Tag Archives: shipwreck bag show

Cagna Schiumante – S/T (Tannen, 2014)

Scorticare fino a raggiungere l’essenza stessa. Le tracce di questo lavoro sono canti di muezzin ubriachi e storti declamati sbavando sopra la camicia: immaginate uno scellerato connubio tra il più nobile impro rock italico e cinico tv e sarete vicini al gelo incandescente di questo disco. Certamente i più avvezzi alle elucubrazioni di Xabier Iriondo (Afterhours), Stefano Pilia (Massimo Volume) e Roberto Bertacchini (Starfuckers, Sinistri, Shipwreck Bag Show) non rimarranno delusi o disorientati. Infatti gli strizzoni chitarristici di Iriondo non hanno eguali al mondo e sarebbero riconoscibili per stile e personalità tra mille altri. …

Read more

Muviments 2012 – 28-29/12/12 Castello Medievale (Itri – LT)

Il Muviments fa otto, una cifra importante, che la dice lunga sulla continuità dell’impegno e sulla dedizione che ragazzi dell’associazione Ca.Ga mettono nell’organizzazione del festival. Per noi invece è il secondo anno di presenza ed è quindi l’edizione a cui, dopo l’entusiasmo della prima volta, chiediamo la sempre difficile conferma. Le premesse sono comunque buone: anche quest’anno la scaletta è invitante, varia e di qualità, e ci dà la possibilità di verificare dal vivo le capacità di molti dei progetti di cui avevamo parlato negli scorsi mesi. …

Read more

Xabier Iriondo – Irrintzi (Brigadisco/Wallace/Phonometak/Santeria e altre, 2012)

Il primo album solista di una delle figure più presenti, in molteplici vesti, nel giro indipendente italiano è certamente un evento, che viene onorato con un insolito doppio vinile in cui ogni disco presenta un lato inciso e uno serigrafato: sul primo troviamo pezzi originali, sul secondo cover. Ad accompagnare il musicista sono, di volta in volta, i compagni di tante passate (e future) avventure. L’operazione è ad alto rischio autocelebrazione, e in effetti la cosa non viene del tutto elusa, ma l’album riserva comunque qualche sorpresa. Irrintzi è concepito come un autoritratto che mostri le molteplici facce di Xabier Iriondo, così come le sue fonti d’ispirazione, sacrificando la scorrevolezza dell’ascolto a favore di un percorso a zig-zag che contribuisce a integrarne la discografia e la biografia, andando a colmare alcuni vuoti. …

Read more

Blast from the past!

Vonneumann - Switch Parmenide (Homemade Avantgarde, 2006)

Ci avviciniamo con colpevole ritardo a questo disco dei Vonneumann uscito ormai due anni fa, tanto che, da quanto apprendo…

16 Apr 2008 Reviews

Read more

Matteo Uggeri/Luca Mauri/Francesco Giannico – Pagetos (Boring Machines/Grey Sparkle, 2012)

A concludere la quadrilogia iniziata nel 2007 da Maurizio Bianchi e Matteo Uggeri e dedicata ad alcuni aspetti della natura…

20 Jul 2012 Reviews

Read more

Martyrdöd - Paranoia (Southern Lord, 2012)

Ultimamente pecco spesso di mancato tempismo: ascoltarmi questo "Paranoia", ultima fatica degli svedesi Martyrdöd, nel pieno di una estate infernale…

02 Oct 2012 Reviews

Read more

Andrew Quitter - Forgotten Farms (Diazepam, 2012)

Andrew Quitter pubblica un cassetta C30 per la Diazepam di Mauro Sciaccaluga (Ur, Shiver, Wailing Of The Winds) dal sapore…

11 Apr 2013 Reviews

Read more

Child Bite - Vision Crimes (Joyful Noise, 2013)

I Child Bite sono considerati la miglior band live di Detroit. In otto anni di carriera hanno cambiato diverse formazioni…

13 May 2013 Reviews

Read more

Interiors - Liquid (Minus Habens, 2014)

Sempre su un range ipersofisticato e moderno si muovono le ultime produzioni della Minus Habens che con Interiors propone letteralmente…

14 Jul 2014 Reviews

Read more

Viridanse - Gallipoli 1915 E Le Altre Storie (Silentes, 2012)

Non suona affatto bizzarro il recupero della discografia completa dei Viridanse, in un'epoca in cui il suono new wave è…

10 Jan 2013 Reviews

Read more

Arbdesastr - S/T (Marsiglia, 2007)

Segnali di gelo assoluto (C3), atmosfere placide, punteggiate da glockenspiel (Sky And Space You) aprono il nuovo mini album degli…

05 Jan 2008 Reviews

Read more

Guided By Voices - The Bears For Lunch (Fire, 2012)

Parlare del nuovo disco dei Guided By Voices vuole dire percorrere una strada insidiosa, infatti quando sto per scrivere da…

06 Feb 2013 Reviews

Read more

Le-Li - My Life On A Pear Tree (Unhip/Garrincha, 2010)

Parlavamo tempo fa di pop pandistelle, ed eccolo qua il regalo perfetto per Emiliano Zanotti, il debutto di Le-Li: qui…

24 Mar 2010 Reviews

Read more

Various Artists - Albascura: A Descent Into The Blasco Lungs…

Quando ho saputo di Albascura della Asbestos, non ho di certo accolto con entusiasmo la notizia. Certo l’etichetta ci ha…

07 Oct 2019 Reviews

Read more

Plakkaggio - Verso La Vetta (Time To Kill/Hellnation, 2022)

L'eterno ritorno. Chris Nunnos e Gabbath si riaffacciano con band rimaneggiata, ma sempre fedele al metallo più puro e classico.…

22 Mar 2022 Reviews

Read more

Labirinto – Anatema (Dissenso, 2010)

Dal Brasile, attivi dal 2003, questi Labirinto arrivano oggi (beh non proprio oggi, l’album è del 2010) a…

11 Mar 2011 Reviews

Read more

Spring Is Reverb – This Youth (Stone On Saturn, 2009)

E bravi questi Spring Is Reverb, fiorentini che si fanno produrre questo godibile mini d’esordio nientepopòdimeno che dal buon Magistrali:…

17 Sep 2010 Reviews

Read more

Ivan Iusco - Transients (Minus Habens, 2015)

Per l'ennesima volta collidiamo con i mille mondi del magmatico maitre della Minus Habens che, nuovamente, ci investe di visioni…

09 Dec 2015 Reviews

Read more

Mattia Coletti – The Land (Bloody Sound Fucktory/Town Tone/Wallace, 2011)

Verso l'opera di Mattia Coletti nutro sentimenti contrastanti: ho amato incondizionatamente ogni suo lavoro in duo, dai Polvere (con Xabier…

14 May 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top