since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Passe Montage – Oh My Satan (African Tape/Ruminance, 2009)

African Tape + Ruminance = math, post, free-rock? Ma certo che sì, la soluzione più semplice a volte è la più corretta e questo disco dei Passe Montagne nel bene e nel male non fa nulla per esulare dal recinto in cui l’abbiamo rinchiuso con queste tre definizioni. Un lavoro molto fisico, come d’altra parte lo era stato l’esordio, ed ancora molto melodico proprio come anche il primo disco, però la formula è sensibilmente migliorata, le canzoni sono più agili, più vigorose ed anche le melodie sono ancora più a ficcanti.
Miglioramenti anche nella costruzione dei pezzi che, nonostante gli innumerevoli stop and go e i vari cambi di tempo stacchi e contro stacchi, non risulta mai eccessivamente macchinosa, pur rimanendo nell’ambito ingegneristico (basti sentire 98% Cuir 2% Sky o la Loi C’est La Loi che sciorina una serie di belle idee fra sbavature e storture che restano pur sempre melodiche). I francesi suonano quasi da americani, anzi suonano meglio di molti americani, il problema è che non fanno davvero nulla per uscire da quel ghetto in cui il modello di riferimento rimane pur sempre su di un altro piano, un po’ come il personaggio del "Duca" si eleva rispetto agli altri delinquenti comuni in Fuga Da New York. Insomma se uno può accampare lamentele al signor Kevin Shea per degli Hey!Tonal che ripropongono tutti gli stilemi del genere al meglio ma pur sempre in modo classico, è altrettanto vero che ci sarebbe di che lamentarsi con i transalpini che non reggerebbero all’analisi del "gran giurì" degli snob (ivi me incluso e mi scuso… giuro io uomo biango buono!). Mazzulato a dovere anche dove compaiono delle belle melodie, perizia tecnica di quelle che dimostrano che "il ragazzo si è impegnato… e ha studiato…" e si sente che ha studiato, per altro suo figlio a quanto pare non è mica l’ultimo dei coglioni… ma a maggior ragione da un gruppo che ha le capacità ed il gusto di suonare quello che vuole: non è lecito chiedere qualcosa di più? Perché accontentarsi della sufficienza quando il ragazzo potrebbe dare di più?

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top