since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: mina

Punk ‘n’ Rai (prima parte)

Il punk? Musica paranoide e sgradevole. I punk? Una rimasticatura di James Dean e dei Teddy Boys. Così la Televisione di Stato nel 1977 raccontava il più dirompente fenomeno della storia del rock. Ma a cercare bene nei vasti archivi Rai si trovano gemme insospettabili. Quando Johnny Rotten parlò alle telecamere del Primo Canale. Martedì 4 ottobre 1977. Alle 21.30 davanti a Rete 2 (oggi Rai Due) ci sono circa, secondo le stime pre-Auditel dell’epoca, 15 milioni di spettatori. …

Read more

Fuzz Orchestra – Morire Per La Patria (Wallace/Boring Machines/Brigadisco e altre, 2012)

Tornano col loro noise ’70 diversamente strumentale, cinematografico e politicizzato, i Fuzz Orchestra e, per la prima volta su disco, schierano Paolo Mongardi alla batteria. L’intensa attività live degli ultimi tempi ha sicuramente consentito al nuovo arrivato di acclimatarsi, così come ha permesso di rodare buona parte dei brani che troviamo in Morire Per La Patria. …

Read more

Title Tracks – 26/03/11 Interzona (Verona)

Una ben strana serata quella del mio esordio stagionale all'Interzona, iniziata secondo tradizione con un‘ottima pizza nel locale dall'altra parte della strada, e chiusasi, dopo una trentina di minuti dall'entrata, con uno dei concerti più brevi che ricordi. Pur rimanendo un sostenitore dei concerti che lasciano un po' di voglia inappagata rispetto a quelli che per via della lunghezza provocano orchite, qui abbiamo decisamente un caso limite.

Read more

Marco Massa – Nelle Migliori Famiglie (Tranquilo, 2007)

Premetto che in un qualsiasi megastore questo cd finirebbe nella categoria della "musica italiana" e quindi non è proprio un genere che mastico abitualmente, questo giusto per scusarmi per ogni eventuale strafalcione. Il cd di Marco Massa mi sembra il classico disco che o "fa il botto" o finisce in quel limbo del totale anonimato a cui sono destinati più del novanta per cento dei cd da classifica che al grande pubblico non arrivano. Se su una webzine come questa sarebbe più ovvio aspettarsi del cantautorato strambo stile Bugo, gente come i Perturbazione o al più Elio E Le Storie Tese, Massa invece fila liscio come l'olio senza folate indie o stranezze di sorta. …

Read more
Back to top