since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: sufjan stevens

White – III (Aagoo, 2013)

Cory Thomas Hanson arriva al terzo disco col monicker White e continua a fare tutto da solo: musica, testi, produzione, grafiche: III mostra una buona maturazione rispetto agli esordi e si presenta con un lavoro che, anche se non vi farà immediatamente strappare i capelli dall’entusiasmo, riesce comuque a dire la sua se gli viene lasciato il tempo di crescere con gli ascolti. …

Read more

Teletextile – Glass (Lili Is Pi, 2011)

Uh. Indie pop un pò elettronico con una gran bella voce femminile oltre a Psapp? Benvenga, porca la miseria!
Come il vetro, a cui è intitolato l'album – Glass -, la musica del trio newyorkese a cui fa capo Pamela Martinez, l'anima e il cuore del progetto, è trasparente. Nel senso che in modo diretto e senza troppi preamboli arriva al punto questa ragazza originaria del Texas ed ora operante a Detroit, che interpreta testi ispirati a quel grand'uomo di Robert Frost e li musica con arpa (sì. Arpa. E vedere sul web come la suona è uno spettacolo), violino, chitarra e tastiere e che sa rendermi emozioni suscitate a suo tempo solo da Tori Amos (che il Signore la protegga sempre!) – I Don't know How To Act Here, The Lark -, la Bjork di HomogenicAmpm Two, di cui segnalo un bel videoclip in passo uno – o dai certi singoli sfornati da Kate Bush che positivamente hanno segnato la mia infanzia.

Read more

Jonathan Inc. – Lost: Time (Arctic Rodeo, 2011)

'There's a word on my lips, which I could not explain' canta jonathan Anderson in Long Gone e fa il punto della situazione per quel che mi riguarda. Perchè le dodici tracce, che ci hanno messo un pò a essere messe su disco (il progetto si avvale della collaborazione di artisti che vivono lontani fra loro), sono connotate da una freschezza compositiva, ma si avvicinano molto a qualcosa che già musicalmente si conosce e si individua ma non si sa spiegare. Sarà che Lost: Time è costruito attorno a pezzi eterogenei sia tra loro che rispetto al fil rouge che trovo le unisca: il pop. …

Read more
Back to top