Psyche – The Influence (Final Muzik, 2012)

Nella categoria recensioni minori o per “adepti del Goth” (esiste un gruppo nato dalle mie parti su fb con questo nome ed ho pensato di citarlo) ripeschiamo questa uscita a nome Psyche. Il disco in realtà risale al 1989 e se la recensione la trovate solo ora non dipende dal mio solito colpevole ritardo. O non solo, stavolta. Gli Psyche – band canadese della provincia di Alberta originariamente costituita dai fratelli Huss, Durrin e Stephen – si sono formati nel lontano 1982 e, pur rimanendo sottotraccia per anni, esistono ancora ed hanno trovato una loro nuova patria in Germania (recente è il tour coi teutonici veterani del post punk wave/suicide commando No More, provenienti dalla ventosa Kiel). Tutto questo dopo svariati rimaneggiamenti della formazione.
I due fratelli si separarono inizialmente nel 1989 e Durrin, trasferitosi dal 1991 in Germania, rimane ad oggi l’unico membro della band presente. Se tale separazione all’epoca fu causata, anche se non solo, da un principio di schizofrenia che colpì Stephen, direi che ci sono tutte le premesse per creare su questo progetto/ritorno/riuscita un’atmosfera di curiostià anche morbosa, pane per i denti di chi ha fatto della malattia e della devozione per i Joy Division una ragione di vita. The influence esce al suo 23mo anniversario grazie al prezioso contributo della Final Muzik di Gianfranco Santoro, etichetta friulana, quasi una sorta di tributo ad una band che, nonostante numerose uscite e la permanenza da più di sei lustri, non ha lasciato tracce così note, tantomeno in patria. Ascoltare oggi il progetto rimasterizzato diventa quindi sicuramente una cosa piacevole, opportunamente rimaneggiato con l’aggiunta di cinque bonus track e la collaborazione di David Kristian che da vent’anni tratta musica elettronica tra IDM e electro pop e Stefan Rabura, nuovo compagno di viaggio di Darrill. Ovviamente le soluzioni paragonate a ciò che si può fare oggi con un lapotop e un paio di programmi craccati sono assai ripetitive, ma questo è un segnale di pregio e minimalismo synth pop, più che un segno di invecchiamento dell’album. Tutte le canzoni hanno la loro incisività e una vena pop sopra la media rispetto a tante blasonate band che stanno riportando alla luce questo suono. Dalla traccia Misery, vero gioiellino pop anni ’80 per discoteche buie e sotterranee, alle atmosfere dark e inquitenati di Haunted. La voce di Darrill seppur buona, certo non buca per personalità, paragonata ad esempio a quella di Dave Gahan (il disco uscì lo stesso anno di successi e hit come, per citarne uno, Personal Jesus, piacciano o meno i Depeche Mode). Se quindi gli Psyche erano stati all’epoca oscurati, per non dire sotterrati, da presenze dancefloor più ingombranti (in tempi in cui nemmeno esisteva la rete) un’operazione-riscoperta come questa sicuramente è da premiare, al di là della sua imprescindibilità.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Toilet Door n.4 - One Shot 90

Chi ha detto che non si esce vivi dagli anni '80 non aveva ancora vissuto appieno la decade successiva. Cosí…

23 Oct 2010 Podcasts

Read more

Viridanse - Gallipoli 1915 E Le Altre Storie (Silentes, 2012)

Non suona affatto bizzarro il recupero della discografia completa dei Viridanse, in un'epoca in cui il suono new wave è…

10 Jan 2013 Reviews

Read more

Sun Kil Moon - Benjii (Caldo Verde, 2014)

Un capolavoro intenso e profondo, e c'è dentro tutta una vita. Basterebbe questa semplice frase per dare lustro al ritorno,…

22 Apr 2014 Reviews

Read more

The Hand To Man Band - You Are Always On…

La sola parola supergruppo credo faccia mettere mano alla fondina a più di un lettore... e invece questa volta dietro…

06 Nov 2012 Reviews

Read more

Il Lungo Addio – Pinarella Blues (Wallace/TB, 2014)

Per la riviera ci siamo passati in tanti, da piccoli con la famiglia o da adolescenti a dividersi fra spiagge…

15 Jul 2014 Reviews

Read more

Giorgio Ricci - Insanity (Laverna, 2012)

Giorgio Ricci, per chi di voi non lo sapesse, è un ex Templebeat, gruppo in forza alla Submission e che…

17 May 2012 Reviews

Read more

Plaster – Platforms (Kvitnu, 2011)

Vi ricordate di Kaeba? Io sì, si trattava di un esordio in ambito elettronico di un ragazzo piuttosto giovane, l'avevo…

09 Feb 2012 Reviews

Read more

Sarram – A Bolu, In C (Talk About, 2017)

I rituali primitivo-futuristi degli Hermetic Brotherhood Of Lux-Or e di tutto il giro di Macomer, le sinfonie post-industriali orchestrate nel…

29 Mar 2017 Reviews

Read more

Daniele Brusaschetto - Fragranze Silenzio (Bosco/Sincope/Bar La Muerte/Chew-Z, 2010)

Uscita di fine anno per uno dei "best kept secret" italiani... ma si tratterà realmente di un segreto? Daniele Brusaschetto…

15 Jan 2011 Reviews

Read more

Map 71 - Void Axis (Fourth Dimension Records/Foolproof Projects, 2018)

Lisa Jayne (parole e voce), scrittrice e performer attiva nella scena out e fetish di Essex, e Andy Pyne…

18 Sep 2018 Reviews

Read more

Petrolio - Di Cosa Si Nasce (Taxi Driver/Brigante/Dio Drone e…

Enfatico industrial primi anni novanta per la creatura di Enrico Cerrato (Infection Code) che rispolvera per l'appunto un genere a…

15 May 2017 Reviews

Read more

Haymaker - Let Them Rot 7" (A389, 2014)

Tornano a registrare gli Haymaker, dopo anni di silenzio: i componenti nel frattempo sono/erano impegnati nelle loro altre band (tra…

30 Jan 2014 Reviews

Read more

Dead Boomers/Crow + Rushford/Talia + Hamann + Brennan/Butler - 24/10/10…

E' domenica sera ma la musica dal vivo non si ferma a Melbourne e la nostra scelta si orienta sul…

22 Sep 2010 Live

Read more

James Irwin - Unreal (Autoprodotto, 2015)

Dopo l'esordio indieacustico Western Transport arriva al secondo disco James Irwin: invece di replicarsi, nella sua seconda autoproduzione il canadese…

20 Jan 2016 Reviews

Read more

Spring Sale! - Drown Yourself In Shoes and Sweaters (Betulla,…

Il 2006 è stato l'anno delle rivelazioni o presunte tali; dalle nostre parti si sono visti i veronesi Canadians nascere…

06 Jan 2007 Reviews

Read more

MSMiroslaw - THE AAAge Of Warm Asylum (Trasponsonic, 2020)

La porta di un’antichissima domus de janas abbraccia il nostro pianeta sulla copertina del nuovo lavoro di MSMiroslaw: forse è…

04 Dec 2020 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top