since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Prospekt – Airlines (Intellilab, 2008)

Ed eccolo qui il secondo lavoro dei bresciani Prospekt: dalla musica per aeroporti a quella già in volo. Un deciso passo in avanti rispetto all'esordio, con padronanza di ritmo (Krieg), che in verità spesso viene abbandonato, privilegiando viaggi cosmici come nell'iniziale Boarding, nella centrale Part, supportate da una linea di basso di matrice funk. Le influenze sono varie in questa abbondante mezz'ora, dal kraut rock, agli statici droni della musica ambient, senza picchi o crescendi che tradiscano in qualche modo un'emozione o un sentimento. Freddissimi e motivatissimi, i Prospekt mutuano dalla musica jazz la caratteristica di ricondurre tutto all'osso per poi buttarsi nell'elettronica, quella più sperimentale, quasi concepita – più che per essere ascoltata – per guidare un viaggio, non tanto di linea, ma diretto, con qualche sosta contemplativa, nel cosmo (Density). Insieme ad Andrea Belfi, Christa Pfangen, Andrea Faccioli e gli Å, i Prospekt si candidano tra i nomi più interessanti in questo momento nella cura, e ricerca di suoni e percorsi davvero personali. Non sempre facili, ma decisamente appassionanti. Il poco riscontro di pubblico di tutti questi gruppi è evidente, anche se non sembra la cosa prioritaria nella testa di chi si butta in questi progetti, spesso autoprodotti e poco promossi.
Myspace qui.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top