Tag Archives: beach boys

Beck – Modern Guilt (XL, 2008)

Inutile negare la grande colpa del Bob Dylan degli anni '90, il grande genietto che ha saputo, se non per primo sicuramente come brillante capofila, riscrivere le leggi del folk evoluto degli anni '90: a fronte del peso di essere un tale innovatore, è costretto da dieci anni a dover riscrivere la propria formula ogni volta uguale e ogni volta diversa. Neanche questa volta ci riesce appieno: vano negare o cercare di controbilanciare la cronica mancanza di grandi singoli con una produzione dall'occhio lungo. …

Read more

The Enchanted Realm – Of The Pink Widower (Northpole, 2008)

Il giro della Northpole è in un certo senso fantastico, come quello dei Rollerball seppure i due non siano legati in modo diretto: mediamente sono musicisti con i controcazzi, fanno dei bei dischi, se non ottimi come nel caso dei Rollerball, ed il tutto senza venire cagati nemmeno un minimo rispetto al loro vero potenziale. …

Read more

Princesa – J.P. (Madcap Collective, 2008)

Come dicevamo, in generale quando si parla di Madcap si parla di folk o comunque di canzoni con tutti i crismi della canzone, affrontati in modo diverso a seconda del musicista ma canzone è e resta. A differenza di Rottin, Princesa si trova in ambiti tutt'altro che lo-fi e parlerei di canzoni ben rifinite, smussate e patinate in modo da essere ampiamente fruibili. Depressione che regna sovrana ma anche stralunamento, alla Nick Drake? Anche, ma direi che soprattutto quando le canzoni rimangono sulla ballata morbida, l'eredità sia quella di Arthur Lee o gente del genere, non dico che sia paternità verificata tramite esame del DNA, magari si tratta semplicemente di aver ereditato quel tipo di stile da altri che qualche bel viaggio sui dischi dei Love, dei Beach Boys e altra gente di quel periodo se l'è fatto. …

Read more

Extra – F R Double E (Commune, 2006)

Già membro negli anni novanta dei Drill Team, band alt rock, il californiano J. Mills si diverte con questo progetto a nome Extra a fare un pò di testa sua, scrivendo ogni canzone e suonando praticamente ogni strumento. Io l'ascolto a volume molto alto come consigliato nel booklet,e a ragione visto che in effetti a medio volume F R Double E sembra non ingranare moltissimo, un pò come se il vostro vicino di casa sentisse i Flaming Lips  ma il muro che vi separa vi fa sembrare ogni canzone indistinta. Il suono è davvero ispirato a classici come Pink Floyd (From Me To The World e Years forse sanno un pò troppo di plagio) e Beach Boys (Forward To Mono, The Medley I Warned You About), con quella fragilità che traspare nei dischi di Robert Wyatt. …

Read more

Blast from the past!

Gli Altri - Fondamenta, Strutture, Argini (Taxi Driver, 2013)

Crossover nel senso più nobile della parola sempre se oggi ha ancora una ragione utilizzarla. Il quintetto savonese ricorda…

26 Apr 2013 Reviews

Read more

Re-Count - Egocollective (Minuta, 2008)

"Egocollective - recita la cartella stampa - è un progetto corale: è un insieme di brani che Omar E. Bernasconi…

08 Sep 2009 Reviews

Read more

Jesse Krakow - World Without Nachos (Eh?, 2008)

Non so se vi ricordate della Eh?, ad ogni modo si tratta di una costola di quella che un volta…

10 Sep 2009 Reviews

Read more

Autocancrena – Homo Sacer (Diazepam, 2012)

Altra oscura uscita per la Diazepam: stavolta è il turno degli Autocancrena (il romano Lorenzo Chiarofonte) con un CD 3"…

03 May 2013 Reviews

Read more

Zolle - Porkestra (Bloody Sound Fucktory, 2015)

Essenziali e diretti. Essenziali perchè è così che si definiscono: chitarra e batteria, semplici nella costruzione, naturali con il senso…

12 May 2015 Reviews

Read more

David Grubbs & Taku Unami - Failed Celestial Creatures (Empty…

Prima collaborazione tra i due chitarristi David Grubbs e Taku Unami, entrambi dediti alla sperimentazione sulla sei corde e anche…

15 May 2018 Reviews

Read more

Sarram – Silenzio (Autoprodotto, 2020)

Per una volta il famigerato “disco nato nel periodo del lockdown" non è una vergognosa pippa autoreferenziale (lo stesso, inutile…

04 Jan 2021 Reviews

Read more

Bobby Soul - Draghi Rossi & Buchi Neri (Autoprodotto, 2007)

Strana compilation questa, nel senso che di solito i remix seguono gli album veri e propri, ma raramente, come in…

21 Feb 2008 Reviews

Read more

James Irwin - Unreal (Autoprodotto, 2015)

Dopo l'esordio indieacustico Western Transport arriva al secondo disco James Irwin: invece di replicarsi, nella sua seconda autoproduzione il canadese…

20 Jan 2016 Reviews

Read more

Caso - La Linea Che Sta Al Centro (To Lose…

E ancora con la menata che a me i cantautori, soprattutto se cantano in italiano, non fanno impazzire. E ancora…

29 May 2013 Reviews

Read more

Pale Sister – Embeddead (Sincope, 2014)

L’oscuro progetto Pale Sister ritorna a far sentire la propria lancinante voce su Sincope, sempre disponibile a fare da cassa…

17 Dec 2014 Reviews

Read more

Johnny Mox - Lord Only Knows How Many Times I…

The other side of Johnny Mox è sorprendente solo per chi ha conosciuto il musicista di recente: gli altri ricorderanno,…

06 Dec 2012 Reviews

Read more

Deison - Quiet Rooms (Aagoo, 2012)

A questo giro ritorna Cristiano Deison, che vanta una carriera solista di tutto rispetto divisa fra dischi in proprio e…

27 Nov 2012 Reviews

Read more

Jacuzzi Boys - S/T (Hardly Art, 2013)

Bene, se l'abito facesse sempre il monaco, a guardar la copertina del nuovo album dei Jacuzzi Boys, dove campeggia una…

02 Oct 2013 Reviews

Read more

Jung Deejay – Java Script (Arte Tetra, 2020)

Lo strano giro del mondo (ma sarebbe forse più corretto parlare di “giro di uno strano mondo”) che sempre ci…

20 Nov 2020 Reviews

Read more

Crap - S/T (Megablomb, 2006)

Registrato ormai dieci anni fa, nel 1998, e rimasto nel cassetto fino al 2006, anno in cui è stato pubblicato…

21 Apr 2008 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top