since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: rocchetti

Sorrentino/Telandro/Sigurtà – Immersus Emergo (Setola Di Maiale, 2012)

Ci troviamo di fronte ad un trio a suo modo anomalo, poichè vediamo Luca Sigurtà affiancato a due musicisti provenienti dall’ambito “colto”. Non si tratta certo di un esperienza così anomala per il biellese, infatti anche i suoi lavori con Rocchetti, Pocket Progressive e con Fhievel non è che fossero così distanti dalla musica elettronica erudita o da materiali da performance in un museo di arte contemporanea, ma in questo caso la combinazione ha prodotto un risultato molto particolare. …

Read more

Ovo/Rocchetti – Split 7″ (Wallace/Holiday, 2009)

Più che di "clash of the titans" parlerei di "riunione di condominio" visto che Rocchetti si è trovato non solo ad uscire su Bar La Muerte ed a collaborare a più riprese con Dorella e la Pedretti, ma anche per il fatto che a quanto riporta il nostro parrucchiere delle stelle, i nostri eroi in quel di Berlino (che giova ricordare che: "Berlin l’è semper Berlin") condividevano pure lo stesso appartamento. Lasciataci alla spalle questa intro da Novella 2000 andiamo al sodo di questo 7” e visto l’aggettivo (Ovo… sodo… cazzo, ne so più di Gino Bramieri) partiamo dagli Ovo che qui ci lasciano due outtake del loro ultimo CD.

Read more

Sigurtà, Fhievel, Hue – Live At Lab 12, Part 1 (Sparkling Sodality/Sinewaves, 2007)

Un preambolo più che dovuto per dire che se Uggeri non è capace di star fermo sembra che anche i due biellesi che lo coadiuvano in questo live non sono da meno. Seconda cosa, proprio al Lab 12 quest’inverno ho avuto la fortuna di poter vedere un live del Pocket Progressive (Sigurtà, Rocchetti, Fhievel) e nonostante lo sparuto pubblico direi che tiene fede alla nome che ognuno dei tre si sta guadagnando anche singolarmente. …

Read more

Matteo Uggeri: “music for those who want to live in their own small world” (Grey Sparkle)

Immagino che Hue (al secolo Matteo Uggeri) e gli Sparkle in Grey non risultino proprio una novità per molti nostri aficionados e, se così fosse, potremmo azzardare che si trattasse solo di una questione di tempo. Un'adolescenza elettronico-industriale, delle incursioni decise in "post rock" e "melodia", "quasi pop" e field recording hanno evidentemente formato le orecchie e i gusti del milanese Hue, che da puro fruitore è passato dietro al computer in veste di musicista e produttore. Se Passo Uno e Sparkle in Grey sono facilmente associabili alla melodia, di tutt'altra forgia sono il suo ultimo lavoro solista intitolato Un'Estate Senza Pioggia e le collaborazioni con Maurizio Bianchi (in via di completamento) e con Punck per quel piccolo capolavoro che è A Constant Migration ancora fresco di stampa per la storica Creative Sources. "Music for those who want to live in their own small world" viene riportato sul sito che collega tutte le sue attività (www.greysparkle.com), ma a vedere bene, data la quantità di collaborazioni avviate da Uggeri, si potrebbe supporre che il suo piccolo mondo così minuto non lo è, oppure che che questo "small world" è quanto meno in espansione. "Il ragazzo si farà anche se ha le spalle strette"?

Read more
Back to top