Tag Archives: me raabenstein

Me Raabenstein – R (Nonine, 2012)

L’eterno ritorno di Me Raabenstein, ma non in senso ebraico e neppure in termini di tematiche, è semplicemente che questo ragazzo belga trapiantato a Berlino a quanto pare non riesce a star fermo e fra dischi suoi, collaborazioni e uscite altrui, è riuscito a dare alla Nonine (la sua etichetta) una continuità ed una credibilità invidiabili. Questa raccolta di pezzi lo vede coinvolto in diverse salse e con diversi moniker, dalle tracce a nome Slowcream (uno dei suoi progetti che preferisco) ai lavori con altri. Il disco invece di scadere nella semplice compilation con i pezzi che si susseguono senza troppa omogeneità stilistica, pur variando parecchio riescono ad amalgamarsi egregiamente, tant’è che durante i primi ascolti, senza aver letto né press sheet né nome dell’artista e quant’altro, credevo fosse un semplice lavoro in solo. …

Read more

Sqaramouche – Tutu (Nonine, 2011)

Concepito e ideato in Sicilia nell’estate del 2010, in un clima immaginiamo assolutamente rilassante, Künstler Geer Mussert aka Subsequent, produttore e dj olandese e Me Raabenstein, produttore e compositore tedesco, finalizzano il secondo album Tutu nelle sede berlinese degli Squaramouche. In ambito di sperimentazione il suono, ad un primo approccio, sembra confondersi nel mare dei suoni chill out o hip hop sporcato di dub con qualche accenno latino o jazz. Una cosa adattissima per fare due chiacchiere nel locale più  di tendenza della Oranienstraße di Berlino o al Flex Club di Vienna prima di vedere il konto. …

Read more

Patron And Patron – Gen (Nonine, 2008)

Iniziate a segnarvi il nome di Me Raabenstein perché ho il sospetto che "il ragazzo abbia il risultato nelle gambe", forse ancora da migliorare nella forma dei pezzi ma i tempi ci sono ed ha fiato, questa volta in compagnia di Sakuran (al secolo Frederik Van de Moortel) con il moniker Patron And Patron.

Read more

Taub – Bedtime Stories (Nonine, 2008)

Per quanto si tratti di un'etichetta nata da poco tempo la Nonine non è davvero niente male, fino ad ora delle quattro o cinque uscite che mi è capitato di sentire nessuna era particolarmente banale, anzi, mediamente erano assemblate con un gran gusto per i suoni, per le melodie e per le ritmiche: in ambito elettronico in pratica è quasi come dire che erano ben fatte in tutto.

Read more

Blast from the past!

Black Moth - The Killing Jar (New Heavy Sounds, 2012)

Non partivo affatto prevenuto. Sebbene non ascolti molti gruppi con una donna alla voce, sono pronto a valutare con grande…

15 Jan 2013 Reviews

Read more

White Hex - Heat (Avant!, 2012)

I White Hex sono un duo australiano composto da Tara Green e Jimi Kritzler, per un po' di tempo di…

11 Jan 2013 Reviews

Read more

The Tapes - Teletyp (Luce Sia, 2021)

Sul versante più trasversale e certamente meno facile rispetto a Derma è questo nuovo sette pollici sempre a firma Giancarlo…

14 Nov 2021 Reviews

Read more

Adamennon & Luciano Lamanna – Iris (Souterraine, 2017)

Esordiscono insieme l’etichetta napoletana Souterraine e la collaborazione fra Adamennon e Luciano Lamanna che su questo 12” mettono in comune…

11 Oct 2017 Reviews

Read more

Walter Prati, Evan Parker/Lukas Ligeti, Joao Orecchia - Phonometak #9…

Il penultimo capitolo della Phonometak Series ospita le gesta di quattro bei nomi dell'improvvisazione, accoppiati due a due. Walter Prati…

03 Sep 2012 Reviews

Read more

?Alos - Matrice (Cheap Satanism, 2015)

Stefania Pedretti é l'unica figura femminile davvero interessante del panorama musicale indipendente nostrano. Su questo credo non ci siano dubbi.…

21 May 2015 Reviews

Read more

The Doggs - Red Sessions (Autoprodotto, 2012)

Ancora frastornati dal debutto di pochi mesi fa ecco ritornare questo giovane ed arrogante terzetto milanese per prenderci (di nuovo)…

16 May 2012 Reviews

Read more

Murmur Mori: fiabe e leggende di cui abbiamo bisogno

Difficile rendere con una recensione o il report di un concerto cosa sia Murmur Mori. È difficile capirlo anche se…

20 Nov 2017 Interviews

Read more

GNU - Experimental Open Session @ SPM Ivan Illich (Setola…

Non so se avete sentito parlare o visto qualche cosa del giro degli improvvisatori bolognesi, ma se ancora non vi…

07 Jan 2009 Reviews

Read more

Jane & The Magik Bananas - Inscrutable Intentions (Unrock, 2020)

Dopo un lungo periodo di silenzio ritornano i Jane & The Magik Bananas, impro trio dal nome rock’n’roll formato da Sam…

28 Apr 2020 Reviews

Read more

Dead Boomers + GNAUMGN + Undecisive God - 12/10/10 Bar…

Ogni martedì sera al Bar Open c'è la serata sperimentale/rumorista Mess+Noise curata da Sean Baxter, noto soprattutto come batterista free…

06 Sep 2010 Live

Read more

Cardosanto – Pneuma (Wallace/DreaminGorilla/Rude, 2014)

Torna, grazie alla ristampa ad opera di Wallace, DreaminGorilla e Rude Records, una delle pietre miliari, o più probabilmente la…

19 Jun 2014 Reviews

Read more

The Fresh & Onlys - S/T (Castle Face, 2008)

Ultimamente sono ossessionato dalla teoria dell'estinzione del rock entro e non oltre i prossimi trent'anni. E visti i prodromi…

17 May 2009 Reviews

Read more

Interiors - Liquid (Minus Habens, 2014)

Sempre su un range ipersofisticato e moderno si muovono le ultime produzioni della Minus Habens che con Interiors propone letteralmente…

14 Jul 2014 Reviews

Read more

The Connie Capri Organ Chamber Orchestra - S/T (Wallace, 2008)

Che Mirco Spino nonostante un malcelato passato hardcore (e non per i film con Rocco e John Holmes) sia diventato…

07 May 2008 Reviews

Read more

D.B.P.I.T. / Xxena – Alien Symbiosis (Deserted Factory, 2008)

Per chi non si ricordasse D.B.P.I.T. sta per Der Bekannte Post-Industrielle Trompeter che al secolo è Flavio Rivabella, quest'ultimo oltre…

29 Nov 2008 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top