since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: plakkaggio

666 – …Perché In Fondo Lo Squallore Siamo Noi (Hellnation/Tuscia Clan)

Soltanto loro potevano riuscirci. Solo il Plakkaggio e l’instancabile Roberto Gagliardi (Hellnation) potevano riuscire nell’intento di declinare in chiave oi/thrash Max Pezzali e tutto il parafernalia da lui generato in oltre trent’anni di carriera. Certo è doveroso ricordare che gli D8r. Max ci sono arrivati almeno dieci anni prima, ma questa è un’ altra storia. La virtù principale della gang di Colleferro è di fregarsene di stilemi, paletti e atteggiamenti di genere per preferire la sostanza a tutti gli orpelli. …

Read more

AA.VV. – Metallo Liquido, L’Heavy Metal Come Forgia (L’Arca E L’Arco, 2015)

Sarà un segno dei tempi che stiamo attraversando, ma sempre più spesso mi trovo  a pronunciare il termine “metal”, un po’ per ragioni d’innocua nostalgia (il tour finale dei Black Sabbath, il nuovo disco degli Iron Maiden, un gruppo di amici che torna a incidere dopo anni), molto per il suo irrompere nel presente in situazioni non così scontate (i recenti dischi di Plakkaggio e, su tutti, Bachi Da Pietra). Capita quindi a fagiolo questo agile libretto che, in poco meno di cinquanta pagine, si propone di analizzare da punti di vista differenti il significato di questo genere. …

Read more

Plakkaggio – Ziggurath (Hellnation, 2015)

Dalla provincia dell’impero ritorna il terribile trio sempre carico di nostalgico NWOBHM in chiave romper stomper. Ma, ricapitoliamo il percorso che ci ha portato all’indicativo presente. Nel 2012 avevamo lasciato il (relativamente) giovane ensemble di Colleferro con Approdo su Hanged Man, dove finalmente si suggellava la fusione tra la New Wave Of British Heavy Metal (Iron Maiden, Judas Priest) con l’ italico orgoglio Oi (Colonna Infame). Un’ (auto)ironia fuori del comune e un intelligentissimo songwriting contribuivano a rendere appetibile il prodotto anche fuori da generi e scene poco ricettive verso le contaminazioni. Approdo come traguardo (scusate il gioco) è stato una tappa fondamentale per la band che lo ha quindi promosso per due anni con esibizioni live su e giù per lo stivale. …

Read more
Back to top