hard radicata fra i ’70 e i ’90, ma che sa guardare avanti. Il primo incontro è stato fruttuoso, speriamo abbia un seguito.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Kaeba - Lanurek 5.0 x 100 (Farmacia 901/Bugdate/Kaeba, 2010)

Proprio l'altro giorno pensavo a quanto questo Paese di "vecchi" (sia chiaro: per forma mentis e non per età!) e…

27 Oct 2010 Reviews

Read more

Papier Tigre - S/T (Collectif Effervescence, 2007)

Disco che gronda Chicago, Washington e indie / math rock metà '90 da tutti i pori. Potremmo indicare,…

06 Nov 2007 Reviews

Read more

Matmos + M.uto - 15/03/13 Interzona (Verona)

La prima tranche della stagione 2013 di Interzona è ricca di bei nomi: si è iniziato con Jon Spencer, che…

22 Mar 2013 Live

Read more

Submental Orchestra- Castello Di Sangue (Casetta, 2019)

Servono un po’ di ascolti e una certa attenzione per venire a capo di Castello Di Sangue, seconda opera in…

20 Aug 2019 Reviews

Read more

Lorenzo Senni + Von Tesla – 12/01/2014 Chiesa Di…

Esordisce questa sera l’associazione veronese Morse, recentemente costituitasi e che si dedicherà, come appare evidente dal programma finora annunciato, alle…

24 Jan 2014 Live

Read more

Jennifer Gentle - Concentric (A Silent Place, 2010)

Ritorna uno dei gruppi italiani che è riuscito ad imporsi all'attenzione dell'etichetta che divenne famosa per il grunge, la Sub…

11 May 2010 Reviews

Read more

The Ex + Ililta Band - 21/03/09 Interzona (Verona)

Trent'anni (beh, qualcuno quasi cinquanta, mi sa...) e non sentirli. Gli olandesi The Ex, in occasione del trentennale, battono…

28 Mar 2009 Live

Read more

7 Training Days – Finale/Forward EP (Autoprodotto, 2012)

Merita almeno una segnalazione questo breve EP dei frusinati 7 Training Days, di cui già avevamo avuto modo di parlare…

10 Dec 2012 Reviews

Read more

Absoluten Calfeutrail & Blarke Bayer - Conflict Resolution Seminar (Sabbatical,…

Altro dischetto Sabbatical interessante, altro piatto per stomaci foderati di lamiera. In questo caso più che un eufemismo si tratta…

13 Mar 2009 Reviews

Read more

Astral Brew - Red Soil (Macina Dischi, 2018)

Navigatori di lungo corso intrecciano le trame di questa sorta di concept spaziale a metà strada tra l'impro jazz colto…

25 Oct 2018 Reviews

Read more

Psss Psss Psss – S/T (Pezzente Produzioni, 2008)

Il gruppo in questione (è un gruppo?) ha suonato quest'anno al Tago fest ma me lo sono perso, in realtà…

04 Dec 2008 Reviews

Read more

Small Thing - S/T (Flamingo, 2019)

"La cosetta" è un gagliardo punk stop and go di chiara matrice NOFX (nel senso buono) interpretato da un giovane…

08 Feb 2021 Reviews

Read more

Harold Nono/Hidekazu Wakabayashi – S/T (Bearsuit, 2010)

Tempo fa avevamo recensito un lavoro di Harold Nono oltre ad altro materiale della piccola etichetta inglese Bearsuit,…

11 Jun 2010 Reviews

Read more

Blastula - Scarnoduo (Amirani, 2010)

Giusto per mettere le cose subito in chiaro, diciamo che per quel che mi riguarda parlando di questo disco siamo…

30 Mar 2010 Reviews

Read more

Massimo Olla - Life In A Sonic Free Form Research…

Percussioni, suggestioni e striscianti fruscii introducono il raffinatissmo lavoro di Massimo Olla che, a onor del vero, sembra non abbia…

04 Oct 2020 Reviews

Read more

Gianni Gebbia/Stefano Giust/Xabier Iriondo - L’Edera, Il Colle, E La…

Possiamo parlare di supergruppo? Beh fate un po’ voi... e quindi solito discorso che i super gruppi non funzionano? Dipende…

30 Sep 2009 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top