since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: r.u.g.h.e.

Fvrtvr – Demon Cycle 1-9 (Niente, 2010)

L'etichetta dietro alla quale si muovono gli St.ride si allarga e con questa nuova uscita oltre ad aprire ai musicisti esteri, lo fa in pompa magna visto che uno dei due Fvrtvr non è altri che Fritz Welch Peeesseye con tale Guido Hennebohl all'elettronica. Come sempre si tratta di un disco molto delirante, non distante da Mongholi Nasi e da alcune cose di David Moss diminuite del loro effetto free-avant-jazz. Non è per nulla semplice dare un giudizio su un lavoro del genere la cui essenza è principalmente quella performativa.

Read more

R.U.G.H.E. – S/T (Niente, 2009)

Non amo molto il radical minimalismo delle edizioni Niente, però non c'è dubbio alcuno che l'etichetta fondata dagli St.ride fornisca un porto sicuro per disagiati mentali di ogni sorta e per chiunque pratichi la musica "sperimentale" e che si può fregiare a ragione di un titolo del genere. Dirò di più, l'etichetta ligure fino ad ora sembra aver preso una direzione ben precisa ed oltre ad un'estetica sta gradualmente sviluppando un proprio suono, se questa poi sia solo un'impressione lo dirà solo il tempo. I R.U.G.H.E. sono un trio genovese che fra gli altri annovera quel Fabio Zuffanti che qualcuno di voi forse ricorda nei Finisterre, nella Maschera Di Cera ed impegnato a in diverse produzioni prog oppure in veste di solista.

Read more

St.Ride: Dadaismo Ligure E Frammentazione

Credo che gli St.Ride (myspace.com/stpuntoride) siano un fenomeno abbastanza atipico in Italia, infatti parliamo di un gruppo sperimentale ormai piuttosto longevo e che pur non essendo mai passato alla ribalta della cronaca musicale italiana, ha sempre avuto uno zoccolo duro di ammiratori. Le ragioni di questi risultati, nonostante lo scarso supporto della stampa specializzata, spesso vanno ricercate oltre che nella continuità anche nel fatto che Gusmerini e Grandi da buon gruppo di "ricerca" non si sono fermati neppure quando hanno iniziato ad ottenere gli apprezzamenti di vari addetti ai lavori come ad esempio Frans De Waard di Vital Weekly/Korm Plastic, infatti hanno continuato a cambiare ed a trasformarsi a ciclo continuo senza per questo dimenticare di avere e di coltivare un loro stile. …

Read more
Back to top