since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: logoplasm

Video Diva – Inetticho (Autoprodotto, 2009)

Per quanto non sia bello identificare un gruppo con uno di quelli che ne fanno parte a volte è necessario ed aiuta ad attirare l’attenzione dei curiosi, ragion per cui diciamo che questo è l’altro gruppo di Davide Valecchi, qualcuno di voi forse avrà sentito come Aal (ha fatto uscire materiale su Afe e Elk Mind e mi piace parecchio) e che ha collaborato a più riprese con Punck e Logoplasm. In ogni caso fatte le dovute premesse, il genere ha ben poco a che fare con Aal se non per una vena wave di fondo, ma ad ogni modo si tratta di poca cosa. …

Read more

Dona Ferentes & Rag Mother – S/T (Nighthawks Tapes, 2008)

Primo split per la Nighthawks Tapes in cui apre le danze (si fa per dire) Dona Ferentes & Rag Mother che altri non è che Michele Mazzani di Palustre, che lascia due tracce lo-fi fra fruscii, feedback, loop più o meno ossessivi e rumore bianco a palla. Verrebbe da dire che l’estetica è degna della roba lo-fi cupa, influenzata dal giro black metal, ma a me sta cosa del black metal sta sulle palle, quindi se l’aggettivo vi destasse grandissime emozioni, seguitelo coerentmente e suicidatevi: poi chiamatemi per fare le foto (ma anche per fare le fotto, un po' come fa quella guerriera di vostra madre).

Read more

Boombox Borealis – Quiet (Kosmik Elk Mind, 2008)

È proprio vero che il bel gioco dura poco, infatti questa cassetta fa parte della serie di uscite della Kosmik Elk Mind, etichetta portata avanti da Paolo Ippoliti dei Logoplasm e che qualcuno ricorderà per essere stato "l'agitatore della S'agita". L'etichetta ha fatto uscire una serie di cassette ed alcuni cdr che vi consiglio caldamente di andare a cercare visto che ha sfornato materiali di gran qualità sia sotto il profilo musicale che sotto quello grafico, ma non disperate piccoli kulaki, nulla si crea e nulla si distrugge, anche se ha chiuso, l'etichetta si è reincarnata nella Nighthawks Tapes: quindi facciata nuova ma stesso edificio.

Read more

Davide Tidoni – I Noitasi Inoi (Trovarobato, 2008)

Conoscevo la Trovarobato come un'etichetta che si dedicava in prevalenza a musica ascoltabile se non quasi pop, ed invece a quanto pare in tempi caotici, in tempi in cui "gli omini no so' più omini e le donne no so ppiù donne" bisogna esser pronti ad aspettarsi di tutto. Qualcuno dell'etichetta mi aveva contattato dicendomi che si trattava di un disco non troppo distante da gente come Punck o i Logoplasm ed è vero! Diciamo che a quanto percepisco si tratta di live rercording neppure troppo lavorate (al più ripulite nel suono, ma non ne sarei comunque sicuro), studiate in modo da sfruttare il silenzio ed il panpottaggio. A quel che leggo si tratta di tutto fuorché di un cretino che si è improvvisato a fare questa roba, anzi, visto che il concetto che sta dietro al disco ed al suo ascolto è piuttosto complicato, vi invito ad andarlo a leggere nel booklet del disco o sul suo sito (http://www.davidetidoni.name).

Read more
Back to top