since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: devendra banhart

Julia Kent – Green And Grey (Important/Tin Angel, 2011)

Torna col suo secondo disco solista la violoncellista Julia Kent, canadese residente a New York, ma in realtà cittadina del mondo: il suo esordio Delay infatti era stato composto negli aeroporti delle città dove via via si trova per registrazioni e concerti. Infatti è in attività dal 1989 e suona e ha suonato con Antony And The Johnsons, Angels Of Light, Devendra Banhart, Larsen, Barbara Morgenstern, Blind Cave Salamander e moltissimi altri, oltre ad essere tra le fondatrici delle Rasputina.

Read more

Picastro – Become Secret (Block Recording Club/Monotreme, 2010)

La voce di Liz Hysen non si dimentica facilmente e anche se non ho seguito più i Picastro dal loro esordio Red Your Blues, li ritrovo qui con Become Secret arrivati al quarto disco in piena forma. Al tempo dell'esordio (2002) nessuno si era ancora impallato con il prewarfolk/indiefolk e compagnia, ma nonostante questo quel disco piacque ad un sacco di persone.

Read more

OvO – Crocevia (Load, 2009)

Tornano gli OvO e questa volta la release è 100% "made in Usa" come buona parte delle armi con cui gli Iracheni hanno combattuto gli yankee (toh!… pensa te, i casi della vita!), infatti questo lavoro è stato registrato al Seizures Palace dove prima di loro avevano registrato qualche gruppo "minore" tipo Naked City, Sonic Youth, Devendra Banhart, Khanate e giù di lì.

Read more

The Bowerbirds – Hymns For A Dark Horse (Dead Oceans, 2008)

Che, da qualche parte, la quadratura del cerchio dovesse arrivare, era ovvio. Pacifico era che, per qualche folkster impazzito che si trasferisce prima a Parigi poi a Budapest (A Hawk And A Hacksaw) per impadronirsi delle tradizioni locali, o per qualche giovane virgulto blandamente interessato alle dinamiche mediterranee (Beirut) colte nella loro pura essenza melodica, ci sarebbe stata una rilettura del proprio canzoniere folk: proprio inteso come puramente Americano, scritto in quelle capanne di legno, a balloon frame, tra Appalachi e Blue Ridge Mountains, tra Mount Shasta e Mount Eerie. …

Read more
Back to top