since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: mike watt

Mombu – Zombi (Subsound, 2012)

Non si tratta del nuovo lavoro dei Mombu, bensì dell’edizione vinilica (con accluso CD) dell’album dello scorso anno, opportunamente rivisto per quel che riguarda mixaggio e masterizzazione e rivestito con una copertina che riproduce a colori invertiti quella d’esordio, riconfermando purtroppo l’odioso font che rende quasi indecifrabili i titoli. Oltre a questo, ci sono quattro novità: sparisce l’intro e arriva un brano nuovo, mentre due vengono arricchiti dalla presenza di ospiti. …

Read more

The Hand To Man Band – You Are Always On Our Minds (Post-Consumer, 2012)

La sola parola supergruppo credo faccia mettere mano alla fondina a più di un lettore… e invece questa volta dietro al nome The Hand To Man Band c’è anche della sostanza e non solo una lineup da brividi: Thollem McDonas (pianista poliedrico e attivissimo, suona in Tsigoti, ha collaborato con Stefano Scodanibbio, Nels Cline, Nicola Guazzaloca e mille altri), John Dieterich (mitico chitarrista di Colossamite, Gorge Trio, Deerhoof), Mike Watt (un nome storico… Minutemen, fIREHOSE, Stooges) e Tim Barnes (batterista di Silver Jews, Jim O’Rourke, Text Of Light). …

Read more

Cartavetro – We Need Time EP (Anomolo/Brigadisco/Marsiglia/Tesla/Taxi Driver, 2009)

Per una descrizione calzante della storia dei Cartavetro si potrebbe fare un paragone con la favola del brutto anatroccolo che diventa cigno, infatti questo EP si distacca di molto dall'esordio Bruxia, che portò i più pettegoli a definire all'epoca il gruppo come "il peggiore di Genova": senza essere così tranchant si può senz'altro dire che c'è parecchia distanza tra le due produzioni.

Read more

Jeffrey Roden – Seeds Of Happiness Part 1 (The Big Tree, 2007)

Il cognome non vi risulta nuovo? …ma sarà parente di quel Roden? …esatto! Le sapete davvero tutte ed infatti Jeffrey Roden è lo zio del più conosciuto Steve, che trattandosi di "cosa loro" gli ha prodotto il lavoro. Ma con un parente più giovane così ingombrante il vecchio zietto si è tenuto alla larga dai campi più ostici del nipotino, quindi non proprio un progetto stile reunion famigliare come gli Arc di Aidan Baker.  …

Read more
Back to top