Tag Archives: karate

Colmorto – Volume 1 (Torto, 2020)

Sublime cavalcata strumentale in perfetto equilibrio tra il colto jazz rock e il post rock più strutturato. La neonata Torto Editions si è concentrata esclusivamente sulla qualità e questo lavoro ne è la prova. Echi di Karate, quanto di Weather Report in un continuo inseguimento tra i tre strumenti rock per antonomasia. La Torto Editions…

Read more

Exit Verse – S/T (Damnably/Ernest Jenning, 2014)

L’inglese Damnably continua a seguire le ormai vecchie glorie degli anni novanta e stavolta, dopo avere fatto uscire il suo disco solista The Wishes Of The Dead un paio di anni fa, torna sul luogo del delitto con la nuova uscita di Geoff Farina; rispetto ad allora però la musica è diversa: a questo giro Geoff mette in piedi gli Exit Verse, più legati ai suoi esordi ma non solo. …

Read more

Geoff Farina – The Wishes Of The Dead (Damnably, 2012)

Ispirato dalla nuova vita rurale presso il fiume Kennebck nel freddo Maine, torna in punta di piedi Geoff Farina (ex Karate e Secret Stars, è appena il caso di scriverlo), con un album a suo nome (personalmente, non ne sentivo da Reverse Eclipse), presso la misconosciuta inglese Damnably. Sempre più ispirato alla tradizione della musica nordamericana, tanto da essere diventato professore di storia musicale presso la DePaul University, tra bluegrass e folk dagli anni venti in poi (questo per me sfata a posteriori la leggenda che vedeva i Karate come esponenti del nascente emocore negli anni novanta), Farina sforna un dischetto acustico corredato dalla solita classe, volutamente sottotono e forse prevedibile. Come un po’ le ultime uscite a nome Glorytellers,  il trio acustico sotto Southern Records.

Read more

Ronin – Fenice (Audioglobe/Tannen, 2012)

Riprende la saga dei Ronin, senza un cambio vero e proprio, ma con un lavorio incessante verso uno stile che teme pochi rivali, specie dopo l’acclamatissimo Lemming. Una sorta di album di Matt Elliott, quello, senza che Matt Elliott canti mai (nemmeno Il Galeone). Il progetto di Bruno Dorella affronta, fiero e romantico, la nuova sfida con un cambio di line up, l’ingresso alla batteria di Paolo Mongardi ( Zeus!), e la consueta giostra di ospitate (fra cui: Enrico Gabrielli dei Calibro 35, Nicola Manzan e lo stesso padre di Bruno, Umberto Dorella, all’organetto nell’unico brano cantato, It Was A Very Good Year). Si apprezzano le stilettate di brani strumentali, in ammollo ben bene dentro Morricone e la cultura mediterranea (Jambiya), che trascendono il semplice post rock/slowcore finendo col creare quell’atmosfera unica, quasi vintage, che ben conoscete se avete già ascoltato un disco dei Ronin. …

Read more

Blast from the past!

Tindersticks - Across Six Leap Years (City Slang, 2013)

Sono da sempre un grande fan della band di Nottingham, capace, a mio avviso, di regalare dischi di assoluto prestigio…

06 Feb 2014 Reviews

Read more

Le Carogne - S/T (Autoprodotto, 2011)

Un terzo di beat, uno demenziale e uno rocchenrol. Certamente il vecchio Pierpaolo De Iulis li farebbe entrare…

21 Sep 2011 Reviews

Read more

Sleeping People - Growing (Temporary Residence, 2007)

Ricordate la Temporary Residence? L’etichettina americana post-rock melodico che fra le altre cose aveva stampato alcuni capolavori come Tarentel, Cerberus…

17 Oct 2007 Reviews

Read more

Hong Chulki & Will Guthrie - Mosquitoes and Crabs (Erstwhile,…

Il rischio che corre un lavoro costruito su concetti frammentari e irrisolti come questo Mosquitoes and Crabs è quello di…

12 Jun 2018 Reviews

Read more

Andrea Bolzoni / Daniele Frati / Luca Pissavini - Consulting…

Non mi è ben chiaro se le otto tracce che troviamo in questo CD della consultazione all’oracolo rappresentino i quesiti…

18 Nov 2014 Reviews

Read more

Fabio Battistetti - Into The Wood (Creative Sources, 2014)

Risultato di un lavoro iniziato già anni fa come una performance dal vivo e poi raffinato via via, questo Into…

24 Dec 2014 Reviews

Read more

Pow-Wow - House Sounds (Luce Sia, 2018)

Ancora una volta l'etichetta svizzera riesce a stupirci ripescando dai meandri del tempo un  demo del 1988 dei Pow-Wow, oscura…

20 Oct 2018 Reviews

Read more

Andrea Marutti/Fausto Balbo – Detrimental Dialogue (Afe/Boring Machines/Fratto9 Under The…

Detrimental Dialogue è il tipico caso di disco difficile da recensire, sia per l'oggettiva difficoltà di rendere con le parole…

15 Sep 2010 Reviews

Read more

Junkfood – Transience (Parade/Trovarobato, 2011)

Parade è la costola della Trovarobato che si occupa di dare visibilità a musiche che presso l'etichetta madre difficilmente troverebbero…

27 Jul 2011 Reviews

Read more

Modotti - Come Ti Senti (Upupa/Fooltribe, 2016)

I Modotti sono un trio bolognese. Si chiamano così in onore di quella gran donna che è stata Tina Modotti.…

24 Feb 2016 Reviews

Read more

Claudio Rocchetti/The Haunting Green – Final Muzik CD-Singles Club 05…

Laddove anche gli Psychic TV fallirono -pubblicare un disco al mese per un periodo prolungato- la Final Muzik persevera con…

06 Oct 2014 Reviews

Read more

Johnny Grieco: dai Dirty Actions a tronista mancato

Johnny Grieco detto "il bello" incarna perfettamente l'eroe tragicomico impersonato da Mickey Rourke nello stupendo The Wrestler, con l'attenuante che,…

18 Jun 2010 Interviews

Read more

Mother – S/T (Commando Vanessa, 2019)

C’è in giro una nuova etichetta, nata dall’inesauribile substrato della città di Torino: Commando Vanessa è ambigua fin dal titolo,…

15 Oct 2019 Reviews

Read more

DsorDNE - Grafio Ricerca 010 (Asbestos Digit, 2018)

Torna un monicker storico della scena industriale italiana, DisorDNE, dietro al quale prendono forma le visioni sperimentali di Marco Milanesio.…

24 Jul 2018 Reviews

Read more

Daniele Brusaschetto: ombre spalmate sui bordi dei pensieri

Difficile definire con poche parole la musica di Daniele Brusaschetto: il suo lungo percorso già dagli inizi mostrava un taglio…

15 Mar 2015 Interviews

Read more

Psycho-Path - The Ass-Soul Of Psycho-Path (Moonlee, 2008)

Con una copertina del genere ti esponi talmente che, o sei un genio alla Miles Davis, o fai parte…

09 Apr 2008 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top