Satan Is My Brother – S/T (Boring Machines, 2007)

Gruppo che annovera qualche membro degli Yellow Capra, ma differente dal progetto madre la musica si trova in tutt’altro emisfero. Questo cdr dall’ottima confezione (ed in questo la Boring Machine è abbastanza una sicurezza) presenta un flusso magmatico in salsa lo-fi che continua a ricordarmi roba come Flying Saucer Attack, primi Pram e Third Eye Foundation seppiati. Suoni sbavati, elettronica a bassa risoluzione e quindi volutamente “bassa fedeltà”, jam non troppo pulite ma calde…l’atmosfera che ne esce fuori è quella di un flusso di coscienza dopo sbornia e direi che è una buona qualità per un gruppo del genere. Le tracce dilatate, leggermente ossessive e tagliate in modo non troppo fine, finiscono per avere un loro perchè, si può parlare di scorie da dopo trip-hop andate a male, in fin dei conti se si parla di suono vagamente Bristol, non si può non andare a parare anche lì. Sentendo dischi come questo mi viene da pensare che la vittoria dei freak, dei Genesis P. Orridge della psichedelia, delle derive kraut, di David Tibet e di Stepleton sia ormai assoluta, in un certo senso è anni che la musica inglese risente delle loro ombre malate, ma quando parlando di gruppi del circuito indie si trova uno scenario incasinato da “poche idee…ma confuse ad arte” allora direi che l’influsso dei cattivi maestri da devastazione mentale sia più che mai vittorioso. Il disco di Satan Is My Brother è notturno, per nulla sinistro anche se indubitabilmente poco luminoso, le trombe e l’incedere dub rimangono sempre dietro la coltre di campioni e samples disordinati, resta che questa sia una delle migliori qualità del disco, anzi proprio per questa sua dimensione quasi da registrazione stile quattro tracce, parlerei dei gruppi di Bristol che ho menzionato, visto che molto della loro evoluzione partiva proprio dalle “home-recordings”. Il disco di questo parente stretto del demonio a volte è ingenuo, non troppo lavorato, tagliato a colpi di ascia, ma caldo e con un forte senso per le melodie notturne ed anche in questo ha molta più dignità di molta musica ambient/drone/noise che in questo periodo impazza un po’ dappertutto perchè “quest’anno tira il rumore”.

Tagged under: , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Loveless Whizzkid - We Were Only Trying To Sleep (Seahorse,…

Mi sarei aspettato dai Loveless Whizzkid, catanesi come gli Uzeda, l'ennesima riproposizione di quei suoni anni '90 immersi in un…

06 Aug 2013 Reviews

Read more

Melvins - Pinkus Abortion Technician (Ipecac, 2018)

Arrivati attorno alla quarantina di dischi i Melvins provano una formazione mai usata prima, infatti oltre naturalmente agli immancambili King…

24 Apr 2018 Reviews

Read more

Furtherset - To Alter And Affect EP (-Ous, 2018)

Attivo già da qualche anno, Tommaso Pandolfi aka Furtherset ha pubblicato varie uscite e alcune presenze in contesti importanti dentro…

27 Apr 2018 Reviews

Read more

Psyche - The Influence (Final Muzik, 2012)

Nella categoria recensioni minori o per "adepti del Goth" (esiste un gruppo nato dalle mie parti su fb con questo…

13 Jun 2013 Reviews

Read more

Obelyskkh - White Lightnin' (Exile on Mainstream, 2012)

Super crautissimo doom tossico e polveroso direttamente dalla Germania per questi figli bastardi di Dave Wyndorf e di tutta la…

17 Dec 2012 Reviews

Read more

Drink To Me: ovvero, piccolo manuale della sobrietà

Arrivati da poco al secondo disco, Brazil, recensito qualche tempo fa qui sulle pagine virtuali di Sodapop, i piemontesi…

08 May 2010 Interviews

Read more

Chapter - Two (The Biographer) (Saiko, 2007)

Copertina extralusso stile piccolo libro "di una volta" con tanto di booklet strafigo per questo duo svizzero, in fin dei…

17 Oct 2007 Reviews

Read more

Ur/D.B.P.I.T. - Defenestration (Triadic, 2010)

Esce per la neonata etichetta degli Ur Triadic questa collaborazione tra il terzetto nostrano e il famoso trombettista post industriale…

07 Feb 2011 Reviews

Read more

Grizzly Imploded – Anabasi (Sincope, 2013)

Fra le etichette in circolazione la Sincope è certamente da annoverare come una delle più coerentemente devote al rumore, non…

28 Jan 2014 Reviews

Read more

Sneers - Tales For Violent Days (LP God Unknown, 2022)

Quinto disco in 9 anni per Maria Greta e Leo, ovvero gli Sneers. Una continuità che non dà adito a cedimenti,…

29 Mar 2022 Reviews

Read more

Kitchen Door - Sodapop Edition n.6

No, non è il caldo ad averci dato alla testa. L'ultima puntata della stagione è un mix di poesia aulica,…

08 Jun 2010 Podcasts

Read more

Chaos Physique – The Science Of Chaotic Solutions (Jestrai, 2009)

Il nuovo progetto di Amaury Cambuzat, a suo tempo negli Ulan Bator, condiviso con Diego Vinciarelli e Pier Mecca, si…

21 Oct 2009 Reviews

Read more

Merzbow/Gustafsson/Pandi – Cuts (Rare Noise, 2012)

Masami Akita, nell'ambito del noise massimalista di cui è maestro, ha probabilmente e da tempo già detto tutto e per…

08 Mar 2013 Reviews

Read more

Bobby Soul - Draghi Rossi & Buchi Neri (Autoprodotto, 2007)

Strana compilation questa, nel senso che di solito i remix seguono gli album veri e propri, ma raramente, come in…

21 Feb 2008 Reviews

Read more

Damo Suzuki’s Network - Tutti I Colori Del Silenzio (Wallace/Palustre,…

Trattasi di un live molto ben registrato e per di più corredato di grafica piuttosto carina, se ciò non bastasse…

26 Feb 2009 Reviews

Read more

BIP - The Autumn EP (Tafuzzy, 2009)

Mini album di esordio a nome BIP, collettivo non ben definito prima noto col nome Bancali In Pietra, all'insegna di…

13 Mar 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top