since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: boombox borealis

Dona Ferentes & Rag Mother – S/T (Nighthawks Tapes, 2008)

Primo split per la Nighthawks Tapes in cui apre le danze (si fa per dire) Dona Ferentes & Rag Mother che altri non è che Michele Mazzani di Palustre, che lascia due tracce lo-fi fra fruscii, feedback, loop più o meno ossessivi e rumore bianco a palla. Verrebbe da dire che l’estetica è degna della roba lo-fi cupa, influenzata dal giro black metal, ma a me sta cosa del black metal sta sulle palle, quindi se l’aggettivo vi destasse grandissime emozioni, seguitelo coerentmente e suicidatevi: poi chiamatemi per fare le foto (ma anche per fare le fotto, un po' come fa quella guerriera di vostra madre).

Read more

Paolo Ippoliti – Vanishing point (Nighthawks Tapes, 2008)

Paolo Ippoliti per inaugurare l'etichetta erede della Kosmik Elk Mind e della S'agita, punta su se stesso e così assembla una specie di collage sonoro in cui quelli che su altri dischi sarebbero difetti, in questo caso diventano a tutto diritto gli attori principali della registrazione. Fruscii, sovrapposizioni di registrazioni (nastri?), definizione lo-fi, taglia e cuci su materiali apparentemente assemblati in modo randomico (ma che come al solito fanno la differenza fra buon gusto e cattivo, con buona pace di Fred).

Read more

Boombox Borealis – Quiet (Kosmik Elk Mind, 2008)

È proprio vero che il bel gioco dura poco, infatti questa cassetta fa parte della serie di uscite della Kosmik Elk Mind, etichetta portata avanti da Paolo Ippoliti dei Logoplasm e che qualcuno ricorderà per essere stato "l'agitatore della S'agita". L'etichetta ha fatto uscire una serie di cassette ed alcuni cdr che vi consiglio caldamente di andare a cercare visto che ha sfornato materiali di gran qualità sia sotto il profilo musicale che sotto quello grafico, ma non disperate piccoli kulaki, nulla si crea e nulla si distrugge, anche se ha chiuso, l'etichetta si è reincarnata nella Nighthawks Tapes: quindi facciata nuova ma stesso edificio.

Read more
Back to top