since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Taub – Bedtime Stories (Nonine, 2008)

Per quanto si tratti di un'etichetta nata da poco tempo la Nonine non è davvero niente male, fino ad ora delle quattro o cinque uscite che mi è capitato di sentire nessuna era particolarmente banale, anzi, mediamente erano assemblate con un gran gusto per i suoni, per le melodie e per le ritmiche: in ambito elettronico in pratica è quasi come dire che erano ben fatte in tutto.
I Taub sono quell'Harold Nono di Edimburgo che abbiamo recensito poco tempo fa e Me Raabenstein di Berlino (che è anche il boss dell’etichetta) non smentendo la pregevole storia recente (e non) dell’elettronica inglese e soprattutto di quella "made in kartoffeln", si mantengono sempre su di un buon livello qualitativo, gran gusto e ambientazioni solitamente notturne come dice il titolo stesso (d’altro canto non è che il Inghilterra e la Ger-money rimarranno nella storia per il sole e le spiagge). Elettronica melodica ma non propriamente Idm, infatti le ritmiche ci sono, ma mediamente sono frammentate o appena accennate e per nulla epilettiche, melodie soft che ricordano un po' alcune cose dei Plaid e molto alla lontana anche i Plone anche se ben distanti da quel loro immaginario di tipo infantile e simil videogioco, ma soprattutto con dei suoni aggiornati a fine primo decennio del millennio che è. Vocoder usato con parsimonia e con gusto, suoni sintetici sì e pure batterie elettroniche ma pur sempre caldi anche quando sembra di entrare in un paesaggio più consono ad un gameboy, fra tappeti ritmici più andanti e meno sospesi e suoni che giocano di rimbalzo contrappuntando le ritmiche, un classico del genere. Elettronica melodica ma non vocale dato che a parte qualche voce campionata qua e là ma comunque relegata al fondo, nessun vocalist che porti fede a questo nome e direi che sia un bene visto che non sembrano necessitare del "rinforzino". Forse ancora da sviluppare in alcuni particolari e negli arrangiamenti, ma si tratta di un ottimo esordio (pur non trattandosi di due neofiti).

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top