St.Ride – Onde (Niente, 2009)

E così in un batter d'occhio la Niente è arrivata al Volume 4, spirito punk con grafiche ultra spartane (a dir poco) e uscite ovviamente piuttosto radicali. Resta che questo nuovo lavoro vede la comparsa delle prime note su una copertina che finalmente aggiunge tutto ciò che serve, senza per questo stravolgere il concetto base dell'etichetta di lasciare le informazioni stringate fino al midollo. In realtà non si tratta di un vero e proprio lavoro nuovo degli St.Ride ma molto più semplicemente di un esperimento tanto semplice quanto riuscito e che in fondo si ricollega ad un grande classico.
L'esperimento, come dicono le note stesse di copertina, è quello di assemblare una release con trasmissioni e interferenze catturate sulle onde corte, un gioco che immagino abbiate provato a fare in molti e che diciamocelo, ad alcuni di noi (a me senz'altro) ha fatto pensare varie cose, ma senz'altro che fra quei frusci ci fosse il fascino delle onde radio e che certi suoni di quel tipo fossero affascinanti. Ma saremo così ingenui a farci affascinare da cose del genere? Non credo o per lo meno, tanto come a noi è successo anche a John Cage che in un vecchio disco della Cramps si esercitava nello stesso giochino con l'unica differenza che se per lui era un divertissement sulle onde radio italiane, per gli St.Ride il gioco può trasformarsi in nell'assemblaggio di vere proprie tracce. Fruscii, sibili, white noise simil sintetizzatore, musica povera… "pover noise" se mi concedete lo scherzo, resta che non è nulla più e nulla di meno di art brut. Nessuna traccia che porti al sussulto, ma un disco che nella sua ripetitività diventa quasi ambientale per non dire ipnotico o tanto lineare da non esser fastidioso. Un giochino tanto semplice quanto ben riuscito, altra non musica dagli St.ride che ricordano un vecchio adagio Lynchiano (che per altro smonta tutte le interpretazione pseudo-intellettualoidi che vi ha fatto il vostro amico pseudo-intellettuale): "I like absurd things… basically".

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Franz Rosati - Theory Of Vortex Sound [Outflux I] (Ripples/Capillary…

Franz Rosati pubblica dischi fin dal 2007 e da buon programmatore multimediale costruisce de sé i propri strumenti, ovvero i…

31 Jan 2012 Reviews

Read more

Fast Forward / T Cells - Split 2x3"CD (Three…

Ci si domanda spesso (sì, giuro che ogni tanto mi stupisco a domandarmelo) dove la incredibile forza critica di due…

05 Sep 2006 Reviews

Read more

Rollerball - 4 Corners (Wallace, 2014)

Caso strano i Rollerball: seppure in giro da molti anni, con una discografia importante a cui è difficile stare…

12 Mar 2014 Reviews

Read more

Kitchen Door - Sodapop Edition n.5

Arriva la primavera, ma non è tutta rose e fiori. Abilmente occultata tra innocenti melodie e apparentemente inoffensive canzoni pop,…

28 Feb 2010 Podcasts

Read more

Mathieu Ruhlmann - As A Leaf Or A Stone (Afe,…

Nel darmi questo disco da recensire, mi è stato detto che tanto quanto avrei dovuto abbassare il volume per ascoltare…

03 Jul 2010 Reviews

Read more

Amusin' Projects - Mistery In The Making, Vol. 3 (Autoproduzione,…

Rimaniamo in ambito bizarre, ma stavolta su differenti coordinate. Amusin Projects, autentica dichiarazione di intenti, è il progetto dietro cui…

19 Sep 2021 Reviews

Read more

Trent'anni di Sigillum S: solo una tappa verso l'infinito

Ci sembra parimenti difficile e inutile presentarvi i Sigillum S: difficile perché, in poche righe, è impossibile tratteggiare una carriera…

11 Apr 2016 Interviews

Read more

Heike Has The Giggles - Sh! (Goodfellas, 2010)

Ecco gli Heike Has The Giggles, la rivelazione power punk italiana dell'anno! Voce femminile languida ma graffiante, chitarra da motocross…

09 Jun 2010 Reviews

Read more

Faccioli/Gastaldello – Dissangue (Autoprodotto/Tulip, 2013)

Non è raro, fra i musicisti del giro avant e non solo, ritrovarsi in studio, suonare e “vedere quello che…

20 Nov 2013 Reviews

Read more

Ensemble Uzi - S/T (Autoprodotto, 2009)

Fa uno strano effetto sapere che un terzetto del genere, musica improvvisata che evita accuratamente la struttura…

28 Jul 2009 Reviews

Read more

Putiferio - Ateateate (Robotradio, 2008)

Altro gruppo per il quale partivo prevenuto in base al nome e cri**o i**io non è un buon segno! Spero…

05 May 2008 Reviews

Read more

Gil Hockman - Dolorous (Self Released, 2015)

A volte la semplicità paga, come nel caso di questo disco fatto di niente, nato quasi per caso attraverso un…

28 Oct 2015 Reviews

Read more

Winfried Ritsch – Woodscratcher (God, 2013)

Bisognerebbe definirla musica concettuale, questa di Winfried Ritsch, se non fosse che il termine "musica" mi pare eccessivo: qualcosa di…

19 Jun 2013 Reviews

Read more

Noise Female

Breve escursione nell’affascinante stato dell’arte del suono femminile del 2018. Il breve percorso che stiamo per fare non vuole aggiungere nulla…

21 Dec 2018 Articles

Read more

Aucan - S/T (Africantape/Ruminance, 2008)

Giù la maschera: ero partito molto prevenuto nei confronti degli Aucan, temevo che sulla scia dei Three Second Kiss fossero…

16 Jun 2008 Reviews

Read more

Fine Before You Came + Vulturum – 25/09/09 Arci Kroen…

Lontani nello stile musicale ma vicini nello spirito, essendo nati, in tempi diversi, dal substrato della scena punk hardcore degli…

13 Oct 2009 Live

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top