since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: iron maiden

Plakkaggio HC – Approdo (Hanged Man, 2012)

Terzo e lucidissimo lp/cd per il terzetto di Colleferro ormai capace di coniugare meravigliosamente Oi! ed heavy metal partendo proprio da un’inevitabile perizia tecnica che trasporta nell’epica di queste quattordici cavalcate working class. Trovo ci sia una sorta di innovazione nello stile della band proprio per l’equilibrio solido su cui si sorregge il lavoro. Da una parte la retorica stradaiola oi e dall’altra gli assoli virtuosamente rock dei pezzi. …

Read more

Un tranquillo weekend di riapertura – 9-10/11/12 Villa Zamboni (Valeggio Sul Mincio – VR)

Dell’associazione Humus di Valeggio sul Mincio avevamo avuto già modo di parlare in occasione del concerto di Murcof, che battezzava la stagione del decennale; con questo secondo appuntamento si celebra la riapertura della storica sede di Villa Zamboni, splendida villa d’epoca posta ai piedi del castello scaligero: in programma due giorni di concerti, che daranno voce a gruppi locali, nazionale e internazionali.

Read more

Ronin + De Curtis – 04/02/12 Interzona (Verona)

Non vale il gelo e una spruzzata di neve a tenere lontani gli afecionados da una delle prime serata live dell’Interzona di quest’anno, che accosta ai Ronin, in tour per presentare il nuovo disco Fenice, i local hero De Curtis, che proprio nei giorni precedenti hanno terminato le registrazioni del secondo album. Certo, senza il maltempo le presenze sarebbero state probabilmente maggiori, ma anche così l’Interzona fa finalmente la sua figura. …

Read more

Il Conte è tornato, intervista a Varg Vikernes

Ebbene sì, lui. Il vostro incubo peggiore, il Freddy Krueger dei microsolchi, Varg Vikernes, il celeberrimo one-man-band di Burzum è tornato. All'indomani del nuovo Fallen, secondo album del ciclo chiamiamolo post-carcerario, siamo riusciti a contattarlo via mail: per sua stessa ammissione, l'unico modo per "parlare" direttamente con lui. Va sottolineato che, a dispetto del carattere schivo e introspettivo, la sua disponibilità per questa intervista è stata fulminea ed estremamente cortese. Non credo sia necessario ripercorrere le tappe fondamentali del percorso umano e professionale di Varg Vikernes: a chi volesse avere un primo approccio con l'estremismo musicale (ma non solo) norvegese consigliamo piuttosto Lord Of Chaos (Tsunami edizioni), finalmente tradotto in italiano ad un decennio dalla sua uscita. Per il resto, direi che questa intervista si commenta da sola: certo, ora come ora, gli rivolgeremmo volentieri mille altre domande, ma ci sembra di esserci tolti la maggior parte delle soddisfazioni. Ad ogni modo, se avete quesiti da porgli, potete scrivergli: vi risponderà sicuramente.

Read more
Back to top