Spock’s Beard – Octane (SPV/InsideOut, 2005)

Per carità, non vi inganni la pompa di benzina! Non siamo dinnanzi agli ennesimi imitatori dei Kyuss né tanto meno a nuovi inquilini di High Street. Magari! No, continuiamo piuttosto ad esplorare il variegato ed insidioso mondo della InsideOut, etichetta ormai prostrata alla scoperta e alla promozione del nuovo hype del momento: il tetra prog, il progressive in tetrapak. Biodegradabile, sano, colto, un filino pedante, ma pieno zeppo di svolazzi alla Versailles. Da un certo punto di vista mi sento ormai come Tex Willer con Mefisto o Alan Ford con Superciuk (ho pensato anche a Holmes con Moriarty, ma sarebbe stato esagerare).Ognuno ha la sua nemesi e, talvolta, la rivelazione gli arriva suo malgrado: io sono ossessionato dal tetra prog. Prismi strumentali in continuo movimento, sempre pronti a mostrarti una faccia diversa appena inizi ad abituarti alla precedente. E anche per gli Spock’s Beard, il motto sul gagliardetto dovrebbe essere: mobilità ed inventiva. Lo vogliamo chiamare metal tastierato?! Ma Sì! Facciamolo. Tanto il tetra prog, in sublime perfidia, non ti mostrerà mai il fianco in simili facilonerie: si trasformerà, muterà, si addolcirà, si indurirà… proprio come una crisalide, amante di sé stessa, adolescente e capricciosa. Ma in definitiva, volete davvero sapere come suonano gli Spock’s Beard? Io non so dove abitiate, ma sono sicuro che siate già stati in un qualsiasi Ricordi Store. Ebbene, gli Spock’s Beard sono la perfetta colonna sonora per un vostro girovagare in un emporio della Ricordi…Smarrimento, imbarazzo, amnesia, come se foste appena sbarcati in un paese del terzo mondo dove non trovate una via, una pubblicità, un insegna che vi orienti in un paesaggio che pensavate di amare tanto. Gli Spock’s Beard però, saranno lì, svolazzandovi intorno, rassicuranti e mefitici come un anatema piramidale, schiaffeggiandovi con tastiere di cauciù e assoli di bambù. Un vero spanking sonoro. Ma sulle dita, come dalle suore.

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Papier Tigre - S/T (Collectif Effervescence, 2007)

Disco che gronda Chicago, Washington e indie / math rock metà '90 da tutti i pori. Potremmo indicare,…

06 Nov 2007 Reviews

Read more

Philippe Petit & Friends - Reciprocess: +/VS. (Bip_Hop, 2009)

DJ, giornalista musicale, discografico, prima con il rock estremista e di confine della Pandemonium, ora con la più elettronica,…

21 Sep 2009 Reviews

Read more

Daniele Brusaschetto - Fragranze Silenzio (Bosco/Sincope/Bar La Muerte/Chew-Z, 2010)

Uscita di fine anno per uno dei "best kept secret" italiani... ma si tratterà realmente di un segreto? Daniele Brusaschetto…

15 Jan 2011 Reviews

Read more

The Seven Mile Journey - The Metamorphosis Project (Fonogram Agency,…

The Seven Mile Journey è un quartetto danese, qui alla prese con il suo secondo album (il primo risale al…

11 Jun 2008 Reviews

Read more

Es - Tutti Contro Tutti Portiere Volante (Fosbury, 2011)

Italico rock che tanto potrebbe esser caro agli amanti dei Numero 6 quanto dei Virginiana Miller. Evocativi fin dal titolo…

01 Mar 2012 Reviews

Read more

FR Luzzi - Happiness Is An Overestimated Value (Arab Sheep,…

Elogio della lentezza. Elogio della velocità. Andare forte e consumare tanto. Non sgasare e guidare in sicurezza. Elogio della regolarità.…

16 Jul 2006 Reviews

Read more

Mortification To The Flesh - Le Trésor Maudit (Final…

La Final Muzik inaugura una nuova collana significativamente intitolata Eighties che si propone di rimettere in circolazione titoli di quel…

26 Jan 2012 Reviews

Read more

Mauro Basilio / Fabrizio Bozzi Fenu / Paolo Sanna -…

Un trio davvero notevole per questa uscita di Setola Di Maiale: al violoncello c'è Mauro Basilio, a chitarra ed elettroniche…

02 Nov 2016 Reviews

Read more

John Tilbury / Keith Rowe / Kjell Bjørgeengen - Sissel…

Sissel è il resoconto di un concerto tenutosi nel 2016 al Moving Sound di Stavanger in Norvegia, un ex supermarket…

02 Jun 2018 Reviews

Read more

Father Murphy – 13/04/12 Agorà Del Polaresco (Bergamo)

Se avete letto la recensione del nuovo album dei Father Murphy, potrete capire che l'occasione di vederli dal vivo a…

27 Apr 2012 Live

Read more

The Comformist – Three Hundred (Africantape, 2010)

Quanto dista St. Louise, nel Missouri, da Louisville, nel Kentucky? In automobile poco più di 260 miglia; a sentire The…

11 Apr 2010 Reviews

Read more

Svart1 - Frozen Chants (Luce Sia, 2018)

Frozen Chants è un viatico ultraterreno diviso in dodici tracce, benché formalmente si abbia la percezione che sia sempre lo…

15 Jan 2019 Reviews

Read more

Valgrind - Blackest Horizon (Everlasting Spew, 2018)

Pur restando in ambito decisamente estremo, le coordinate dei Valgrind sono molto diverse da quelle dei compagni (di etichetta) Convocation.…

09 Jun 2018 Reviews

Read more

Susanna Gartmayer – AOUIE, Solos For Bass Clarinet (Chmafu/God, 2015)

New York’s Alright If You Like Saxophones, dicevano i Fear; se invece amate il clarinetto, la città che fa per…

22 Jan 2016 Reviews

Read more

One Man Bluez - Dirty Blues Lover (Bloody Sound Fucktory,…

Super fuzzissimo blues in solitaria per il romano Davide Lipari che implacabile come tutti i bluesman tira dritto dieci pezzi…

06 Feb 2017 Reviews

Read more

Gian Luigi Diana/Stefano Giust/Lorenzo Commisso – Cos'Altro (Setola Di Maiale,…

È certamente un paradosso accostare il termine "classico" a un'etichetta di ricerca come Setola Di Maiale, eppure se dovessimo spiegarne…

11 Jan 2013 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top