since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: pop group

Paolo Cantù: soltanto io, da solo.

Paolo Cantù si è fatto le ossa in seminali gruppi dell’industrial italiano all’inizio degli anni ’80, ha suonato la chitarra nella primissima formazione degli Afterhours, è stato parte di un gruppo fondamentale per la musica sperimentale come A Short Apnea, ha militato in Six Minute War Madness, Uncode Duello, EAReNOW e in un’infinità di altri progetti, di cui ci siamo spesso occupati. Chiusi tutti i precedenti capitoli, quest’anno la sua storia è ripartita con un nuovo nome, Makhno, e un album, registrato in quasi completa solitudine, che è da annoverare fra le cose migliori uscite nel 2012: Silo Thinking è un’opera intensa e complessa, diretta ma non facile da circoscrivere in tutte le sue molteplici diramazioni. Abbiamo voluto saperne di più e, già che c’eravamo, ne abbiamo approfittato per ripercorrere le tappe della sua carriera. …

Read more

FERC – The Trial Of Monologue (Silta, 2012)

Si legge sul sito dell’etichetta che “La missione di Silta Records è di pubblicare e divulgare registrazioni di musica creativa caratterizzate da approcci improvvisativi moderni in ambito Jazz & Beyond – Contemporary”. Il progetto FERC soddisfa pienamente questi requisiti, andando a toccare praticamente tutti gli ambiti citati, forse anche qualcuno in più. È questo un duo che unisce Rossella Cangini, cantante di ricerca torinese dal corposo curriculum (i percussionisti Billy Cobham e Don Moye e l’ex Pop Group Mark Stewart fra le collaborazioni) e il musicista partenopeo Fabrizio Elvetico, che già conosciamo per il suo lavoro con Illachime Quartet, impegnato con basso, piano ed elettronica. …

Read more

St.Ride: Dadaismo Ligure E Frammentazione

Credo che gli St.Ride (myspace.com/stpuntoride) siano un fenomeno abbastanza atipico in Italia, infatti parliamo di un gruppo sperimentale ormai piuttosto longevo e che pur non essendo mai passato alla ribalta della cronaca musicale italiana, ha sempre avuto uno zoccolo duro di ammiratori. Le ragioni di questi risultati, nonostante lo scarso supporto della stampa specializzata, spesso vanno ricercate oltre che nella continuità anche nel fatto che Gusmerini e Grandi da buon gruppo di "ricerca" non si sono fermati neppure quando hanno iniziato ad ottenere gli apprezzamenti di vari addetti ai lavori come ad esempio Frans De Waard di Vital Weekly/Korm Plastic, infatti hanno continuato a cambiare ed a trasformarsi a ciclo continuo senza per questo dimenticare di avere e di coltivare un loro stile. …

Read more
Back to top